Craft Beer Evolution
Home » Eventi » I 10 anni del concorso XMAS per homebrewers

I 10 anni del concorso XMAS per homebrewers

UnionbirraiCome già apparso su Fermento Birra dell’amico Nicola Utzeri, a dicembre tornerà uno dei più importanti concorsi per homebrewers d’Italia. Si tratta di XMAS 2009, che quest’anno festeggia addirittura la sua decima edizione: si tratta infatti del “papà” di tutti i concorsi italiani del genere. Come nelle passate edizioni, i concorrenti dovranno misurarsi su uno stile specifico: dopo le IPA del 2008, anche stavolta si rimarrà fedeli all’ispirazione di stampo anglosassone, cercando di realizzare la migliore incarnazione delle Bitter, forse la “birra inglese” per antonomasia.

L’evento si terrà domenica 20 dicembre 2009 presso il Birrificio Italiano di Lurago Marinone (CO), organizzatore di XMAS insieme al Birrificio Rurale e a Unionbirrai. La giornata non si limiterà al solo concorso, ma sarà una grande festa per tutti gli appassionati, che potranno sollazzarsi con alcune Bitter alla spina provenienti dall’Italia e dall’estero: ci saranno la Rochetta’s Best di White Dog, la Milady di Rurale, la Niña di Baladin e la Bitter di Ridgeway. Ad esse si aggiungeranno tutta la linea del Birrificio Italiano e una serie di chicche birrarie da non perdere.

Il programma della giornata è davvero ricco: l’inizio della manifestazione è fissata alle 9,30, dalle 11,30 sarà aperta la cucina con piatti pensati per l’abbinamento con le Bitter, alle 14,00 è prevista una visita all’impianto di produzione, alle 15,00 le premiazioni del concorso, alle 16,00 la chiusura dell’evento.

Segnalo poi un appuntamento collaterale davvero imperdibile. Alle 10,00 presso il Centro Anziani si terrà un convegno con degustazione guidata dello stile Bitter in collaborazione con i birrifici presenti e con l’importatore Ales & Co. Ospiti del laboratorio saranno Steve Dawson (White Dog), Giovanni Campari (Ducato), Stefano Cossi (Thornbridge), Teo Musso e/o Palli (Baladin), Agostino Arioli (Birrificio Italiano), i birrai del Birrificio Rurale e Lorenzo Fortini di Ales & Co. La quota di partecipazione è fissata a 10 euro a persona (60 posti disponibili).

Tornando al concorso nello specifico, una giuria di esperti valuterà la migliore Bitter proclamando il vincitore, che sarà ricompensato con la possibilità di produrre la propria ricetta presso l’impianto del Birrificio Rurale insieme ai birrai. La birra realizzata sarà presentata e commercializzata al pubblico durante l’Homebrewing Open Day che si svolgerà presso lo stesso birrificio il 28 marzo 2010 (data da confermare).

Molto interessante è un incontro propedeutico al concorso, che Atelier Birra ha in programma per mercoledì 21 ottobre 2009 presso il Centro Anziani di Lurago Marinone: sarà presentato lo stile oggetto del concorso e saranno spiegate alcune tecniche produttive per realizzare la migliore interpretazione possibile delle Bitter. Durante l’incontro sarà prevista anche una degustazione di alcune birre a tema.

Per chi fosse interessato a partecipare, le iscrizioni dovranno essere formalizzate online sul sito di Unionbirrai – dove sarano presenti tutti i dettagli – a partire dal 10 novembre 2009 entro e non oltre il 10 dicembre 2009. Le birre andranno consegnate presso il luogo del concorso entro mercoledì 16 dicembre 2009 oppure spedite non prima del 12 dicembre 2009. Il costo di partecipazione è di 10 euro (5 per gli associati UB) per birra iscritta a concorso.

Preparate fermentatori e ingredienti perché quello di domenica 20 dicembre sarà un grandissimo evento a cui tutti sono invitati a partecipare, anche se non hanno la passione dell’homebrewing.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

birrocco

Ancora eventi per il week end: Birrocco, Local Beer Week e altri

Come ogni venerdì continuiamo il nostro viaggio negli eventi di settembre, che mai come quest’anno ...

Fermentazioni_2016_015

Fermentazioni 2016: il mio (non) resoconto

Come probabilmente avrete notato, negli ultimi giorni l’attività su Cronache di Birra è andata avanti ...

62 Commenti

  1. Ma “I Birrai del Birrificio Rurale” hanno anche loro un nome o sono un’associazione segreta? 😉

  2. @schigi
    La stessa cosa che mi sono chiesto anche io leggendo (e riadattando) il comunicato ufficiale 🙂

  3. io ho provato la seta del birrificio rurale..non mi e’ piaciuta propio! non tutte le ciambelle escano col buco!

  4. lallo, perché?!?

  5. una birrettina poco corpo..che non mi dice niente! non lo nemmeno finita! nella stessa sera ho degustato la edenblanche del bir. orso verde stesso stile…ma che differenza!

  6. beh Lallo, anche io preferisco la Eden, però non è così grama… sono appena partiti, dagli tempo!

  7. un plauso per la scelta di far fare l’esperienza di una cotta con professionisti come già successo per stranabirra
    trovo l’idea veramente eccellente ed è quel tipo di esperienza che può far drasticamente migliorare le produzioni di un Homebrewer

    ovviamente la mia bitter è in fase di studio e spero che il dryhop con luppoli freschi faccia la differenza!.

    che vinca il migliore :)!

  8. simone monetti

    La giuria si prepari ad una mia realizzazione.
    Voglio fare la cotta nel silos di Beppe (Serafini) e Silvio (Coppelli)!

  9. @Pistillone

    Hai appena dichiarato che mai e poi mai parteciperai ad un concorso con me in giuria!
    Ehm…ti devo dare una pessima notizia…

  10. @schigi
    nel sito UB
    non ho letto da nessuna parte ne la parola mobi organizza questo evento.
    inoltre io non ho detto che mai e poi mai parteciperò ad un concorso con te in giuria, ho detto che non mi fido della tua imparzialità e di quella dei tuoi fedelissimi e a ben ragione visto come ti comporti con le persone che non ti stanno molto simpatiche.
    l’organizzazione è di UB quindi non credo che possano filtrare facilmente info su alcuni partecipanti.
    comuque nella peggiore delle ipotesi manderò la birra sotto mentite spoglie con un nik name a caso che del tipo uhm…che ne pensi di Kurt Heentelar ??

    detto questo perchè non la smettiamo di ammorbare questo blog che costa tanta fatica a turco con i nostri battibecchi?

  11. @Pistillone
    Facendo da avvocato del diavolo,ricordo però che Schigi ha dato del tutto imparzialmente un ottimo giudizio della birra che avevi portato al Bi-Du per Stranabirra,com’era giusto che fosse.

  12. ah, ah…scherzavo, comunque….
    quando mi chiamano quelli?

  13. @pisti

    adesso, seriamente, ma tu credi davvero che un essere umano provi più soddisfazione a cassare una tua birra ad un concorso HB (e non può visto che si fanno alla cieca, senza se e senza ma) rispetto a quella di essersi messo alla prova (ribadisco: alla cieca) e di sapere di aver fatto del proprio meglio? cioè, non è che ti dai un tantino troppa importanza? va che alla fine sei uno dei tanti che si fa la birra in casa col pentolone e hai piacere a metterti in gioco, tutto qui, mica devi far lavorare la nuova linea d’imbottigliamento…

    ma dai.. finché si scherza ok, ma basta con ‘ste paranoie. manco gli avessi tamponato la mini apposta! 🙂

  14. @pisti
    <l’organizzazione è di UB quindi non credo che possano filtrare facilmente info su alcuni partecipanti.>

    ho visto cose che voi umani… 😀

  15. x SR
    Mi intrometto data la mia esperienza qui negli ultimi tempi: la tua logica non fa una piega. Perchè una persona dovrebbe rischiare di tentare di gettare discredito su qualcuno, rovinarsi la faccia comportarsi in maniera scorretta per il solo gusto di dare fastidio ad una persona che nemmeno si conosce personalmente? Gli darebbe troppa importanza, dici.
    Eppure qui è successo. E non solo a pistillone. Come la mettiamo? Camicia di forza? O mi devo sentire molto importante?

  16. @zucca

    ma di che stai parlando? vaneggi? stappata una De Molen di troppo?

    non divaghiamo please sulle simpatie personali e cerchiamo di stare sul pezzo. io ho fatto 3 volte il giudice per UB: una volta a Birra dell’Anno e due volte al concorso HB di Lurago. in nessun caso ho avuto la minima possibilità di conoscere la birra che mi veniva sottoposta

    ho fatto una volta il giudice per MoBI a Miss Pasturana, allo scoperto (cioè non alla cieca), nel pieno della bufera dell’adesione ad AB di storici birrifici artigianali italiani, e gli infingardi giudici mobbisti hanno eletto Miss Pasturana… la Nora di Baladin! quanta malafede!

    che vuol dire “eppure qui è successo”? CDB è un blog o un concorso web di birre? mi risulta, fino a prova contraria, che tu sia una persona che esprime opinioni da cui posso dissentire, mica una birra ad un concorso…

  17. @SR cit.”fino a prova contraria, che tu sia una persona che esprime opinioni da cui posso dissentire, mica una birra ad un concorso…”

    Caro SR, e la vorrei chiudere qui.
    riflettete sul fatto che non avete mai fatto mea culpa e qui ci metto serdna e schigi, per gli insulti ripetuti indirizzati a chi non la pensa come voi.
    pensarla diversamente non significa dare del cretino al prossimo.
    il fatto che poi siete amiconi vi spinge spesso a fare quadrato tra di voi acriticamente anche quando vi ponete in posizioni indifendibili.

    e voglio evitare per il rispetto che ho per questo bel blog e per turco inutili discussioni e di argomenti nei avrei veramente tanti.

    quindi la finiamo ? leggi il commento n. 10 , ti pare attinente al post del blog ?, chi l’ho ha scritto?.
    capisco che per certi versi può sembrare una simpatica provocazione però si porta giustamente dietro una serie di flame che interessano a pochi.

  18. Grazie delle precisazioni, SR: io non so bene come si svolgano i concorsi, dici che le birre nel bicchiere arrivano in forma anonima.
    Quindi il commento 12 di Lorenzo non sta in piedi, se a schigi è arrivata una birra anonima l’avrà votata perchè buona, nel massimo dell’imparzialità, in un concorso non indetto da Mobi. Non lo ha fatto certo per essere imparziale sapendo di chi era la birra, deduco.
    Interessante.
    Ma ad un concorso Mobi le bottiglie chi le prende, con gli indirizzi e i nomi dei partecipanti? Il fattorino? La segretaria? Non credo sia un’associazione COSI’ rappresentativa.
    Credo che il punto specifico sia che qualcuno che è nell’organizzazione può sicuramente sapere di chi è la birra, gli ingredienti, lo stile e quando gli arriva nel bicchiere può anche riconoscerla. O no? Quindi se il concorso è organizzato da altri, i giurati possono essere chiunque, non c’è da temere parzialità per il discorso fatto da te.
    Ma se è organizzato proprio da chi ti sputa addosso senza motivo alcuno è da sciocchi anche solo pensare di partecipare.
    Siamo in Italia e siamo italiani, la grettezza che contraddistingue molti è spesso dimostrata in tutti gli ambienti, non venitemi a paventare imparzialità draconiane nei concorsi, specie da parte di chi ha fatto degli show assurdi nei confronti non solo di pistillone ma che ho toccato anche io con mano: mi vien da ridere.
    Se si è lividi, rosiconi, maliziosi e inventori di cose di sana pianta in determinati casi, non si è di colpo perfetti onesti e imepccabili in altri campi. La vita mi ha insegnato che chi è trasandato in casa lo è nel lavoro, chi è impeccabile e matematico nella vita lo è in tutto quello che fa ecc. Perchè qualcuno dovrebbe fare eccezione?

  19. @DanZucch
    Anche dopo la chiusura del concorso,in cui Pistillone è arrivato secondo,sia al pub di Beppe che su internet,Schigi si è complimentato con lui per la birra.

  20. @SR
    Stefano per favore evitiamo termini che possano risultare antipatici, tipo “vaneggi”, o allusioni a abuso di birre di De Molen, che a me tra l’altro neanche fanno impazzire 🙂
    Cerchiamo di mantenere un rilassato scambio di vedute
    Amen

  21. @pisti

    secondo me con un po’ di sforzo ci si riesce a distinguere fra provocazioni e battute. per chi avesse cmq difficoltà il commento 13 dovrebbe venire in aiuto. altro che mea culpa (che non è all’ordine del giorno), qua ci sarebbe da rincarare la dose. ma meglio non andare OT

    @zucca

    e tornare quindi al tema del post. zucca, mi fai sinceramente venire il latte alle ginocchia, soprattutto con la deriva qualunquista finale. primo: prima di lanciare accuse strampalate, rifletti sugli enormi interessi in gioco ad un concorso hb… ma per favore… secondo: qualsiasi concorso hb organizzato da chissà chi prevede la spedizione anticipata o la consegna in loco all’organizzazione dello stesso. questi si premura di registrare le birre e assegnare un numero identificativo. successivamente l’organizzazione stessa provvedere a servire ai giudici, già nel bicchiere, la birra numerata. la giuria procede quindi al giudizio complando la scheda ed indicando il numero. se è previsto un round finale con le birre finaliste, si procede in modo analogo. l’imponente organizzazione, oltre alla giuria, prevede 4 o 5 volontari ed un locale che ospita la manifestazione…

    ovviamente, alla fine del concorso, ad ogni numero viene asseganto un nome. e se la birra n° 12 l’ha fatta pistillone e a schigi è piaciuta e l’ha valutata bene in giuria, può dirlo durante la premiazione anche se pistillone gli sta sulle balle. questo è accaduto a Stranabirra (che non è un concorso organizzato da MoBI, ma dal Bi-Du stesso per inciso)

    NB: tutto questo non è una procedura segreta, sono 10 ANNI che i concorsi hb vengono fatti così, con piccole variazioni di concorso in concorso se ci suono dei suggerimenti. nessuno, nella marea di polemiche di questi 10 anni sulle pecche dei concorsi, si è mai sognato di mettere in dubbio la “cecità” dei concorsi, ora bella bella arrivi tu senza nemmeno avervi mai partecipato… dico io: ma magari, informarsi prima di sputare accuse a vanvera? ti faccio anche notare che con le tue affermazioni stai insultando e gettando fango sul lavoro di decine di giudici, di volontari, su associazioni come UB e MoBI e sui locali che hanno ospitato tali concorsi con l’unico obiettivo di dare spazio alla cultura birraria e alla passione dell’hb e di creare delle giornate di puro divertimento

    se a pistillone sta sulle balle schigi o MoBI fa bene a non partecipare. ma per questo motivo, non perché essendo pistillone verrebbe penalizzato. perché la giuria non avrebbe modo di saperlo, punto e basta. se tu pensi, per qualunquismo, per le esperienze che hai avuto o, chissà, forse perché tu stessa sei proprio così, che l’italiano medio sia gretto e scorretto in ogni cosa che fa, è un problema tutto tuo e che ti consiglio di risolvere senza coinvolgere chi negli anni si è sbattuto per fare questi compiti al meglio, smenandoci anche dei soldi e senza preoccuparsi di difendere o penalizzare nessuno, ma solo per pura passione

    ps: io nella vita mi occupo di matematica e statistica

  22. @andrea

    la scelta del birrificio non era casuale… 😉

    mi sta francamente sulle scatole tutto questo sputare e alludere sui concorsi hb, avendo in passato fatto il giudice, ed è una cosa che come anche tu saprai non sta né in cielo né in terra. e a che pro? affossiamo i concorsi hb perché mi sta sulle balle il Ricci, Schigi o chissà chi? bravi, bel servizio, complimenti (loro, non tu). se uno ha problemi con qualcuno, attacchi qualcuno (magari non qui) senza sparare nel mucchio o tirare in ballo cose che non c’entrano. personalmente gli attacchi individuali li ignoro, perché mi interessa parlare di birra ed il fatto di non stare simpatico a tutti mi lascia comunque dormire la notte. credo sinceramente l’intervento della zucca lasciasse il tempo che trova, diciamo così

  23. @SR
    Sì sì comprendo cosa dici e nella fattispecie sono anche d’accordo con te, comunque cerchiamo di esprimere tutto senza creare inutili tensioni, solo questo

  24. @sr

    1)non capisco a cosa alludi sottolineando il commento 13.

    2)quoto zucca, non sei riuscito a rispondere nel merito , svii solo la questione.

    3) ti ricordo che nel concorso Stranabirra la ricetta veniva visualizzata durante la votazione lo era anche il nik name ?, io non lo sò, ma visto che il commento 16 riflette il mio pensiero e visto che dimostri ancora una volta di disprezzare il prossimo con i tuoi commenti sferzanti penso che non cambierò idea in proposito.

    @turco

    abbassare i toni ? io e qualcun’altro ci prova a fatica ma ci prova.

  25. @pistillone
    no, non ci provi, altrimenti non avresti concluso il messaggio come hai fatto

    abbassare i toni significa che a un certo punto qualcuno decide di fare un passo indietro, non continuare a volere sempre l’ultima parola. Questa discussione mi ha stufato, visto che l’interesse sul funzionamento del concorso passa in secondo piano rispetto ai vostri attriti. Quindi vi prego di continuare a chiarirvi in privato, grazie.

  26. @DanaZucker
    Mettere in dubbio l’onestà di un movimento e/o di alcune persone chiamate in causa è un’accusa grave. E peggio è pensare “non mi iscrivo al concorso perchè sono una banda di corrotti che mi odiano” ed arrivare a scriverlo qua.
    Come consigliere MoBI vigilo e garantisco sulla correttezza dei concorsi da noi organizzati e intervengo qui abusando della pazienza di Andrea solo per dire che quello che dici è infondato.
    E comunque se Pistillone o chiunque altro vuole iscriversi ad un concorso lo faccia e riceverà lo stesso identico trattamento di qualunque altro collega, non ci piove.
    Dici che siamo italiani e siamo in Italia: ecco appunto anche io potrei dire che il tuo scendere in campo per difendere un amico è un conflitto di interessi, vedi come sono interpretabili le cose? Magari potrei pure arrivare a pensare che non esisti e sei solo un clone di qualcuno. Ma non lo faccio.
    Aggiungo solo, per tua conoscenza, che quando certe persone sono investite dalla responsabilità (che sia quella di essere giudici, insegnanti o altro) e agiscono per quella responsabilità si comportano in modo serio e imparziale. Puoi non crederci, ma non dare opinioni personali su cose che non conosci basandoti su un flame che lascia il tempo che trova.
    Amen

    @turco
    Sorry,non volevo infiammare ma solo chiarire. Mi ritiro

  27. vorrei solo precisare che è comune nei concorsi hb e pro, nelle categoria di birre con ingredienti speciali, dichiarare quali sono gli ingredienti speciali. il che non vuol dire OVVIAMENTE indicare l’autore, tantomeno la ricetta che come tutti sanno è composta di malti, luppoli, lieviti, tempi, temperature, grattatine di maroni e magia nera. avviene così anche a Birra dell’Anno e spero nessuno vorrà mettere in dubbio anche l’onestà di tale concorso

    a me pare di aver risposto alla zucca. integro dicendo che una buona parte degli appassionati italiani che spesso o saltuariamente si occupano di giuria nei concorsi sono in questo momento iscritti ad una associazione. come in passato erano praticamente tutti in un’altra. scindere organizzazione e giudici non è semplicemente praticabile. se puoi uno ci vuole vedere potenziale malafede, ce la veda, problema suo, ognuno è in grado di giudicare e qualcuno anche di farsi un’idea in base alla conoscenza personale dei giudici e degli organizzatori. ma accuse su concorsi senza avere prove (ed è impossibile averne visto che ancora non ne è stato uno da MoBI…) lo trovo una cosa gravissima e dequalificante per chi le lancia con il solo intento di attaccare per screzi personali. ricordo che il principale organizzatore di eventi di questo genere, Davide Bertinotti, oggi nel consiglio MoBI, ha come tutti gli altri un passato lungo e SPECCHIATO. io anche solo pensarlo, per un concorso hb, la trovo una “prostituzione intellettuale” (cit.) ma ognuno pensi per sé.

    la messa è finita andate in pace

  28. simone monetti

    Sulla mia partecipazione come hb scherzavo (..peccato però, mi piacerebbe).
    E mi piacerebbe leggere qualche commento da parte di chi parteciperà sulla natura del concorso, che sarà comunque una bella occasione di incontro e di festa.
    Ciao!

  29. Io ho fatto il giudice in TUTTI i concorsi di Piozzo (meno l’ultimo) e in TUTTI i concorsi di Lurago Marinone (meno l’ultimo e probabilmente ;-), il prossimo)
    Ho avuto come presidente di giuria SEMPRE Kuaska e SEMPRE un’organizzazione dietro le quinte efficientissima e specchiata (ricordo i Roggery, Clipper e signora, Spaghetto e i mitici Davide e Monica Bertinotti)
    Prima di parlare di queste persone, sciacquatevi la bocca.
    Senza di loro, semplicemente, non esistereste.

  30. @simone

    come ho detto penso proprio di fare una cotta al più presto se mi arriva il materiale in tempo.
    penso che se danno la possibilità di portare 2 birre diverse ne porterò una con lieviti a bassa fermentazione e uno con lieviti ad alta.
    all’inizio pensavo di usare un più performante liquido ma credo che mi affiderò all’affidabilità e pulizia del US04 per quello che concerne l’alta e N70 per la bassa fermentazione.

  31. qualcosina mi ricordo di aver fatto e visto anche io (compreso birra sotto il vesuvio un paio di volte).
    Tutto si può dire delle giurie che ho seguito, meno che non fossero in buona fede.
    Si ride, si scherza, ma la professionalità e l’onestà sono SEMPRE state fuori di dubbio.
    Molto meno quelle di alcuni concorrenti (tipo presentare la stessa birra con due nomi diversi).
    Mi sembrava che una volta i concorsi fossero un mero pretesto per incontrarsi e stare in compagnia…ahhh bei tempi!

  32. Lelio…ho citato le persone strettamente a contatto con la giuria…tu a Piozzo facevi 100(o 1000?) cose contemporaneamente…questa un pochino la delegavi (forse per la fiducia nei delegati…)

  33. Non era una critica per non essere stato citato!! (chemme frega) era una testimonianza diretta da testimone oculare e persona informata dei fatti -:)

    COmunque la delega era assolutamente sulla fiducia e figlia della precisa volontà di “non interferire”

  34. Io personalmente ho fatto da giudice e docente parecchie volte, per UB, ora per MoBi e anche per altre manifestazioni non legate a nessuna Associazione in particolare e lo farò di certo anche in futuro.
    MAI, e dico MAI nemmeno capitato per sbaglio di sentire un’altro giudice, Schigi compreso ovviamente, che potrà stare simpatico od antipatico ad alcuni ma è assolutamente serio e professionale, dire che gli sarebbe piaciuto sapere quale fosse la birra di “Pinco Pallino” perchè voleva dare un brutto giudizio alla stessa per problemi con la persona che l’aveva prodotta o altro.
    E non avrebbe potuto essere altrimenti!!
    Staremmo tutti più volentieri a casa a farci gli affari nostri se dovessimo pensarla così.
    Da non sottovalutare, come dice Ricci, che anche se mai una persona qualunque avesse pensato di fare una cosa del genere non avrebbe potuto, visto che il giurato non può in alcun modo sapere di chi sia la che sta giudicando.
    Mai!

  35. Giusto per rendere partecipi le malelingue: nei concorsi da me organizzati (e penso che siano complessivamente i quattro quinti o forse più di tutti quelli sin qui effettuati), l’iscrizione è sempre stata effettuata in questo modo:
    1) l’HB iscrive la sua birra sul sito hobbybirra.
    2) l’HB riceve dall’organizzatore un numero di iscrizione ed etichetta uguale per tutti
    3) l’HB spedisce o consegna le bottiglie con etichetta comune e numero di iscrizione
    4) i giurati danno un voto al numero sulla bottiglia
    L’UNICA persona che conosce la corrispondenza tra nome del concorrente è l’organizzatore, ossia il sottoscritto.
    Chiunque sostenga che i giurati possano conoscere prima della premiazione il nome del produttore della birra giudicata, afferma la mia malafede.

  36. Per quello che può contare, anche non avendo mai partecipato a concorsi per homebrewer conosco le persone coinvolte in questi e in altri eventi similari in passato e posso garantire sulla loro totale imparzialità. Proprio grazie a MoBI e a Schigi ho avuto la possiblità di essere giurato in un concorso birrario (Pasturana 2009) e assicuro che l’ultimo pensiero è di favorire questo o quel birrificio o questa o quella persona. Poi ognuno è libero delle proprie scelte, ma se sono stati mossi dubbi sull’onestà intellettuale di chi è chiamato a giudicare, beh si tratta proprio di un grave errore

  37. Ma tutte queste storie per le illazioni di un Pistillone qualunque?e su!!!

  38. @Supersonic
    Immagina levatacce, viaggi, sbattimenti, soldi spesi.
    Tutto viene ripagato dalla passione e dalla voglia di farlo…però…

  39. E tutto questo viene meno per una critica gratuita del suddetto pistillone?
    non ci credo.

  40. il problema non è la caratura del pistillone (e anche della zucca). il problema è il lettore ignaro di CDB potrebbe non esserne a conoscenza e dargli credito. ora che il coro si è allargato, mi pare che il quadro sia più dettagliato ed anche il lettore ignaro abbia modo di farsi un’idea più accurata riguardo all’onestà (storica) dei concorsi hb

  41. @sr
    certo sr come si rende conto della caratura tua e di schigi visto i lunghi post di insulti che avete disseminato in questo blog ^^ e in altri forum.
    se poi visto il comportamento di schigi che và anche a vedere cose private della mia vita solo per il gusto di crarmi disturbo io ho tutto il diritto di non mandare le mie birre ai concorsi dove lui è giurato.
    no ho tutto il diritto, come voi avete il diritto di difendere le vs. ragioni.

  42. certo pistillone. ma lascia stare l’onestà dei concorsi, che non ha NULLA a che fare con le angherie di cui ti lamenti

  43. comunque certe birre erano così grame che si innescava il totogiurati per individuare chi fosse l’avvelenatore!!

  44. MI chiedevo: ma la BackDoor Bitter di Cesare dell’Orso Verde ci sarà?
    Credo che sia la bitter più vicina geograficamente…

  45. @ Tyrser
    Guarda bene, è più vicino il Derbyshire.

  46. Comunque, per le illazioni “di un Pistillone qualunque” come dite voi, e non solo le sue ovviamente, che comunque mi toccano personalmente anche se lui/loro non lo capisce /capiscono ( e ci siamo sentiti alcune volte in privato senza troppe menate ), io mi tolgo da ogni cosa.
    Sarà facile trovarne un altro, ma tant’è!
    A Dicembre al Dome avrete un corroto in meno.

  47. @Gamber

    più và avanti queso post, più ho l’impressione di aver toccato un nodo scoperto,mi sbaglierò?.
    se hai problemi personali con me mandami una mail e spiegami il tuo punto di vista,possibile che le obbiezione di singole persone riescano a far tanto discutere ?.
    inoltre non credo che sia cronache la piazza dove sbandierare determinate decisioni che non sono inerenti con il post in questione.
    @Lelio
    sai forse la giuria deve ringraziare schigi, la mia winter oak barley wine maturata in botte 6 mesi ha un acetone da far drizzare i peli del sedere!,sto pensando se buttarle nel lavandino o regalarle 😛

  48. NOOOO non si butta mai via la birra. Si fa una cuveè speciale, la si presenta come “quello che si voleva fare” e la si vende al triplo del prezzo normale…
    è così facile!
    Se proprio la devi buttare prova con un lavandino intasato,magari scopri che è meglio dell’idraulico liquido!

  49. @Lelio

    Leggo dal tuo blog che hai lavorato per 8 anni al baladin.
    “Si fa una cuveè speciale, la si presenta come “quello che si voleva fare” e la si vende al triplo del prezzo normale…”
    Grazie per la presa per il posteriore postuma e i soldi spesi da un boccalone come me nel comprare le varie Nora sour ed., Super ecc ecc. Grazie!!!

