Cimec
Home » Birre » Nuove birre da Hammer + Crak, Pork’n’Roll + Elvo, Ritual Lab e altri

Nuove birre da Hammer + Crak, Pork’n’Roll + Elvo, Ritual Lab e altri

Ci sono birre collaborative destinate a diventare pietre miliari e altre che vengono dimenticate nell’arco di una settimana. A inizio 2018 una certo interesse si sviluppò intorno alla Red Shadow, nata dall’incontro tra i birrifici Crak e Hammer. Oggi i due produttori del nord Italia ci riprovano con la Suya Garden (5,3%), una Pale Ale riccamente luppolata – immancabile l’ormai inflazionato double dry hopping – con varietà Mosaic, Citra, Simcoe e Vic Secret. Il lievito utilizzato è ancora una volta il Vermont, mentre il mix di malti è ottenuto con Golden Promise, Cara e avena. A differenza della Red Shadow, questa birra sarà realizzata nell’impianto di Hammer: è lì che sarà presentata sabato 21 luglio, prima di renderla disponibile alla spina e in bottiglia.

Quella brassata con Crak non è però l’unica novità annunciata dal produttore lombardo, poiché giusto qualche giorno fa è stata svelata la terza incarnazione della linea “didattica” dedicata ai luppoli. Come sempre la ricetta di partenza è la medesima: stessi malti, stesso lievito (Vermont), stessa gradazione alcolica (7%). A cambiare sono ovviamente i luppoli, che in questa new entry rispondono ai nomi di Citra e Cascade: scelta che apprezzeranno tutti gli amanti delle classiche varietà americane. È disponibile esclusivamente in  fusto.

Chi sulle collaborazioni ha costruito una solida base è il Pork’n’Roll, locale capitolino che non ha certo bisogno di presentazioni. Fin dalla sua apertura Valentino Roccia ha instaurato proficui rapporti con alcuni dei migliori birrifici italiani (e non solo), costruendo una gamma di birre della casa di livello altissimo. L’ultima nata si chiama Roccia Nera ed è realizzata addirittura a sei mani, poiché i birrifici coinvolti sono ben due: l’italiano e pluripremiato Elvo e il tedesco Elch Brau, rientrante tra gli esponenti della cultura brassicola della Franconia. La birra è una Dunkel ed è stata presentata la scorsa settimana, quindi dovrebbe essere ancora disponibile alle spine (anzi alla botte) del Pork’n’Roll.

Restiamo a Roma e continuiamo a parlare di collaborazioni, perché venerdì scorso all’Artisan di San Lorenzo ha debuttato la nuova creazione di Ritual Lab, creata insieme al birrificio North Brewing di Leeds. La birra si chiama Mango Strawberry (4,1%) e il nome dice già molto, perché la ricetta prevede l’aggiunta di fragole e mango in egual misura. La base potrebbe essere considerata una Berliner Weisse, grazie a un 30% di frumento e a una leggera acidità finale (di tipo lattico) che la rende molto facile da bere. Insomma, siamo al cospetto di una Catharina Sour a tutti gli effetti.

Dalla Capitale ci spostiamo in zona Milano, dove sabato scorso la beer firm Muttnik ha sia festeggiato il suo secondo anno di vita, sia il primo compleanno del relativo locale di Sesto San Giovanni, il MIR. Per l’occasione il birraio Lorenzo Beghelli ha voluto lanciare una nuova birra, battezzata Albina (6%). È una White IPA che prevede una percentuale di avena decorticata oltre ai consueti frumento e malto d’orzo, ma anche un’aromatizzazione con scorze d’arancia siciliana. È una creazione decisamente estiva, nel quale emerge l’intensità del bouquet e la forza rinfrescante, amplificata dalla capacità di mantenere totalmente nascosto il contenuto alcolico. Ancora una volta il nome della birra è quello di un cane (quasi) spaziale: Albina contese alla più famosa Laika il ruolo di ospite dello Sputtnik, perdendo la sfida proprio sul filo di lana.

E concludiamo la nostra rassegna con il birrificio Rurale, che negli scorsi giorni ha annunciato la sua Italian Pale Ale (6%). In parole povere si tratta della celebre Terzo Miglio rivista in chiave italica, grazie all’impiego di generose quantità di luppoli Cascade e Bravo coltivati sul suolo nazionale da Italian Hops Company. Una variazione sul tema molto intrigante, che sarà interessante confrontare con la sorella maggiore: il luogo migliore sarà ovviamente Marano sul Panaro, dove il prossimo fine settimana si terrà la consueta Wild Hopfest.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Nuove birre da The Golden Pot, Vento Forte, Brewfist, Eastside e Amerino

Mentre voi eravate (o siete) sotto l’ombrellone o in giro per il mondo a bere …

Nuove birre da Extraomnes, Lambrate, Birrone e altri

Dopo la recente scorpacciata di Brut IPA e altre birre creative provenienti dai birrifici italiani, …

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *