Craft Beer Evolution
Home » Eventi » Anche MoBI lancia il suo corso di degustazione

Anche MoBI lancia il suo corso di degustazione

MoBI - Movimento Birrario ItalianoTra i diversi corsi di degustazione organizzati sul territorio nazionale, molti appassionati stavano aspettando qualcosa di simile anche da parte di MoBI – Movimento Birrario Italiano. Dopo l’anticipazione degli scorsi giorni, ieri è stata ufficializzata una serie di informazioni aggiuntive, tra le quali i nomi dei relatori. Il corso si terrà a Caprino Bergamasco (BG) presso il locale Abbazia di Sherwood in via Cava di Sopra, 20. Il programma si compone di 4 serate che copriranno l’intero mese di novembre. Andiamo a scoprirlo nel dettaglio…

La prima serata si terrà lunedì 9 novembre e verterà sui seguenti argomenti: presentazione di MoBI, le materie prime, la produzione. Saranno degustate 4 birre e i relatori risponderanno ai nomi di Teo Musso (birrificio Baladin) e Leonardo Di Vincenzo (Birra del Borgo).

Lunedì 16 novembre si terrà la seconda serata, incentrata su: le diverse fermentazioni, stili birrari (concetto e antitesi), cenni di birrografia. Anche in questo caso si degusteranno 4 birre, mentre il relatore sarà Giorgio Marconi, responsabile culturale de La Compagnia del Luppolo.

La terza serata, in programma lunedì 23 novembre, entrerà nei dettagli della degustazione, approfondendo le basi e l’esercizio. A condurre la lezione sarà Lorenzo Dabove, meglio conosciuto come Kuaska, che guiderà i presenti anche all’assaggio delle 4 birre previste.

La serata conclusiva di lunedì 30 sarà condotta da Luigi D’Amelio (Schigi), vice presidente di Mobi. L’argomento trattato sarà l’abbinamento, con approfondimenti teorici e pratici. Le solite 4 birre in questo caso saranno accompagnate da altrettante portate ad hoc.

La quota di partecipazione è di 130 euro, che comprende anche 4 bicchieri da degustazione e il testo didattico Le Birre di Kuaska. Ogni serata inizierà alle 21,00. I posti disponibili sono solo 35, quindi se siete interessati affrettatevi, anche perché sicuramente arriveranno tantissime richieste in poco tempo. Per le iscrizioni vi rimando al forum di MoBI.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

birrocco

Ancora eventi per il week end: Birrocco, Local Beer Week e altri

Come ogni venerdì continuiamo il nostro viaggio negli eventi di settembre, che mai come quest’anno ...

Fermentazioni_2016_015

Fermentazioni 2016: il mio (non) resoconto

Come probabilmente avrete notato, negli ultimi giorni l’attività su Cronache di Birra è andata avanti ...

54 Commenti

  1. L’unica pecca, secondo me, è il luogo….davvero troppo fuori mano.

  2. ma a Cagliari non è previsto nulla del genere?
    mamma mia, quando vedo certe iniziative mi rendo conto di dove vivo, che per l’estate vabbè…………. ma l’inverno è dura amici miei fidatevi.

  3. AiPiEi non è vero, da Bologna sono solo 265 km. Io ci sto facendo seriamente un pensierino.

    http://tinyurl.com/nngpjl

  4. @AiPiEi4ever

    aridaje… fuori mano da dove??? da casa tua? vaglielo a dire ad uno di bergamo che è fuori mano

  5. @SR:
    A Bergamo abitano 100 000 persone su 60 e più milioni e praticamente si trova più vicino alla Svizzera che a Torino. Possiamo facilmente concludere che per la media degli abitanti del Nord-Italia è fuori mano. Inutile includere quelli che neanche vivono al nord. Poi non so, magari tu consideri un viaggio breve 300km fra andata e ritorno e altri no (630 totali da Bologna), su questo è inutile discutere. Ognuno organizza dove e quando vuole, anche se permettimi di far notare che si parla di Mobi e non di MobCb (dove “cb” sta per “Caprino Bergamasco”) quindi tutti noi italiani ci aspettavamo un appuntamento più raggiungibile per il volgo extra lombardo.
    Però almeno non scassate se qualcuno fa giustamente notare che, per la maggior parte delle persone (a quanto ne so io non vivono tutti a Bergamo e provincia), si tratta di un posto fuori mano.

  6. Errata corrige: da Bologna sono 530km totali, non 630.

  7. @gaetano.

    a cagliari ci si sta muovendo per organizzare qualcosa, rimani con le orecchie puntate 🙂

  8. @Patatino

    io parlo sempre a titolo personale. cmq grazie del pluralis majestatis. non ci vuole un genio a capire che avere un luogo dove tenere il corso (il primo!) non è affare scontato. non ci vuole un genio ad immaginare le sinergie con un locale di quel tipo. non ci vuole un genio a capire che presso un locale di qualità è facile trovare un bacino di utenza per il corso. non ci vuole un genio a immaginare la consistenza delle casse di MoBI al fine di affittare una sala qualsiasi in altro luogo. non ci vuole un genio ad immaginare la quantità di possibili docenti e la loro diffusione sul territorio. non ci vuole un genio a comprendere le difficoltà di spostamento di questi che (a parte K) fanno un altro lavoro e non ricevono di sicuro rimborsi spese cospicui. non ci vuole un genio nell’auspicare che in futuro altri corsi vengano organizzati in altre località. ma vabbé….

    a me il ragionamento per cui una città con 100k abitanti non abbia diritto ad un corso di 35 POSTI fa francamente girare le palle. quindi seguendo il ragionamento chi sta a Bolzano, a Trento, nelle isole, ci si può attaccare a vita e i corsi si possono tenere solo a Milano-Torino-Bologna-Roma. se Michele è uno che ha piacere ad essere attivo su queste cose non credo si possa farli una colpa se sta a Caprino. se in altre zone italiche c’è questo genere di interesse, visto che stiamo parlando di un’associazione che dovrebbe avere anche dei connotati territoriali nei suoi affiliati, si potrebbero organizzare un gruppo di interessati e in collaborazione col responsabile corsi organizzarne uno premurandosi di trovare il luogo adatto e la giusta fornitura di birre. questa elegia dei grandi centri urbani ve la potevate risparmiare

  9. Sempre @ Sr:
    Non sto criticando il luogo scelto, avrei i miei motivi per farlo (che non riguardano certo Michele nè il suo locale, sia chiaro) ma semplicemente non mi sembra nè il caso nè il luogo nè il ruolo (il mio, da esterno) per farlo e non lo farò.
    Stavo criticando il vostro (plurale, sì, perchè ho letto il topic che Andrea linka a fine post e rispondono tutti con lo stesso tono) modo di rispondere a chiunque abbia alzato questa obiezione che a me sembra più che lecita. Ripeto, forse prima hai colto male l’indirizzo della mia “critica”: Caprino Bergamasco è un posto oggettivamente fuori mano per molte persone. Per me è corretto che lo abbiate scelto (per capirne i motivi “non ci voleva un genio”, anche se pure la trasparenza non fa male) dopo una serie di considerazioni ma è giusto anche che chi vive a 100-200 e infiniti km di distanza possa tranquillamente affermare che per lui è fuorimano. Secondo me ha più possibilità di affermarlo uno di Verona che uno di Palermo. Perché per i suddetti motivi logistici era prevedibile e giustificato che un corso del genere finisse con lo svolgersi al Nord-Italia. Però chi magari non vive in provincia di Bergamo potrà essere rimasto deluso e ritenersi “più fuori mano” di quello che avrebbe sperato.
    Se io domani organizzo un raduno per il club dei Siciliani amanti del tacchino e lo tengo alle Eolie, presumibilmente quello che abita a Messina mi dirà che per lui è fuori mano. Io non me la sentirei di dirgli “vaglielo a dire a chi abita alle Eolie”.
    Saluti, che me vó a laurà.

  10. ancora… va che io non ho deciso proprio un bel niente. ti dico solo come la penso. a me pare naturale la scelta di un locale di fiducia, non da ultimo per la buona riuscita del corso. io personalmente non farei 200 km (andata) per seguire un corso di degustazione a meno che non avessi parecchio tempo libero oltre che le possibilità. il paragone con le Eolie mi pare un emerita schiocchezza. per andare a Caprino non c’è il ponte levatoio. se sei di Verona fai prima ad andare a Caprino che a Milano (al netto del traffico). se fossi di Torino troveresti Bergamo troppo lontana e viceversa. se fossi di Torino troveresti lontana anche Milano. e se fossi di Mantova? ed uno di Genova? e Sondrio? e se stai nel Tortonese? ma che senso ha il tuo discorso? il corso di Caprino ha un bacino che mi pare quello locale con estensione su Milano e la zona a nord est. non mi pare poco. poi ci sono anche eroi tipo te (che ammiro molto, io non lo farei) che vogliono organizzarsi da Bologna, qualcuno addirittura voleva partecipare ad alcune lezioni prendendo l’aereo (che passione!)

    ma poi scusa, se sei di bologna, perché non ti attivi per sondare la possibilità di farne uno da te? purtroppo (o per fortuna) la storia della birra artigianale italiana è legata alla territorialità, ci sono luoghi in cui grazie alla presenza di birrifici e locali si è anche concentrato un maggior numero di appassionati. io il corso UB l’ho fatto a 10 min da casa mia e non abito in città. io capisco che abitare in certe zone ti girano un po’ le balle, ma prendersela con chi è più vicino a certi luoghi mi pare sciocco. anche a me piacerebbe mangiare il pesce freschissimo e pagarlo la metà al mercato ma mica me la prendo coi liguri se da me non c’è il mare

  11. Continuiamo a non capirci. Io non contesto la scelta del luogo (non lo farei qui, almeno). Non contesto chi abita in provincia di Bergamo. Sto criticando le tue risposte a chi parla di “fuori mano”. Sto criticando anche le altre, perché ho letto quel famoso topic e ho visto più di una persona che faceva passare per pazzi altri che si lamentavano di aver scelto un luogo (nel senso di paese, non di pub) accessibile facilmente a un circolo ristretto di persone. Però visto che qui si parla dei nostri interventi fai conto che critico solo la tua risposta ad AiPiEi. Ha sbagliato nel definire Caprino Bergamasco, comune (lo è?) in provincia di Bergamo, fuori mano?
    Inutile rispondere che non lo è per i bergamaschi, perché mi pare scontato e perché il corso nelle sue premesse sembra il 1° corso ufficiale di un movimento che si sponsorizza italiano, nel senso che riguarda l’Italia tutta. Per motivi logistici è chiaro che va fatto nel nord Italia ecc..ecc.. e questo è chiaro come poche cose. Non è il corso ufficiale del Movimento di Bergamo. Fosse stato sponsorizzato così sono sicuro che nessuno avrebbe accusato il corso bergamasco di essere fuori mano perché tenuto appunto in provincia di Bergamo.
    Possiamo definire Caprino Bergamasco “fuori mano” per tutti gli abitanti del nord non residenti in Lombardia e forse anche non residenti nella provincia di Bergamo, molto più di quanto lo sarebbero mille altri comuni (non per forza città)?
    Appunto: io non possiedo nè gestisco alcun locale quindi “da me” significa a casa mia. Volentieri, però avrei doveri di ospite quindi le birre sarebbero solo provenienti dalla mia cantina personale.

  12. @ Patatino

    >> Possiamo definire Caprino Bergamasco “fuori mano” per tutti gli abitanti del nord >> non residenti in Lombardia e forse anche non residenti nella provincia di Bergamo, >> molto più di quanto lo sarebbero mille altri comuni (non per forza città)?

    No.
    Puoi continuare a sparlare, ma stai solo dicendo una marea di vaccate.
    Caprino e’ a 20 minuti dall’autostrada piu’ frequentata di lombardia e forse d’italia.
    Te parli di gente fuori lombardia, che magari si farebbe gia’ 2-3 ore di autostrada per arrivare, cosa cambierebbero 20 minuti in piu’? Nulla.
    Credo che 5-6 milioni di italiani siano a non piu’ di 1 ora e mezza di macchina da quel bar, ti sembra poco?
    Per me stai delirando, trova almeno una scusa sensata per dargli contro (e qualcuna ci sarebbe pure ma probabilmente non ci arrivi)

  13. Come primo corso secondo me la scelta del posto di fiducia e’ piu’ che condivisibile, in fondo sono 35 posti. Bello vedere che ci sia “fame” di corsi in giro. Piu’ che altro mi pare un po’ caro, circa il doppio (considerato costo/lezione) di quello di UB e ADB.

  14. @tutti Questo è il PRIMO corso MoBI di degustazione, non sarà l’ultimo, e non saranno tutti a Caprino. :))
    Quindi per chi è un po’ fuori mano, basta avere un po’ di pazienza…ma intanto fatevi sentire, e vedrete che arriveremo un po’ dappertutto!

  15. io non capisco perchè si debba litigare con toni veramente infantili.

    a parte che gli organizzatori possono fare un corso dove gli pare e piace, è ovvio che lo faranno dove è più comodo ai docenti, che essendo non professionisti dovranno far coincidere i loro mille impegni di vita con le giornate del corso., 35 posti sono veramente pochi e verranno occupati in un batter d’occhio.
    quindi patatino è molto meglio che magari con un gruppo di amici cerchi di stimolare qualche possessore di grosso pub per far partire un iniziativa del genere magari facendo tu da anello di congiunzione tra un associazione come Mobi,UB o Adb e il locale che dovrà ospitare l’evento, insomma non bisogna essere sempre spettatori passivi degli eventi a volte si può provare ad essere protagonisti.

    @tutti sarebbe meglio utilizzare toni meno aspri no ?.

  16. Dalle parti di Abbiategrasso!!!Lo voglio li!!

  17. @tutti

    ringrazio saerdna per avere esplicitato il pensiero. a patatino aggiungo che le critiche che tu fai a caprino si potrebbero fare anche se tu scegliessi cornaredo visto che non è il movimento di milano, né di nessuna città, visto che il bacino di utenza c’è e non si capisce perché gli abitanti di alcuni centri urbani debbano essere di categoria superiore a quelli di altri o a chi vive in provincia. tu pensala così, io la trovo una mentalità fastidiosa. ringrazio anche pistillone che ti ha spiegato cosa intendevo, che non era una bevuta a casa tua, ma l’idea di partecipare attivamente all’organizzazione di un corso che come ti dice Darkav non è l’unico. il prossimo potrebbe essere sotto casa tua (non A casa tua…)

    @aipiei

    va che due anni fa UB l’ha fatto a vigevano… eri forse più vicino di me…

  18. si lo so. Ma prezzo troppo alto, se non ricordo male più di 200 euro e troppe serate…
    tengo famiggghia!!!

  19. sì, non era esattamente economico, ma per il numero di lezioni corretto e, anche se perfezionabile essendo il primo, valido. cmq a 10 km anche con famiglia, per unsera alla settimana, quando ti ricapita? 🙂

  20. 24 settembre 2009 alle 10:10:58 Darkav

    @tutti Questo è il PRIMO corso MoBI di degustazione, non sarà l’ultimo, e non saranno tutti a Caprino. 🙂 )
    Quindi per chi è un po’ fuori mano, basta avere un po’ di pazienza…ma intanto fatevi sentire, e vedrete che arriveremo un po’ dappertutto!

    Questa è la risposta che trovo più adatta e logica alle domande mosse. Meno male!
    Anche io ringrazio Saerdna per aver parlato di “deliri” e “vaccate”. Che pena 🙂

  21. @sr

    si infatti, era soprattutto il fattore economico a scoraggiarmi.

  22. Dopo tutto quello che avete detto di Teo gli fate condurre una lezione
    complimenti per la coerenza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  23. Lallo, perdio! Dì qualcosa!!!

  24. @seppi
    gugol ti è amico.
    Trovami un passo in cui ho scritto che Teo non sa fare le birre.
    Se non lo trovi , inventalo, ma lascia in pace la foresta pluviale.
    E bevi un po’…http://tinyurl.com/6eavwg 😉

  25. no seppimarco forse confondi quando qualcuno diceva “Io, da oggi, non berrò più una birra di questi birrifici.” riferendosi agli affiliati Assobirra.

    fate le degustazione con teo ma senza le baladin ?.

  26. @ pistillone:
    cosa intendi per “fate le degustazione con teo” ?
    i birrai li hanno invitati a parlare di produzione, mica per fare un corso di degustazione (e ci mancherebbe altro…). e visto che tra gli argomenti c’e’ “Presentazione di MoBi”, immagino che ci sara’ qualcuno di MoBi, che poi introdurra’ anche la degustazione.
    Questo a logica, ma vedo che non manca solo a Chuck Norris e seppia

  27. @seardna.

    senza andare a cercare eroi dei telefilm e abitanti del mare, sta scritto questo :

    La prima serata si terrà lunedì 9 novembre e verterà sui seguenti argomenti: presentazione di MoBI, le materie prime, la produzione. Saranno degustate 4 birre e i relatori risponderanno ai nomi di Teo Musso (birrificio Baladin) e Leonardo Di Vincenzo (Birra del Borgo).

    se i relatori sono Teo e Leonardo, uno immagina che saranno loro a presentare tutta la serata.

    questa è logica.

  28. si ma berranno birre che sono state prodotte prima di entrare in AB, quindi e’ ok

  29. @pistillone:
    quindi tu quando vai ad un qualsiasi evento, convegno, lezione eccetera, dove sulla locandina trovi scritto che cicciobombocannoniere e’ il relatore, ti aspetti di trovarti solo lui? oppure c’e’ sempre qualcuno che introduce, modera, presenta i relatori?
    anche ai corsi ub c’e’ sempre stata una figura del genere, e non capisco perche’ in questo caso non debba esserci.
    mah, comunque tutto sto parlare che fate di sto corso e di MoBi, sperando che gli faccia male, a me sembra che gli faccia solo pubblicita’ gratuita.

  30. ho googlato:mobi
    Postato: 16 Sep 2009 alle 13:46
    domanda:era solo per sapere se c’era qualche birra AB!
    schigi: Lo escludo.

  31. @seardna mi sà che tu soffri di qualche rara forma di sindrome di persecuzione.
    trova una sola parola dove ho parlato male del corso! puoi dire quello che vuoi ma prassi vuole che vengano inseriti i nomi dei docenti del corso ed anche moderatori o conduttori della serata se eventualmente presenti.
    non è una regola ma le cose funzionano in questo modo un pò da tutte le parti.
    se durante il corso ci saranno altri docenti ben vengano!.
    ma a questo punto perché non indicare anche il nome di chi presenta gli “ospiti”, o del docente che seguirà la fase di degustazione ?.
    smettila di insultare gli altri solo perché pongono questioni o dubbi, si possono difendere le proprie ragioni anche con un uso civile della lingua Italiana e grazie al cielo non siamo ancora in regime di pensiero unico.

  32. @pistillone

    se hai visto, è stato annunciato che la prima serata sarà presente il presidente MoBI. nel corso UB era sempre presente il responsabile corsi e la cosa non era specificata nel manifesto. mi sembra che questa lana caprina non porti lontano

  33. @pistillone: ah quindi io, dicendo che chi cerca scuse assurde per criticare un corso che non si e’ ancora svolto gli sta facendo solo pubblicita’ gratuita, ti sto insultando?
    perche’ ad un certo punto, quando si esauriscono gli argomenti si passa subito all’uso civile della lingua italiana, al regime di pensiero unico, ecc ecc?
    a me sembra ovvio che la prima lezione di un corso MoBi ci sia qualcuno oltre a Matterino Musso e Leonardo Di Vincenzo. se per te non e’ ovvio, ripeto, credo siano problemi di mancanza di logica, o di voglia matta di far pubblicita’ ai corsi MoBi.
    per me finisce qui, adios

  34. @seardna

    questo è quello che hai scritto tu in questo blog.
    ————————————————————————————————-
    No.
    Puoi continuare a sparlare, ma stai solo dicendo una marea di vaccate.
    (cut.)
    Per me stai delirando, trova almeno una scusa sensata per dargli contro (e qualcuna ci sarebbe pure ma probabilmente non ci arrivi).
    ————————————————————————————————–
    complimenti se questo è per te dialogare con il prossimo siamo veramente messi male, la cosa triste è che questo modo di scrivere è anche condiviso da SR.

    @SR, io non ho letto altri post mi riferisco solo a quello che ha qui riportato Turco, bastava semplicemente dire,:” ci siamo scordati di indicarlo,rimediamo subito.”, anzichè arrimpiacarsi sugli specchi, anche perchè chiunque legge per la prima volta questo annuncio pensa che chi sarà presente per tutta la serata sarà Teo e Leonardo.

  35. credo che i lettori di Cronache abbiano se non un QI, quantomeno una perspicacia superiore alla tua e ci fossero arrivati da soli a capire che “Presentazione di MoBI” l’avrebbe fatto uno di MoBI…

  36. x SR:
    …ma per quanto ne so io o un lettore qualunque, i due nominati potrebbero anche essere associati Mobi; non credo tutti sappiano a menadito la lista dei tesserati… fraintendere è possibile, no?

  37. zucca, a maggior ragione. i vari peli di lana caprina nell’uovo sono sostanzialmente di persone a cui sta sulle balle schigi -> MoBI, che è legittimo, ma allora meglio parlare direttamente di quello

    una persona normale se legge il manifesto valuta il prezzo, il programma e magari vuole sapere il nome dei docenti. una volta usciti (come giustamente deve essere), non fa altro che constatare che Teo e Leo sono dei big per la lezione che devono svolgere. se c’è una presentazione di MoBI, se sei dotato di un paio di grammi di materia grigia, si capisce che qualcuno di MoBI ci sarà… chiunque esso sia. secondo me indicare o meno la presenza di un rappresentate o moderatore alle lezioni non serve a niente, conta l’insegnante. se poi uno è al corrente delle varie diatribe, se ha un filo di cervello, IMHO apprezza il fatto che nonostante contrasti e divergenze si possa collaborare su singole iniziative. io me lo aspettavo. altri invece credono che se uno critica l’operato o le scelte di qualcun’altro, debba per forza odiarlo e cercare di annientarlo in ogni altra cosa. dimostrando di aver capito davvero poco dello spirito che anima una parte degli appassionati birrofili italiani

    cmq tagliamo la testa al toro. tutti, e credo proprio TUTTI, concordano da tempo sulla bontà dei corsi UB. il corso MoBI all’incirca si può assimilare alla versione crash del corso UB di I livello

    qualcuno fra pistillo, seppi, ciccio, chuch, ecc. mi sa trovare il nome dei relatori in queste pagine?

    http://www.unionbirrai.com/corsi/index.php?num=15
    http://www.unionbirrai.com/corsi/index.php?num=16
    http://www.unionbirrai.com/corsi/index.php?num=8

    grazie

  38. @SR
    capisco la poca dimestichezza con l’organizzazione di manifestazioni, ma non puoi spacciare delle semplici domande, con la volontà di annientare, distruggere e blah blah blah…dopo che lo ripeti 4 volte diventa stucchevole.
    a chi fà domande penso che non gli interessa se UB tempo fà faceva gli stessi errori di comunicazione che ora fà mobi, anche perchè non costa nulla aggiungere 2 righe in più su una comunicazione del genere punto.

  39. x SR
    trovo il tuo discorso un pò sconclusionato. Dietrologie, sospetti di rancori, presunzione che noi si debba sapere a chi sta sulle scatole schigi; che poi poverino, mi chiedo come mai visto come ha accolto me… 😀

    Escludendo le polemiche e discutendo civilmente, se ci si riesce, volevo fare appello al vostro modo di agire: voi di Mobi – ho letto qui – siete sempre attenti quando ci sono manifestazioni birrarie ed eventi e vi siete sempre mossi per chiedere dettagli chiari, delucidazioni; anche di recente, leggevo di una manifestazione dove non era chiaro se i birrifici presenti fossero lì solo con le spine o anche con i birrai e vi siete mossi con richieste di chiarezza a beneficio dei consumatori, e lo avete scritto qui non appena avete avuto riscontro.
    Questa è una cosa ottima, positiva, la parte veramente sana della vostra associazione. Che voi facciate lo stesso ce lo aspettiamo, capisci?
    Poi dirai “è scontato” “dovreste saperlo se seguite…” ma le informazioni aggiuntive non sono mai un male, no?
    Le polemiche e i trollaggi anche sotto la pubblicità del vostro corso non vi rendono onore. Potreste essere tanto meglio di così, ma veramente non ambite ad una comunicazione più amichevole?
    Ti assicuro che io non ho intenzioni negative nelle discussioni qui, e non ne avrei verso schigi se non si comportasse come Sgarbi morso da Cujo.
    Pensa che mi sarei iscritta volentieri, sembra un corso bello e avrei avuto sia il tempo che la possibilità… solo che non mi sentirei la benvenuta vista l’aria che tira qui.
    Sono certa che ai 35 ci arriverete senza problemi, comunque.

  40. la qualità delle domanda dipende anche dalla cilindrata cranica. in mancanza di requisiti minimi ogni domanda è lecita, persina la più sciocca e pretestuosa. ora, nell’intento di sfilarmi, asciugato fino all’osso, vi do ragione su tutto. vi pregherei solo di non usare il voi con me, visto che rappresento a malapena me stesso e le mie idee. sempre che non sia un’eccessiva forma di rispetto nei miei confronti, nel qual caso ringrazio

  41. @Zuccherina
    Dai iscriviti così dai un parere sul corso. Così non ce la cantiamo e ce la suoniamo da soli. E poi con dei docenti così una persona open minded dovrebbe solo guadagnarci.
    Non siamo così brutti come ci dipingono…oddio forse sì… celo dirai tu.
    Spero di vederti là.

  42. Open minded… sei il solito venduto

  43. SR
    ho usato il “voi di Mobi” perchè credo tu sia associato e stavi intervenendo come tale. Non ti ho investito di cariche o responsabilità, e non ti ho interpellato con richieste specifiche ma solo parlando genericamente di metodi comunicativi.

    Poi se vuoi continuare a comunicare sul piano delle “cilindrate craniche” “domande sciocche e pretestuose” ecc ecc, ti lascio senza dubbio il premio dell'”arguing on the internet”, non concorro di certo per quello, non è il mio livello e credo di sia ormai inteso.
    Insultare e polemizzare su internet è come scrivere con le abbreviazioni sms; universalmente ritenuta comunicazione di bassa lega, c’è sempre qualcuno che crede di averne il diritto e che sia non solo lecito ma anche divertente. In realtà è un linguaggio triviale per farsi comprendere solo da pochi e schifare dalla gente con “cilindrata cranica sufficiente”.
    Divertitevi al corso, spero che lì Mobi porti il Dr Jekyll, ché la sua controparte la abbiamo conosciuta tutti abbastanza direi.

  44. e sbagli. perché fino a prova contraria le prese di posizione di un’associazioni vengono fatte dai suoi rappresentanti. io sono al momento associato, ma rappresento a malapena me stesso come si desume dai componenti del comitato direttivo, e come tale esprimo opionioni personali, che possono riguardare anche l’operato di MoBI, come di chiunque altro, e potranno in futuro anche essere negative. la stessa cosa accadeva quando ero associato UB (non ho mai condiviso la commistione di produttori e consumatori da anni prima della nascita di MoBI) senza che ne nascesse una ditriba stucchevole di dozzine di post su opionioni che sei liberissima di non condividere. erano altri tempi

  45. @SR
    Eh sì, erano altri tempi, altro che moderatori…e mr hide…
    Una come zucca se si presentava su IHB ne usciva in lacrime dopo due post.

  46. @schigi
    ci siamo imborghesiti. ma sono i tempi che cambiano…

    @zucca
    dai non fare la preziosa, iscriviti al MoBI. vedrai che poi ti diverti, ci sono anche dei moderni moderaroti. uno era schigi, pensa te, ma con un abile applicazione della psicologia strategica sono riuscito a farlo dimettere dalla carica… 🙂

  47. x SR
    Sai che non ti capisco?
    Iscriviti al Mobi cosa? All’associazione? Al corso? Al forum? Moderaroti è un refuso o un calembour che non ho capito? O.o
    x Schigi
    Non c’è due senza tre, vedo, sull’immaginare chi e cosa sono senza sapere nulla, lacrime? Non sai quanto sei lontano dal vagamente immaginare quanto posso sapermi barcamenare tra newsgroup, trollettini da due soldi e internet. Sei tenero quando sei così ingenuo alle volte. ^__^ Pciù!
    Bello però questo thread che doveva essere una pubblicità ad una vostra attività. E’ venuto fuori un gioiellino.

  48. @zucca
    boh, fai te. al corso cmq ti devi sorbire solo schigi, che io non ci sono, forse ti conviene. come secondo lavoro porto l’itagliano oltre i bastioni di orione. il neologismo è il mio mesiere. le mie dita fugaci sono i pistoni del mio 10 cilindri a V cranico

  49. @Zucca
    Mi citi un tuo contibuto che sia OT in questo forum.
    Parlo di segnalazione di birre, commenti alla degustazione, consigli.
    Non risolini e bacetti da cerebrolesa.

  50. Intendevo IT, ma parlando del vuoto pneumatico fatto estrogeno, sbagliarsi è facile.

  51. e intendevo blog…anche se, non so con quanto piacere dell’autore, il confine sta diventando labile.

  52. Sì schigi, direi che hai colpito nel segno, perché se avevo voglia di gestire un forum, non mi impegnavo a tenere aggiornato un blog. E visto che questo contesto sarebbe più indicato per commenti inerenti l’argomento del post che per battibecchi tra i lettori, direi che ultimamente l’andazzo mi piace poco. Evitare le polemiche è impossibile e anche poco sano, ma quando raggiungono una frequenza esagerata l’atmosfera diventa pesante… e questo non mi piace. Quindi invito ognuno a limitare le esternazioni di carattere personale, che tra l’altro penso interessino fino a un certo punto. Per chiarimenti di questo tipo esistono mezzi più diretti ed efficaci che i commenti di un blog.

  53. Ciao andrea mica mi fà piacere leggere il tuo intervento.
    i post li leggi tu, gli insulti personali li fai passare tu.
    quà si parla di persone senza cervello come se SR e schigi in virtù di non sò quali qualità intellettuali possono sparare a zero su tutti!, seplicemente GROTTESCO.
    se schigi (e non sò se parla a titolo personale ma come vicepresidente di Mobi) si permette di insultare cosi liberamente, chiunque non faccia parte del suo movimento leccaculi, si sente offeso quando qualcuno gli fà notare che si comporta come un buzzurro,troll da strapazzo mi fà molto pensare sul futuro del tu Blog, è qui non c’e’ OT che tenga.

    continua cosi’ schigi , ti qualifichi per quello che sei, e non serve un genio per capire che fine farà MOBI sotto al tua guida.

    si nota che c’e’ un signore che spara a zero su persone e aziende, fai il garante e poi l’inquisitore di tutti, poi basta omaggiarlo come si evince dai fatti cambia immediatamente idea, campione di coerenza! già mi immagino una fulgida carriera politica.

    #zucchina non hai capito come entrare nelle grazie di schigi offrigli un aperitivo e vedrai che sarà molto più docile nei tuoi confronti la prossima volta e magari verrà a difenderti in questo blog quando qualcuno ti vorrà denunciare alla postale o ti darà della cerebrolesa.

  54. @pistillone
    A me invece non fa piacere leggere il tuo di commento, perché continua sul trend che ho appena chiesto di evitare. Allora adesso lo spiego chiaramente: a me delle vostre beghe personali e delle vostre reciproche antipatie non frega una ceppa, e penso che la stessa cosa valga per la maggior parte degli altri (pochi) lettori del blog.
    Non tollero che in aggiunta mi si venga a dire come devo moderare il sito, che cerco di fare nel miglior modo possibile lasciando spazio a tutti, almeno finché non se ne abusa. Cosa che ora sta succedendo, per cui da adesso i commenti in questa pagina sono chiusi.