  50. @lelio.

    oggi l’abbiamo aperta difronte a 2 somelier in un ristorante citato dal gambero rosso
    che dire il giudizio è stato, se prendiamo di esempio una duchesse il prodotto non è poi cosi male.
    però a me sinceramente fà schifo perchè non è quello che volevo ottenere, le bottiglie le regalerò tutte avvisando ovviamente che è una esperimento.
    capisco che buttare via migliaia di litri di una cotta per un infezione non è bello, però quella del bollino aggiunto all’ultimo minuto su una bottiglia special edition è un discorso interessante da sviscerare in un altra situazione.

    @api

    se il prodotto per il quale hai speso soldi ti è piaciuto che problema c’e’ ?.
    io ho acquistato delle divina panil che ho trovato orride, qualcuno le trova “divine” cit.
    l’importante è che ognuno sia contento di come ha speso i soldi o no?.

  51. @aipiei4ever

    …ma scrivi sul serio oppure quando bevi una demolen in edizione limitatissima con invecchiamento in botti con nonno morto dentro non ti salta in testa che magari è una cotta toppata “rimmessa” sul mercato per esigenze di bilancio???
    A quel punto, se la birra ti piace hai speso bene i tuoi soldi (e hai fatto contento qualche birraio dalla mentalità più lungimirante degli altri, ma ormai ce ne sono tanti…e pensa, qualcuno non ha mai fatto una cotta in vita sua!), altrimenti la butti sulla morale e inizi la tua crociata su chi prende per il culo il prossimo ( ne avresti per una vita…).

  52. Pistillone ti stai davvero sbagliando,fidati.quello che dici è offensivo per chi si sbatte da una vita per il solo piacere di stare con amici e per promuovere e approfondire la cultura della birra artigianale.poi sei libero di credere quel che ti pare,ci mancherebbe.

    Giorgio,non fare lo stupido che di persone serie come te ce ne sarebbe un gran bisogno non solo nel settore birra.. ti voglio come giudice anche in corte di cassazione!!
    o devo raccontare di quella volta che non hai voluto giudicare una birra perchè hai riconosciuto che era stata fatta da un tuo amico? non costringermi a farlo..

    ..a parte le polemiche.. a dicembre mi metto i baffi finti,cambio nome e vi faccio un culo così! 😉

    Ps.Colonna,parto ora per Roma.. preparati a dirmi tutto quel che sai sul birrificio del mulino.ne ho qualche boccia in casa e vorrei assaggiarle da prevenuto.. 😉

  53. oddio!!! ho rivelato uno dei segreti di “Fatima” e forse non dovevo!
    Fate conto che non ho scritto nulla, quando uno fa una cuveè extra speciale col nonno morto dentro lo fa proprio apposta e non perchè si ispira a Cantillon che gli è apparso nel sonno!

  54. @lelio

    Queste cose bastava dirle 3 anni fa, no?

  55. …così feci (ed il termine va inteso sia come vebo che come sostantivo…che spesso è di poca sostanza, ma di molta puzza)

  56. cosi per integrare pare che gia 2000 anni fa ci fossero dei problemi

    http://www.homolaicus.com/nt/vangeli/cibi.htm

  57. @aipiei
    Il problema è che tre anni fa non c’era una mercato così ricco per la birra, quando c’è richiesta (e ignoranza da parte del fruitore finale) gli intortamenti e l’immagine possono fare il successo di un prodotto. Probabilmente ad ascoltare Lelio tre anni fa erano in cinque, oggi sono una moltitudine.

  58. Giulio - St. Cüles

    Se penso a tutte quelle che ho buttato nel cesso…

    Sarei ormai stra-famoso 🙂

    Che poco lungimirante che sono.

    PS: consoco molte persone che han fatto i giudici ai concorsi (fra cui mia moglie ed il mio “socio” Alberto Botti). Al limite loro erano incapaci (la mia è solo invidia…), ma corrotti, su, dai…

  59. si sa chi ha vinto?

  60. mah Nix…alle ore 15 di oggi un giudice e due importanti ospiti erano già al Dome e se ne battevano ampiamente.

  61. Davvero? Ca**…proprio ‘stavolta che non avevmo mandato acido…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *