Craft Beer Evolution
Home » Eventi » A Firenze la quarta edizione di Taste

A Firenze la quarta edizione di Taste

Come dettagliatamente illustrato da Fermento Birra, dal 14 al 16 marzo a Firenze torna Taste, la manifestazione enogastronomica ideata da Davide Paolini e organizzata da Pitti Immagine. Taste è un suggestivo percorso tra le diversità biologiche e culturali dei prodotti in esposizione, provenienti da oltre 170 aziende operanti nel settore. Anche quest’anno la location dell’evento sarà la Stazione Leopolda, splendidamente allestita per l’occasione.

Tra i produttori presenti a Taste ci saranno anche alcuni birrifici italiani, nello specifico Almond ’22, Birra del Borgo, Baladin, Barley, Brùton, Ducato, Lodigiano e L’Olmaia. La novità più interessante dell’edizione 2009 è Fuoriditaste, una serie di eventi collegati alla manifestazione, che tuttavia si terranno esternamente ad essa, in diversi locali di Firenze. In particolare merita mezione la cena in programma per venerdì 13 presso il ristorante Ora d’Aria, con un menu preparato con prodotti esposti a Taste e abbinato ad alcune birre presenti.

La scorsa edizione fu un successo e strabiliò per l’accuratezza nell’allestimento. Se volete vedere qualche foto, vi segnalo l’album fotografico dell’associazione Pinta Medicea, per tutte le informazioni sulla manifestazione vi rimando invece al sito di Taste.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

vallescura

Ancora eventi a inizio dicembre: Vallescura Open Day, Christmas Beer Festival e altri

Con l’avvicinarsi delle festività il rush finale degli eventi birrari è ormai ufficialmente cominciato e ...

15-anni-macche

Eventi birrari per inizio dicembre: 15 anni Macche, Fresh Hop Festival e altri

Il calo di eventi birrari registrato con l’inizio dell’autunno registrerà una brusca inversione di tendenza ...

2 Commenti

  1. Se da un lato, queste manifestazioni permettono alla birra artigianale italiana di avere una visibilità importante e di classe, dall’altro possono rappresentare il rovescio della medaglia, circoscrivendo il “fenomeno” in un ambito per pochi eletti…

  2. La manifestazione in oggetto non è di sola birra artigianale, c’è di tutto, dall’aceto balsamico invecchiato 40 anni fino al sali marini più variegati e pregiati. Purtroppo gli organizzatori effettuano una selezione e così i birrifici presenti sono solo 8. L’anno scorso, quando partecipammo noi come associazione riuscimmo a portare 10 birrifici, oltre alla parte di Baladin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *