Craft Beer Evolution
Home » Birre » Triora, la birra che strega

Triora, la birra che strega

TrioriaRicevo e riporto la notizia che lo scorso 13 luglio è stata presentata la birra Triora – dal nome del comune di San Giovanni a Triora – un progetto scaturito dalle menti di Simona Pastor, Ippolito Edmondo Ferrario e Pierpaolo Aimo. I tre hanno deciso di “creare una bevanda che fosse un omaggio a Triora […], terra di streghe, ma anche feconda e prospera”. Il marchio consta di due tipologie di birra, prodotte appositamente da La Fabbrica della Birra di Busalla (GE): Isotta Stella, un’ambrata dal naso fruttato e mielato e dal lieve taglio amaro, e Franchetta Borelli, prodotta con farina di castagne delle montagne che circondano la Valle Argentina.

I nomi particolari delle due birre coincidono con quelli di due streghe, vittime innocenti nel borgo ligure di “un processo senza giustizia”. Il paese infatti, oltre a rappresentare per secoli un’incredibile risorsa economica per la Liguria, nel 1587 fu lo scenario del più grande processo europeo di stregoneria. Da qui l’idea di dar vita al progetto la notte di San Giovanni, il 24 giugno 2008, “da sempre una data magica che rievoca paganesimo e stregoneria”.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

michetta

Nuove birre da Lariano, Rurale, Eastside, The Wall e Gilda dei Nani Birrai

La panoramica di oggi sulle nuove birre italiane parte dal Birrificio Lariano di Sirone (LC), ...

la5 riserve

Una panoramica sulle nuove birre italiane (Fermentazioni edition)

La quarta edizione di Fermentazioni che prenderà il via a Roma venerdì prossimo come sempre ...

2 Commenti

  1. Ciao.
    Scrivo per segnalarti che la birra in questione si chiama Triora, come il paese da cui prende spunto, nell’entroterra di Imperia, come dici giustamente scenario di una tra le più spietate repressioni nei confronti delle cosiddette streghe.
    Complimenti per il bellissimo blog, comunque.
    Ciao
    Andrea

  2. Andrea Turco

    Ciao Scauca, grazie per la segnalazione e i complimenti, ho corretto. A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *