Craft Beer Evolution
Home » Media, libri e pubblicazioni » Dopo Birradio arrivano altri podcast birrari: BirrafondRadio e Birra d’Ecc

Dopo Birradio arrivano altri podcast birrari: BirrafondRadio e Birra d’Ecc

birradio

birradioNegli scorsi giorni è uscito il nuovo episodio di Birradio, il podcast sulla birra artigianale che Tony Manzi cura ormai da quasi sette anni. La nascita di questa “radio” birraria ha praticamente coinciso con quella di Cronache di Birra, tanto che fu proprio a lei che dedicati il secondo post di sempre del blog. Per diverso tempo Birradio è rimasta l’unica iniziativa del genere in tutto il panorama nazionale, riuscendo a documentare – con puntate a scadenza variabile – l’evoluzione del nostro movimento. Da allora molte cose sono cambiate, ma la creatura dell’amico Tony ha mantenuto sempre la stessa identità: una serie di interviste ai protagonisti del settore, incentrate su diversi argomenti (talvolta uniti da un leit motiv comune) e intervallate da musica indipendente. Da qualche mese tuttavia Birradio è stata affiancata da altri progetti simili che denotano, ancora una volta, il crescente interesse verso la birra.

birrafondradioorizzontaleSu un taglio ben diverso da quello di Birradio si basa la “rubrica” radiofonica de Il Birrafondaio, testata online e cartacea che ha iniziato a farsi conoscere solo da qualche mese. La trasmissione, battezzata BirrafondRadio, nel momento in cui scrivo è giunta alla sua quinta puntata e va in onda ogni settimana su un’ampia gamma di emittenti radiofoniche locali, ben distribuite lungo tutto lo Stivale. Ogni episodio dura circa un quarto d’ora ed è condotto da Francesco Vitali, Matteo Tagliapietra e Carlo Pascucci. La formula è piuttosto colloquiale: gli speaker alternano chiacchiere birrarie con notizie di settore, sempre supportati da un ospite in collegamento telefonico e dalle domande degli ascoltatori.

Per darvi un’idea del format, la prima parte dell’ultima puntata si è concentrata sul problema delle accise, discorso approfondito dopo una necessaria introduzione con l’intervento di Filippo Terzaghi di Assobirra. La seconda parte, decisamente più leggera, ha invece portato in rassegna alcune notizie birrarie curiose provenienti da tutto il mondo. Ho accennato al taglio diverso di BirrafondRadio rispetto a Birradio: è chiaramente un prodotto rivolto a un pubblico più ampio, che solo marginalmente entra nel profondo della cultura birraria. Chiaramente è possibile riascoltare tutti gli episodi in podcast sul sito de Il Birrafondaio.

BirraDecc_WebRadioAncora più giovane è la web radio Birra d’Ecc, iniziativa nata a inizio novembre come costola dell’omonimo festival birrario “itinerante”. Anche in questo caso la scadenza delle puntate è settimanale (quattro al mese) e gli argomenti toccati differenti: dalle degustazioni delle migliori birre italiane al calendario di eventi a tema, dai birrifici partecipanti alla manifestazione alle news di settore. Non mancano sketch ironici, interviste ai protagonisti dell’ambiente e situazioni divertenti. L’obiettivo è di far conoscere a un pubblico sempre più ampio le meraviglie della birra artigianale.

Nella prima puntata di Birra d’Ecc (al momento ne sono state pubblicate due) è stato introdotto il birrificio Black Barrels di Renzo Losi, segnalati un paio di eventi in Italia, riportate alcune notizie più o meno curiose. Inoltre è stato affrontato il problema delle nuove regole sull’etichettamento e presentato il gruppo musicale BPM Torino. L’idea è quindi di coprire a 360° gradi tutto quello che riguarda la birra artigianale, ma senza rinunciare a uno stile leggero e alla musica d’accompagnamento. Le puntate, condotte dal duo Cala e Bob, sforano ampiamente l’ora e sono ascoltabili sulla pagina ufficiale della web radio, che tra l’altro da qualche giorno si accompagna anche a un magazine online, battezzato – indovinate un po’ – Birra d’Ecc.

Queste le due novità che dunque da qualche settimana hanno affiancato Birradio nell’offerta “radiofonica” di settore. A proposito della creatura di Tony Manzi, segnalo che nell’ultimo episodio si è parlato del pessimo momento che stanno vivendo diversi birrifici del Nord causa maltempo, delle novità in termini di etichettamento, delle immancabili accise, di coltivazione del luppolo e del festival dublinese completamente dedicato alle birre italiane, con la presenza di Barley, Almond ’22, Loverbeer, Montegioco e Foglie d’Erba.

Siete soliti ascoltare questi podcast birrari? Che ne pensate delle due nuove web radio?

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

shutterstock_49128781-980x400

I prodotti premium e crafty trainano il successo della birra in Italia

È di alcuni giorni fa la pubblicazione da parte di IRI di alcuni dati riguardanti il ...

o-CRAFT-BEER-facebook

E ora alcuni tipi di birra piacciono più alle donne che agli uomini

Uno dei pregi della birra artigianale è di aver incrementato il consumo tra le donne, ...

3 Commenti

  1. Dunque, prima che questo post diventi il “meno commentato di sempre” 😛 commento io!
    Intanto mille grazie Andrea per le belle parole spese per il mio podcast “Birradio”.
    Felice di aver fatto da apripista ai podcast birrari nostrani, e molto meno felice per la scarsa “regolarità” con cui posto le puntate.
    Un grande in bocca al lupo alle nuove iniziative radiofonico/birrarie. Chissà che non si possa collaborare insieme… 🙂

    ciao

    Tony

  2. Grande Tony!
    Avermi beccato durante la passeggiata verso il festival, sulle strade del centro di Dublino, in compagnia di Jurij Ferri e Gino Perissutti (appena usciti tutti insieme, tra l’altro da un aperitivo-colazione al Porterhouse) per farmi l’intervista per Birradio, indica un tempismo raro 🙂

    • Nicola, sono pur sempre un giornalista, che deve stare “sul pezzo”! 😛 E’ stato un vero piacere parlare con voi e spero di poterlo fare -di persona questa volta- prima possibile. Davanti una birra…

      Tony

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *