Craft Beer Evolution
Home » Luoghi » Toh, un nuovo beershop romano: a San Lorenzo apre Hic!

Toh, un nuovo beershop romano: a San Lorenzo apre Hic!

hicFacciamo un riepilogo, perché qui ormai si rischia di perdere il conto dei beershop di Roma: i due Off License, i due Gradi Plato, la bottega bir&fud, il nuovo Birra + al Pigneto. A questi ora va aggiunto anche Hic!, che da circa un mese ha aperto i battenti nel quartiere popolare di San Lorenzo, una delle zone storiche di Roma, traboccante di studenti universitari e locali. Come in altri casi, Hic! non è completamente dedicato alla birra, dovendo la nostra bevanda preferita dividere lo spazio con il fratello vino. Il sottotitolo del negozio d’altra parte recita chiaramente “wine beer and spirits shop”. Che tuttavia la birra sia la grande protagonista del locale non ci sono dubbi, visto che lo spazio dedicato alle bottiglie è decisamente prevalente.

Come ormai consuetudine, accanto agli scaffali in cui trovare prodotti a temperatura ambiente, uno spazio è dedicato anche a un frigorifero per le bottiglie refrigerate. L’assortimento è decisamente orientato al Belgio, paese del quale possiamo trovare un’ampia selezione: ci sono tanti nomi conociutissimi ai più, come Dupont, Achouffe, St. Bernardus, Gouden Carolus, ecc. Non mancano tutte le trappiste, eccezion fatta per la Westvleteren. Non si tratta di una selezione caratterizzata da produzioni particolari o rare, ma ovviamente bisogna tener conto che il beershop è di recentissima apertura.

Per lo stesso motivo l’Italia birraria è assente o quasi, rappresentata in questo momento dalla controversa ‘Na Biretta del BOA e da qualche bottiglia di Petrognola. Ma le cose in futuro di certo cambieranno: già dalla settimana in corso il birrificio toscano sarà presente con tutta la produzione, mentre parallelamente ci si sta muovendo con altri produttori (ad es. Ducato). Il resto del mondo birrario è attualmente trascurato, con alcune rare eccezioni, come l’inglese Robinson, di cui possiamo trovare la classica Old Tom, anche in versione Chocolate.

In attesa quindi che entri a pieno regime, l’Hic! rappresenta già da adesso un valido punto di riferimento per la birra artigianale da asporto, soprattutto se si è alla ricerca di qualche bottiglia belga non particolarmente ricercata. In un quartiere dove la birra scorre a fiumi, ma sempre di pessima qualità, è confortante vedere che si cerca in qualche modo un’alternativa artigianale. Se siete dalle parti di San Lorenzo, una visita è consigliatissima: l’Hic! si trova a via dei Marsi, 5/7.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Nuovi locali: Extraomnes, Doppio Malto, Urban Farmhouse e altri

La rapida crescita della concorrenza nel mercato della birra artigianale sta obbligando molti birrifici a ...

In autunno l’apertura di Be.Re. a Roma, il nuovo locale di Manuele Colonna

Da diversi anni ormai la città di Roma è diventata l’ombelico del movimento birrario nazionale ...

11 Commenti

  1. prezzi?

    Grassie

  2. Se non ricordo male nella media
    Prego

  3. beati voi che avete tutta questa scelta 🙂 invidia!

  4. grandi Alessio&Alessio!
    i migliori auguri per la vostra iniziativa.

  5. Intanto vorrei ringraziare tutti delle parole spese per noi, confermo il fatto che siamo “orientati” molto piu’ sulle birre che su gli altri prodotti e che la nostra volonta’ e’ proprio quella di inserire in questo bellissimo quartiere un punto dove trovare dei prodotti di qualita’ superiore alla media dello stesso, cercando di rimanere su costi validi, per far crescere interesse e cultura intorno a questo mondo, stiamo anche lavorando per ampliare la nostra gamma , puntando infatti sulla ricerca di altre italiane e americane ,per ora ,consci del fatto che abbiamo ancora tantissimo da fare.
    comunico che sono arrivati proprio ieri tutti i prodotti della petrognola ,castagna compresa.
    graziieee ancora
    alessio

  6. e hanno pure un splendida cantina ristrutturata da mettere a frutto aggiungo io! (ero lì col Colonna sabato, ciao Alessio!)

  7. Aggiungerei che a San Lorenzo la qualità della birra è in netta ascesa, grazie soprattutto a Vania e Simone del Serpente Pub, proprio accanto a Hic. Un caro saluto!

  8. quoto l’ormai sig. colonna ,dato che il matrimonio incombe, in attesa anche dell’ invito a costo di fare l’imbucato ( non posso perdermi la marcia nunziale punk e suonata dal vivo) cmq. la stretta collaborazione con il serpente pub oltre che per filosofia lavorativa simile e per vicinanza ma anche perche’ l’altro alessio e’ il fratello di simone, vorremmo cosi’ creare un piccolo polo in via dei marsi del buon bere.
    cheers.

  9. Grazie Colò,mi sono quasi commosso!!!!!
    quando ho letto che a San Lorenzo la birra è solo di pessima qualità,mi ero quasi offeso,soprattutto x il lavoro che io e Vania stiamo facendo nel quartiere!
    ora x fortuna non siamo più soli, e speriamo che anche grazie ad HIC!riusciremo a far capire che c’è birra e birra. x ora lo hanno capito solo quelli che passano a via dei Marsi,ma ci impegneremo x farlo capire a tutta San Lorenzo!!!!!

  10. Perchè ‘na biretta viene detta “controversa”?

    In bocca al lupo a Hic!

    • Beh perché a me – ma è un’opinione condivisa anche da altre persone che conosco – non piace troppo il progetto di comunicazione da cui nasce e si sviluppa questo prodotto. Mi sembra che rincorra eccessivamente le convinzioni generalizzate sulla birra, sottovalutando ad esempio concetti più importanti e rinforzando tradizionali cattive abitudini (cito dal sito ufficiale “va bevuta ghiacciata esclusivamente in compagnia”). Questo senza nulla togliere al valore intrinseco di un prodotto artigianale, aspetto che però, ripeto, passa in secondo piano. Ho usato il termine “controverso” proprio perché conosco le capacità brassicole del BOA, però mi sembra che la filosofia classica del birrificio sia stata messa in disparte per promuovere con grandi sforzi questa ‘na biretta. Parere mio ovviamente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *