Craft Beer Evolution
Home » Eventi » Tutti i risultati del Mondial de la Bière di Strasburgo

Tutti i risultati del Mondial de la Bière di Strasburgo

MondialdelabiereStrasbourg2009_mb_0464Dopo aver annunciato nei giorni scorsi il clamoroso exploit del birrificio Croce di Malto, medaglia di platino con la sua Triplexxx al Mondial de la Bière di Strasburgo, non rimane che analizzare tutti gli altri riconoscimenti assegnati durante la manifestazione di Strasburgo. Oltre alla vittoria del birrificio di Trecate (NO), bisogna segnalare con altrettanto orgoglio patriottico il piazzamento di Baladin, che con la Noel si è aggiudicato una delle 10 medaglie d’oro in palio. Il meccanismo del concorso, infatti, sulla falsariga della versione canadese prevede l’individuazione delle 10 migliori produzioni iscritte (le medaglie d’oro, per l’appunto), più una birra “campione”, capace di surclassare tutte le altre.

Ecco allora la lista delle restanti 9 medaglie d’oro in ordine alfabetico: Bière de Noël (Brasserie l’Abreuvoir, Francia), Bourganel Au Miel (Brasserie Bourganel, Francia), Chocolate Stout (Rogue, USA), Festival (Beau’s All Natural, Canada), La Chouape Ambrée Amère (Microbrasserie La Chouape, Canada), Levrette Chérie (Brasserie de Bretagne, Francia), Page 24 Blanche e Page 24 Blonde Réserve Hildeguarde (Brasserie St. Germain, Francia), Rigor Mortis Abt (Dieu du Ciel!, Canada), Spécial Choucroute (Brasserie Saint-Pierre, Francia).

Una lista composta da tanti nomi poco conosciuti e appartenenti esclusivamente alle nazioni di Francia e Canada, se si esclude la statunitense Rogue e le nostre birre. Risultati che sorprendono, ma neanche troppo. Infatti, i birrifici francesi presenti alla manifestazione – e non al concorso, ma credo che il dato sia comunque interessante – erano all’incirca cinquanta, contro, ad esempio, i nove produttori italiani. Quelli canadesi erano una quindicina, anche in questo caso un numero di tutto rispetto. Si potrebbe pensare che l’appartenenza al paese ospitante o a quello in cui ila manifestazione è nata abbia influito sui risultati finali… tuttavia a indebolire questa teoria ci sono gli esiti del concorso popolare.

I visitatori della manifestazione, infatti, hanno potuto votare le loro birre preferite, mostrando anche in questo caso una predilezione per prodotti francesi e canadesi. La medaglia d’oro è andata alla Celtika 88 della Brasserie de Bretagne (Francia), mentre la seconda piazza è stata conquistata da un grande classico: la Malheur 10 (Belgio). Terza posizione per due birre ex-aequo, entrambe della canadese Dieu du Ciel!: la Rosée d’Hibiscus e la Dernière Volonté.

Qualunque siano le vostre opinioni sul meccanismo di votazione (11 medaglie generali, senza suddivisione in categorie o stili) e sui risultati finali, nulla toglie allo straordinario traguardo ottenuto dalla Triplexxx di Croce di Malto, che al di là di tutto è stata riconosciuta la migliore birra in assoluto tra le 422 in concorso. Andandosi a spulciare la quantità e il livello dei birrifici presenti al Mondial, non si può che concordare nel definire questo premio un successo incredibile per tutto il movimento italiano.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

birrocco

Ancora eventi per il week end: Birrocco, Local Beer Week e altri

Come ogni venerdì continuiamo il nostro viaggio negli eventi di settembre, che mai come quest’anno ...

Fermentazioni_2016_015

Fermentazioni 2016: il mio (non) resoconto

Come probabilmente avrete notato, negli ultimi giorni l’attività su Cronache di Birra è andata avanti ...

32 Commenti

  1. Complimenti allora! Non vedo l’ora di assaggiare questa famosa TripleXXX. 🙂
    Ancora complimenti al birraio.

  2. I miei complimenti ai ragazzi di “Croce di Malto” e un plauso a tutti i birrifici italiani presenti che, nonostante l’esiguo numero, hanno lasciato un’impronta importantissima per l’intero movimento artigianale italiano, in questa manifestazione.
    Adesso non ci tocca che aspettare la prossima edizione per la conferma e possibilmente per rafforzare l’immagine nel mondo di questa giovane e promettente birra artigianale italiana!!

  3. Complimenti a croce di malto, Baladin, le altre birre presenti e a Cronache che è stato l’ unico sito che ha dato risalto alla straordinaria vittoria di Alessio e Federico.
    Bene e W l’ Italia!

  4. x zuccherina se abiti a milano al bq (in via losanna) spesso la triplexxx e’ presente alla spina! il bq e’ l’unico locale a milano con 20 spine! italiane,belghe,americane,tedesche! provare per credere!

  5. ho scritto zuccherina al posto di zucchina! mi scuso!

  6. Va bene anche Zuccherina, visto che DannZucch (il mio precedente nickname) era il diminutivo di Zucchero e non di Zucca o Zucchina come sovvenne per associazione di idee ad apprezzatori di vegetali dalle freudiane forme. 😀
    Ma Zucchina mi è piaciuto, e lo ho adottato.
    Al BQ vado ogni tanto, è piuttosto vicino a dove abito. Confermo, ottimo locale, ottime birre, musica perfettamente di mio gusto (EVVIVA!) e panini superlativi.

    Più che altro ho l’urgenza di passare al Beershop, ho le riserve in secca… T___T

  7. Evviva il Polli!!! Vero maestro della birra in Italia!

  8. ci passerò tra un pò sono curioso di provare la triple xxx vediamo se sarà cosi mondiale come hanno sancito al festival.

  9. @pistillone
    perché questa diffidenza?

  10. @andrea
    perchè visto che ha vinto un premio cosi importante dovrebbe essere in teoria una grande birra.
    quindi vorrei testare con mano e con bocca 😛

  11. pistillone

    ci passerò tra un pò sono curioso di provare la triple xxx vediamo se sarà cosi mondiale come hanno sancito al festival.

    Ovvio che non sarà il tuo personalissimo giudizio a sancire se è grande o no..un pò presuntuosetto?..

  12. questione di punti di vista .
    potrebbe essere anche più presuntuoso chiamare mondiale della birra una manifestazione che conta una piccola frazione dei birrifici di tutto il mondo no?.

  13. Bravo pistillone!!! Vai e referta!!! Attendo con ansia il tuo giudizio, dei giurati non mi fido.

  14. ognuno ha il suo giudizio su ogni birra…..ma se 10 giurati o quanto siano decretano che sia buona! non credo che la birra in questione assomigli alla becks! no’?

  15. @lallo certamente, ma ho scritto solamente che sono curioso di assaggiarla per capire cosa ha di cosi particolare per poter vincere un premio cosi importante.
    se poi c’e’ chi si fà film su quello che scrivo sò fatti loro.

  16. @supersonic

    volentieri ma ti potrò dare solo un mio personale parere di bevitore e homebrewer.

  17. Ma secondo voi i produttori tengono da parte una cotta che è riuscita meglio e la inviano a questi concorsi? o pescano a caso?

  18. @supersonic

    non credo tengano da parte la cotta delle meraviglie quando il fatto che una birra può essere in quel momento nello stato di grazia.
    ad esempio la Nora che ha vinto a pastruana, oppure quando il Birrificio Italiano vinse non sò quanti premi a birra dell’anno di UB in una sola volta, l’anno prima stravinse il Babb etc etc.
    a prescindere della qualità di un prodotto c’e’ sempre la variabile “forma fisica”.
    è un pò come i pugili crescono sino ad arrivare ad un momento di massimo splendore e poi piano piano scendono finchè non sono più competitivi 🙂

  19. Pistillone
    @lallo certamente, ma ho scritto solamente che sono curioso di assaggiarla per capire cosa ha di cosi particolare per poter vincere un premio cosi importante.

    Bravo Pistillò,già così è ben diverso dal tuo precedente post:

    “ci passerò tra un pò sono curioso di provare la triple xxx vediamo se sarà cosi mondiale come hanno sancito al festival”.

    Io mi farò anche Film e giustamente sò fatti miei, ma sò anche leggere tra le righe. Comunque vedo che alla fine stai scendendo dal piedistallo (che a parole)ti sei creato. Un obiettivo è stato raggiunto…

  20. Gennaro
    “Io mi farò anche Film e giustamente sò fatti miei, ma sò anche leggere tra le righe. ”
    —-> Leggere tra le righe = farsi i film. Perchè non leggiamo quello che c’è scritto e punto invece, evitando di trascinare polemiche come carcasse in putrefazione?
    Impariamo a rilassarci e a goderci Cronache e anche una birra in santa pace, no?

  21. @gennaro

    non sò cosa ti spinge a portare avanti certi discorsi.

    da una parte sarei tentato di risponderti per le rime, ma dopotutto è soltanto birra, quindi penso che o è colpa di cattivi consiglieri o di un isterismo che ha contagiato troppe persone e che ormai logora.

    tu non saresti curioso di assaggiare il formaggio vincitore della medaglia di platino ai campionati mondiali del formaggio?, o del miele, o del prosciutto?.
    prova a ragionare in questo contesto.

    ti lascio tutte le repliche che vuoi, al massimo darò la mia opinione dopo che avrò bevuto questa birra.

  22. Per tutti.
    So sarebbe senza accento.
    Almeno in Italia, poi, non sò.

  23. @ schigi
    per molti, ma non per tutti: io so come si scrive so.
    E so che tu sai che lo so.

  24. Vedi Zucchina, io non vado in cerca di rogne, ho anche troppo da fare e proprio come dici tu, mi piacerebbe leggere cronache tranquillamente, senza farsi il sangue amaro.Però per onestà intellettuale trovo disdicevole che al secondo post di una notizia che celebra la vittoria italiana in una competizione internazionale, che si chiami Mondial o sagra della birra che fino a prova contraria comunque vede di fronte seicento birre di tutto il mondo, anche se l’ Azerbaijan o la papuasia non sono ahinoi.. presenti, si possa esordire sentenziando:

    “gran risultato però ormai un consumatore non capisce bene il valore di questi premi poichè ogni manifestazione ha la sua medaglia d’oro e di manifestazioni ne possiamo elencare moltissime!.
    il rischio che si crei una inflazione dei premi assegnati e una svalutazione degli stessi direi che è altissimo”.

    A parte le prime due parole, ti sembra un commento che vada in una direzione costruttiva?A me pare di no, anzi non fà altro che seminare vento in un mondo che invece ha bisogno solo di unità e coesione. Dice che sono isterico, lo accetto pure, considerato che chi mi insulta, denota un assoluta incoerenza di pensiero perchè alla prima frase esalta il merito e poi distrugge come una ruspa. Senza contare poi l’ assoluta mancanza di sensibilità verso dei giovani birrai che pensavano, alla luce del risultato, di avere dato un motivo di gioia a tutto il movimento birraio italiano ed invece di essere celebrati come si deve, si vedono sminuiti nel loro sacrificio quotidiano. Credi che sia giusto questo atteggiamento? Lo trovi coerente?Secondo me o dici che è un gran risultato e fai i complimenti rimandando ad altri post il resto del tuo pensiero o dici che per te è una cagata galattica. Poi sta allo stile delle persone, potrei anche pensare che è la seconda opzione, ma la tengo per me, perchè magari è una mia convinzione personale e al mondo potrebbe non interessare un fico della mia maligna osservazione. Fortunatamente siamo due persone diverse che la pensano in modo diverso e stanotte nessuno dei due perderà il sonno per questa cosa. Non capisco cosa si trattenga dal dirmi per le rime ma sono disponibile a confrontarmi su qualsiasi argomento pubblicamente.

  25. che casino .. io Penso che indipendentemente dal Valore percepito dalla gente di questo riconoscimento, e dal fatto che non sia l’unica manifestazione internazionale, che il vero Premio della Croce di Malto sia stato di aver avuto le gran palle dopo solo un anno dalla loro apertura (correggetimi se sbaglio) di presentarsi in un contesto del genere. Questi probabilmente vendono la birra dietro l’angolo ed in pochi altri locali nel loro circondario, per cui dubito avessero la consapevolezza di un potenziale del genere. Credo che la loro forza ed il loro coraggio a presentarsi assieme ad alcuni dei migliroi birrai italiani (tanto per chiarezza Baladin e Borgo non sono proprio dei pirla), per farsi giudicare si il motivo per cui debbano meritare solo stima, stima e stima. Poi a leggere i dati di cui sopra un po’ di concorrenza c’era, per cui attestarsi prima di Rouge, Baladin e tutti gli altri significa che indipendentemente dal giudizio personale, sta triplexxx qualcosa varrà?? ci tocca berla e festeggiare i nosri cari italici birrai. Bravi tutti perchè la birra italiana fa bella figura a lievello internazionale grazie a questi risultati e non al masochismo tipico all’italiana. tutti professori, tutti allenatori della nazionale, mah che tipi strani che siamo. Ricordo che quando la Menabra ai tempi pompava i premi vinti si percepiva una sorta di fierezza nazionale… qui non pare.. a parte pochi interventi ed il capo redattore/autore. W la birra e sono certo che il movimento italiano diventerà ancora più forte nel mondo. dove la Trovo a Roma sta biraaaaaaaaaaaaaaaaaa????

  26. @gennaro

    mi trattiene il fatto che in questo ci sono abbastanza flame o trollaggi di varia natura, anzi come puoi vedere alla fine di questo lungo dibattito sul nulla ne abbiamo anche attirati della meglior specie :).

    in sostanza pensala come vuoi, ma di giurie e di concorsi ne ho visti tanti, e in base alla mia esperienza ho detto quello che è ragionevole pensare al di fuori di ogni ipocrisia.
    il proliferare di premi di vario tipo non fanno altro che inflazionare e svalutare quelli già esistenti, senza dover andare a discutere della validità del sistema di premiazione o delle giurie, inoltre più i nomi di questi concorsi sono megafantastici più c’e’ il rischio che ogni nazione voglia organizzare il suo mondiale o anche il premio di miss universo birra.
    vuoi leggere sotto le righe ?, be sono affari tuoi, come hai detto tu io dormo bene tu dormi bene e tutti siamo felici.

  27. Quoto Telemaco..e tiro un sospiro di sollievo..forse tutto questo scrivere non è proprio il nulla.

  28. già già.. sul web capita..
    anyway bravi i birrai italiani che hanno saputo mettersi in gioco, e anche gli altri!! fate del bene agli italiani che amano sto prodottino..
    mo me magno du spaghi ajò, ojio e peperoncino, na westmalle triple e al lavoro… se non m’addormo prima..

  29. x gennaro
    il tuo discorso era lunghetto e per me poco comprensibile in alcuni punti, però rispondo volentieri, perchè secondo me stiamo tirando avanti un fraintendimento.
    In sostanza il commento di pistillone più o meno diceva che “bene per il premio ma si stanno inflazionando, ce ne sono troppi” – questo non deve essere necessariamente inteso come un insulto al birraio e alla sua (sicuramente buona) birra: non ha detto che ci farebbe la pipì, nella TripleXXX, no? 😀
    Ha detto solo che i premi a suo avviso si stanno moltiplicando troppo e teme che si inflazioneranno, opinione pure in parte condivisibile, specie se la sua previsione si avvererà.
    Il risultato del birraio e della birra restano sicuramente validi e non li ho visti negare nè chiamare in ballo; potrai non considerarla un’opinione “costruttiva” ma non era neanche poi offensiva verso la birra in questione… almeno io non ho letto offese simili tra le righe. Se ce le hai lette tu, ricorda che leggere tra le righe significa inventare cose che non sono state scritte sulla base di personali sensazioni che potrebbero variare da persona a persona, nei contenuti e nei toni. Non è scienza infallibile e su quella base non è il caso di innescare diatribe, no?
    E se non ti piacciono le polemiche, smorziamole invece che alimentarle. 😛
    Spero di essere stata compresa… Quanto a me, sulla faccenda ho capito poco: il mondiale per alcuni è stato definito sottotono e un pò disertato, per altri c’erano centinaia di birre, ho avuto la sensazione di una manifestazione appena nata, dalle enormi potenzialità di crescita ma agli albori.
    Sono curiosa di vedere come andranno i prossimi anni infatti. La mia personale idea complessiva è: manifestazione in embrione dalle buone potenzialità, premio sicuramente meritatissimo e grande emozione per il birraio dal valore indiscusso.
    Non dovrò mica dire che la manifestazione era imperiale mondiale trionfale fantastica per dire che il premio se lo è meritato, no?

  30. Per farla breve, ciò che Gennaro e altri si aspettavano (me compreso) è che certe osservazioni – assolutamente lecite – potevano essere espresse in altra sede. Nel post di proclamazione della vittoria della Triplexxx mi sarei aspettato complimenti da parte di tutti, e non digressioni sul valore del premio e della manifestazione. Soprattutto perché su quest’ultimo argomento (il valore dell’affermazione di una birra su più di 400 avversarie di ottimo rango) non c’è molto da discutere. Il problema non è la sostanza, ma il luogo. Tutto qui.

  31. Esatto, Tutto qui!Grazie Andrea per aver finalmente centrato la questione e che da parte mia si chiude qui.

  32. ma tutti questi commentatori si rendono conto che avere il consenso di una giuria di degustatori non e’ cosi’ scontato? complimenti ai Signori della Croce di Malto e a tutti, ALLA SALUTE… Lorenzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *