Craft Beer Evolution
Home » Eventi » Eventi birrari della prima metà di novembre

Eventi birrari della prima metà di novembre

1513193370_merano_wine_festival

Post del venerdì e come di consueto diamo un’occhiata ai prossimi eventi con la birra protagonista. Partiamo da domani 10 novembre, quando prenderà il via a Merano (BZ) la ventesima edizione del Merano Wine Festival, che andrà avanti fino a lunedì 12. Nonostante sia una manifestazione incentrata sul vino, la nostra bevanda avrà ampio spazio, con un numero di espositori non indifferente: ci saranno 32 Via dei Birrai, Amarcord, Birra del Borgo, Birradamare, Cittavecchia, Birrificio del Forte, Olmaia, San Quirico, Brùton, La Gastaldia e Baladin. Parteciperanno anche i più grandi Forst e Theresianer. A quanto si può dedurre dalle informazioni presenti sul sito, laboratori e degustazioni riguarderanno però esclusivamente il succo d’uva. I biglietti d’ingresso costano la modifica cifra di 85 euro al giorno, con possibilità di abbonamenti.

Tornando a contesti più vicini al nostro mondo, segnalo il ciclo di incontri denominato “Alle origini di Birra Pasturana” che si terrà presso il Beerhouse di Casale Monferrato (AL) con protagonista Sandro Merlano, birraio dell’azienda piemontese. Saranno serate didattiche che affronteranno temi specifici e interessanti, la prima delle quali è in programma domani. Ecco l’elenco degli incontri: sabato 10 novembre “Un filo di fumo”, dalla Franconia agli USA con il mondo delle Rauchbier; sabato 12 gennaio 2013 “Da Chiaravalle a La Trappe”, storia di abbazie e birre trappiste dall’origine ad oggi; sabato 9 febbraio “From St. James Gate to Pasturana”, incredibili mondi di Stout, Extra, Imperial e Foreign; sabato 9 marzo “Tropic proof, India Pale Ale e non”, la tradizione britannica e le contaminazioni attuali e meno note; sabato 13 aprile “Benvenuta primavera, le birre alla frutta”, dal Belgio alle grape beers italiane; sabato 11 maggio “Freschezza in tavola con le Saison e le Pale Ales”, storie di messi e campi riscoprendo il ritmo delle stagioni. Per i dettagli collegatevi al sito di Birra Pasturana.

Spostandoci in Lombardia vi annuncio che domenica 11 novembre l’osteria Il Bardo di Carate Brianza (MB) organizza il suo November Fest: un evento dedicato alle birre autunnali, accompagnate da caldarroste, polenta e spezzatino, vin brulè, beer brulè e la presenza dei birrai. Le produzioni disponibili saranno Gabiana (Menaresta), Porpora (Lambrate), Amber Shock (Birrificio Italiano), Dama Bruna (Loverbeer), Tripè (Lariano), Straff (Extraomnes) e Wabi (Orso Verde). Si partirà a mezzogiorno e si proseguirà fino a chiusura. Ulteriori informazioni sulla pagina Facebook dell’evento.

Di più ampio respiro gli ultimi due eventi che presento oggi, entrambi previsti per lo stesso fine settimana (e con nomi simili). Il primo è Fermento Birra Show, la manifestazione di Fermento Birra che si terrà a Firenze nei giorni di sabato 17 e domenica 18 novembre. I birrifici partecipanti saranno Birra del Borgo, Brùton, Cajun, Birrificio del Forte, Birrificio Italiano, La Badia, L’Olmaia, MOA, Mostodolce, Petrognola, Rugapiana. Inoltre ci saranno gli special guest Giovanni Campari (Ducato) e Valter Loverier (Loverbeer), oltre alle produzioni di Kerkom e Thornbridge.

Il programma è fitto di incontri di degustazione, laboratori culinari (con la birra), mini corsi di produzione e altro ancora. In concomitanza con la manifestazione si terranno diverse iniziative da parte di birrerie e ristoranti della zona. Per ulteriori informazioni potete consultare il sito di Fermento Birra Show.

Negli stessi giorni, e cioè sabato 17 e domenica 18 novembre, si terrà a Bastia Umbra (PG) il festival Birra Show. I birrifici aderenti saranno Mastri Birrai Umbri, Magalotti, San Biagio, Khamen, Jacob, Baladin, Birra del Borgo, Amarcord, Birra dell’Eremo, Caber Beer, Birra Olmo, San Gabriel, Flea, Itineris, Les Bieres du Grand St. Bernard, Citabiunda, Scarampola e Artigianl Beer. Non mancheranno gli industriali, in particolare Theresianer e i marchi dei gruppi Heineken e Doreca.

Il programma prevede degustazioni, seminari e laboratori culinari. I biglietti hanno prezzi variabili da 4 euro (solo ingresso) a 17 euro (ingresso + degustazione birra + tagliere). Per informazioni più approfondite vi rimando al sito di Birra Show.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

vallescura

Ancora eventi a inizio dicembre: Vallescura Open Day, Christmas Beer Festival e altri

Con l’avvicinarsi delle festività il rush finale degli eventi birrari è ormai ufficialmente cominciato e ...

15-anni-macche

Eventi birrari per inizio dicembre: 15 anni Macche, Fresh Hop Festival e altri

Il calo di eventi birrari registrato con l’inizio dell’autunno registrerà una brusca inversione di tendenza ...

12 Commenti

  1. Con 85 euro si fa tranquillamente un’intero viaggio birrario per pils in Repubblica Ceca…altro che Wine Festival!
    Folli anche i birrifici che vi parteciperanno.

  2. ma a 85 euro è tipo open bar?!?!?!?

    • Andrea Turco

      Oddio credo di sì, sai com’è: negli eventi enologici gli assaggi non si pagano

      • da quel che so, dentro ci trovi anche vini top di gamma che hanno un costo importante, e te li puoi bere a nastro. se sei un appassionato di vini d’élite, non dico che è conveniente per carità, ma c’è una sua logica

        @Angelo: il tuo discorso mi pare populista e tristemente provinciale. te sei un appassionato di birra e non ti frega una mazza di Merano, pensa quanto fregherebbe a un appassionato di vino un giro per Pils a Repubblica Ceca…

        ne approfitto per ricordati che l’ingresso ad una sessione del GABF 2012 costava 65 dollari. la sessione durava 4 ore e mezzo. al lordo della fila per entrare

        • @SR: punti di vista, conti in tasca più che populismo. Esprimevo una preferenza a “parità” di costi.
          Ma poi…se al tale appassionato del vino non interessano le pils o le bitter, come mai i birrifici vanno lì ad esporre?
          Evidentemente preferisce che qualcuno la birra gliela serva su piatto d’argento e null’altro. Se il mio è populismo, credo questo sia molto vicino al fighettismo, senza offesa eh.
          Io 65 usd per un GABF li pagherei pure, ma non per un festival dove la birra è la solita sorella minore.
          Magari ci si faranno ottimi assaggi di entrambi i nettari, ma ideologicamente non gradisco l’idea. Tutto qua.

      • …si non si pagano e di solito si sputano…….che delitto!!! 🙂

        • bè, se è così ha un senso, dato che sono capitato anche a serate con costi d’ingresso importanti (pure na 50 sacchi) e arrivati li erano inclusi solo 3 assaggi…

  3. 85 €uri li ho spesi a Tokyo da Bakushu Popeye, e mi sono bevuto delle birre artigianali giapponesi della Madonna, diverse Pale Ale, Golden Ale, Rouch, Weiss e Barley Wine da 15° invecchiata 11 anni. E ci ho cenato pure.
    Io intanto l’ 11 sto a Trastevere con Stavio e Lunedì probabilmente a Taberna con Loverbeer, poi se il fegato non sciopera il 27 al birenfud con Extraomnes, e nel mentre vado in cerca di birre di Natale da assaggiare…

  4. danilo goldenpot

    Ciao Luca…anche noi del Golden Pot stiamo facendo un evento carino a tema USA!!! Tutte e dieci le spine saranno targate stelle e strisce….con gastronomia ipercalorica e musica live a tema!!!

  5. danilo goldenpot

    oddio André! Chiedo venia per questo lapsus! è che ho un amico che si chiama luca turco…..maledetto me!!! e dire che ero lucido….

  6. Una sola precisazione, domani al Bardo non ci sarà la Straff, non ancora pronta, ma la Kerst.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *