Cimec
Home » Eventi » Fermentazioni si rinnova: ecco le 3 grandi novità dell’edizione 2017

Fermentazioni si rinnova: ecco le 3 grandi novità dell’edizione 2017

Quattro anni fa, più o meno in questo periodo, ero seduto nella sala riunioni di Sfero per pianificare insieme a loro l’organizzazione di un nuovo festival birrario, che poi si sarebbe rivelato uno degli appuntamenti più attesi nel panorama nazionale. Sto chiaramente parlando di Fermentazioni, che debuttò nel 2013 ottenendo immediatamente grandi successi e che si consolidò negli anni successivi, grazie a una formula semplice ma ben curata sotto tutti i punti di vista. La crescita della manifestazione ci ha messo di fronte a sfide sempre nuove, che abbiamo cercato di affrontare in maniera razionale e coerente. Tuttavia nel momento in cui ci siamo trovati a ragionare sulla quinta edizione, ci è apparso subito chiaro che era arrivato il momento di tracciare una linea con il passato e far compiere un salto di qualità al festival. E così eccoci qui a presentare Fermentazioni 2017, manifestazione che – come avrete capito – sarà totalmente diversa da quella che avete imparato a conoscere fino a oggi.

Le novità saranno tante e radicali, ma sia ben chiaro: l’anima di Fermentazioni sarà sempre la stessa. Nello specifico sarà ancora una volta una grande festa dedicata alla birra artigianale italiana, dove però l’attenzione non sarà riposta solo sull’offerta birraria, ma anche su tutti gli aspetti di contorno. Avremo come sempre 30 birrifici provenienti da tutto il territorio nazionale, molti dei quali avete imparato ad apprezzare in questi anni. Avremo i birrai presenti, un’ottima offerta gastronomica, un ricco programma di laboratori e workshop, momenti di intrattenimento e un occhio di riguardo anche per i più piccoli. Avremo la stessa atmosfera di sempre, quella che ha reso Fermentazioni un luogo e un momento speciale per tutti. Ma, come annunciato, avremo anche delle novità, pensate per rendere la manifestazione ancora più piacevole.

Cambiano le date: Fermentazioni si sposta a giugno

Il primo cambiamento radicale riguarderà il periodo in cui si terrà Fermentazioni 2017. Abbandoneremo settembre, che in questi anni si è rivelato poco amichevole in termini meteorologici – ‘tacci sua 🙂 – e ci sposteremo a ridosso dell’inizio dell’estate. Più precisamente la quinta edizione di Fermentazioni andrà in scena da venerdì 9 a domenica 11 giugno, proponendosi come uno dei primi appuntamenti dell’estate romana. Un momento dell’anno molto più tranquillo per tutti, affinché possiate vivere il festival con il massimo del relax. Come sempre apriremo i cancelli venerdì pomeriggio, mentre sabato e domenica la manifestazione sarà fruibile dall’ora di pranzo fino a notte inoltrata.

Cambia la location: ci spostiamo al Guido Reni District

Un’altra novità fondamentale sarà rappresentata dalla nuova casa di Fermentazioni, che non sarà più Officine Farneto. Lasceremo la location che ci ha accompagnato in questi quattro anni per traslocare al Guido Reni District, nel quartiere Flaminio. Questa nuovissima area, che forse non tutti conosceranno, è considerata al momento il polo per eventi più interessante della Capitale, tanto che ha già ospitato diverse manifestazioni e mostre di primaria importanza.

Ricavato negli spazi dell’ex caserma Guido Reni, è un luogo decisamente affascinante e che ci permetterà di confermare quel contesto estetico di gusto post industriale che ha contrassegnato Fermentazioni sin dal 2013. I vantaggi però sono tantissimi: l’area è più grande, ma soprattutto è più comoda per tutti. Guido Reni District non solo è facilmente raggiungibile, ma dispone di oltre 1.000 posteggi auto nelle vicinanze e di diverse soluzioni per arrivare con autobus, tram e metropolitana. Se negli scorsi anni avevate imprecato per venire a Fermentazioni, questa volta sarà davvero semplice.

Cambiano le modalità d’ingresso

La terza grande novità di Fermentazioni 2017 è rappresentata dalle modalità di accesso. Come sempre sarà necessario acquistare un biglietto d’ingresso (stessi prezzi dello scorso anno), ma a differenza del passato con lo stesso tagliando si potrà entrare gratuitamente anche nei giorni successivi, entro e non oltre le ore 18,00. In altre parole se per esempio verrete il venerdì, potrete entrare gratis sia sabato che domenica: una novità che spero sia apprezzata da tutti. Per la stessa ragione non sarà più possibile sottoscrivere abbonamenti, poiché ne decade totalmente il senso.

Queste le tre grandi novità di Fermentazioni 2017. Ci sarebbe ancora molto da scrivere, come l’elenco dei birrifici presenti o il programma dei workshop, ma è ancora presto. Tanto da qui al 9 giugno le occasioni non mancheranno per entrare nei dettagli di questa quinta edizione, che promette scintille. I cambiamenti richiedono sempre aggiustamenti, ma portano con sé anche grande entusiasmo. È quello che stiamo vivendo in questa fase organizzativa e che spero sia riuscito a trasmettervi anche solo in parte. In attesa di una panoramica più approfondita vi invito a seguire tutti gli aggiornamenti sui canali Facebook e Instagram di Fermentazioni e sul relativo sito web. Ci vediamo a giugno!

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco

Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Prossimi eventi: Birre sotto l’albero, Melegnano Beer Festival e altri

Complice la pausa di domani per l’Immacolata, anticipiamo a oggi il consueto pezzo sui prossimi ...

Birraio dell’anno 2017: pubblicata la lista dei 20 finalisti

Ormai non manca molto alla fine del 2017 ed è naturale cominciare a tirare le ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *