Craft Beer Evolution
Home » Eventi » Viaggio tra i birrifici piemontesi

Viaggio tra i birrifici piemontesi

Giovedì 27 novembre la delegazione Canavese dell’AIS (Associazione Italiana Sommelier) organizza una serata di degustazione incentrata sulle produzioni dei birrifici piemontesi. Il Piemonte non è solo una terra di grandi vini, poiché conta la bellezza di 25 produttori di birra artrigianale, tra cui alcuni di primissimo piano a livello nazionale. Il programma prevede la degustazione di 6 birre provenienti da 5 diversi birrifici della zona, in particolare Gilac, Grado Plato, San Paolo, Valle Celio e Cita Biunda.

La serata, condotta da Davide Arzarello, si terrà presso l’hotel Erbaluce in via Nuova Circonvallazione, 1 di Caluso (TO) e inizierà alle 20,30. La quota di partecipazione è di 30 euro, per le prenotazioni potete fare riferimento al sito della delegazione AIS.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

birrocco

Ancora eventi per il week end: Birrocco, Local Beer Week e altri

Come ogni venerdì continuiamo il nostro viaggio negli eventi di settembre, che mai come quest’anno ...

Fermentazioni_2016_015

Fermentazioni 2016: il mio (non) resoconto

Come probabilmente avrete notato, negli ultimi giorni l’attività su Cronache di Birra è andata avanti ...

3 Commenti

  1. Molto interessante, soprattutto per la presenza dei giovani San Paolo e Valle Cellio. Mi piacerebbe andare, non so se merita per i costi che comporta da Torino spostarsi a Caluso e i 30 euro di partecipazione (non mi sembra ci sia una cena). Tu cosa ne pensi? Ciao!

  2. Andrea Turco

    Che dirti, sicuramente è interessante per i motivi che hai detto, poi sta a te capire se vale la pena o no… Ad esempio se conosci poco anche gli altri birrifici, ovviamente la scelta propende più per il sì 🙂

  3. Ciao Alberto
    la serata e’ pensata come degustazione e NON e’ una cena. Ci sara’ un piattino giusto magari per introdurre qualche spunto su abbinamento…ma come si dice in gergo venite “mangiati”

    Nella selezione dei birrifici, fermo restando il tema birre del territorio, ho voluto privilegiare produttori un po’ diversi dai soliti noti e con cui ho comunque stretto rapporto diretto. Ovviamente limiteremo la degustazione a 1 (2) dei loro prodotti per poter anche avere una sequenza di servizio sensata e congruente con la didattica. Non e’ quindi una serata con il produttore anche se alcuni di essi saranno ospiti e eventualmente potranno portare il loro contributo alla discussione e degustazione

    In generale la serata e’ pensata per i “non birrofili” ovvero per stimolare interesse e curiosita’ sulla birra..anzi sulla birra artigianale a un pubblico anche competente di sommelier e degustatori di vino.

    Il mio obiettivo e’ far capire che la birra ha “pari dignita’” al vino e far capire gli amanti del buon bere e mangiare che a volte a poca distanza da casa ci sono realta’ produttive artigianali interessanti e che vale la pena di valorizzare

    Davide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *