Cimec
Home » Archivio tag: brewdog

Archivio tag: brewdog

Le lattine: il più grande fenomeno craft degli ultimi 15 anni

D’accordo, l’ascesa delle New England IPA può essere considerata uno dei più impressionati fenomeni birrari degli ultimi anni. E probabilmente qualcosa di molto simile accadrà con le Brut IPA. Parallelamente è impossibile non segnalare il crescente spazio ottenuto dalla frutta come ingrediente principale di tante birre. Eppure, se allarghiamo la visione a un periodo più ampio, possiamo affermare senza timore …

Vai all'articolo »

Trump, Putin e non solo: quando la politica finisce sulle etichette di birra

Il bello della birra è che, a differenza di altre bevande (tipo il vino), è molto informale. Ciò garantisce ai birrifici ampi margini di movimento quando si tratta di lanciare un nuovo prodotto, sia in termini di ricetta che di comunicazione. Una delle mosse più redditizie consiste nel cavalcare l’attualità, concentrandosi su temi verso i quali è temporaneamente rivolta tutta …

Vai all'articolo »

Nuove birre da Olmaia, Birrificio Italiano + Brewdog, Ritual Lab e altri

Ci sono birrifici che sfornano novità praticamente una volta a settimana e birrifici che attendono persino anni prima di aggiungere una birra inedita alla propria gamma. Tra questi ultimi va sicuramente inserito L’Olmaia, che dopo molto tempo torna a far capolino nelle nostre consuete panoramiche sulle nuove creazioni brassicole con la sua Miss Bunny (4,5%). È definita una Saison atipica …

Vai all'articolo »

Notizie dal Regno Unito, protagonisti i birrifici Dark Star, Five Points e Brewdog

Tra eventi, birre inedite e nuove aperture, Cronache di Birra tende a focalizzarsi principalmente su ciò che accade nella scena birraria italiana. Non è un fatto scontato: quando dieci anni fa partì l’avventura del blog, immaginavo che la parte relativa all’estero sarebbe stata prevalente. Invece la birra artigianale nel nostro paese è cresciuta rapidamente e ha determinato questo assetto, che …

Vai all'articolo »

La Disneyland per adulti di Brewdog: nel 2018 aprirà il suo immenso hotel birrario

Avete presente la casa della strega di Hansel e Gretel, quella tutta fatta di dolci e marzapane? Nonostante la fiaba tedesca presenti dei passaggi abbastanza inquietanti, credo che chiunque di noi almeno una volta abbia desiderato vivere in una dimora del genere. Ebbene la versione adulta di quel sogno potrebbe presto trovare realizzazione, grazie all’ultima strampalata idea di Brewdog: costruire …

Vai all'articolo »

Le parole di Greg Koch come chiave di lettura del caso Birra del Borgo

Come forse saprete la scorsa settimana si sono tenute le due tappe italiane del tour europeo di Stone Brewing, che il birrificio americano ha organizzato per presentare il suo nuovo polo produttivo di Berlino. Personalmente ho avuto il piacere, insieme ad Andrea Camaschella, Manuele Colonna e Lorenzo Fortini, di “condurre” a Roma la conferenza stampa che ha visto protagonista Greg …

Vai all'articolo »

Pub e birrerie di Roma: ampliamenti e nuove aperture (parte 2)

Roma è una città che non dorme mai, figuriamoci quando si tratta di birra artigianale. Sono tante le realtà capitoline, da anni consolidate, che decidono di espandersi o di aprire un’attività parallela, lanciandosi in nuovi progetti in un ambiente fecondo come quello del craft. Dopo la panoramica di fine dicembre, torniamo allora a scoprire alcune delle novità che confermano come …

Vai all'articolo »

Il riscatto della lattina

Per molti prodotti alimentari la storia del contenitore è tanto affascinante quanto quella del contenuto, perché il packaging ne influenza disponibilità, modalità di consumo e popolarità. A partire dalla forma, passando per il tipo di materiale e arrivando al design, anche il packaging della birra ha molte storie da raccontare. Una in particolare mi ha colpito e incuriosito, quella della …

Vai all'articolo »

La birra transgender segna il definitivo declino creativo di Brewdog?

Risale a qualche giorno fa l’ultima trovata di Brewdog: l’annuncio della prima birra transgender al mondo, battezzata No Label. Ma cosa significa questa definizione? Fondamentalmente niente: tanto per cambiare l’obiettivo del birrificio scozzese è far parlare di sé, partendo da presupposti di tipo brassicolo per costruire una storia dai toni sensazionalistici. In questo caso l’espediente è l’impiego di luppoli che …

Vai all'articolo »

Di birra, musica e dei concetti di commerciale e industriale

Nei miei tanti anni di militanza nel settore della birra artigianale, spesso mi è capitato di ascoltare l’opinione di chi trova analogie tra il nostro mondo e quello della musica. E in effetti non è raro imbattersi in punti d’incontro tra le due realtà: dai birrifici che chiamano le loro produzioni ispirandosi agli stili musicali fino ai gruppi rock che lanciano …

Vai all'articolo »