Cimec
Home » Archivio tag: industria vs craft

Archivio tag: industria vs craft

Quando vendere alle multinazionali è controproducente: Ratebeer cancella il suo festival annuale

Se avete una buona memoria (e siete lettori assidui di Cronache di Birra) ricorderete che la scorsa estate vi illustrai tutti i settori soggetti all’invasione delle multinazionali della birra. In questi anni l’industria non sta semplicemente acquistando birrifici artigianali in tutto il mondo, ma anche penetrando dei segmenti collaterali al fine di ottenere un controllo pressoché totale del mercato. Così ...

Vai all'articolo »

Che 2018 birrario sarà

Nel pezzo di ieri abbiamo assegnato a Silvio Belli il premio Nostradamus birrario 2017, essendo riuscito, un anno fa, a prevedere molte delle tendenze che hanno caratterizzato il mercato nei passati dodici mesi. Neanche il tempo di festeggiare che Silvio è già chiamato a difendere il suo scettro: dopo aver verificato le vostre profezie di dicembre 2016, è ora il ...

Vai all'articolo »

Che 2017 birrario è stato – I risultati

Ormai ci siamo: il 2017 è agli sgoccioli e come sempre di questi tempi bisogna incoronare il miglior Nostradamus birrario d’Italia. Di cosa sto parlando? Ma chiaramente del giochino che si rinnova ogni dicembre qui su Cronache di Birra, in cui invito i lettori a prevedere gli aspetti che caratterizzeranno il movimento della birra artigianale nei prossimi dodici mesi. Lo ...

Vai all'articolo »

Cresce il numero di locali americani con sola birra indipendente. E in Italia?

Da quando le multinazionali del settore hanno iniziato ad acquisire di birrifici craft di mezzo mondo (l’ultimo qualche ora fa), è diventato chiaro che la “battaglia” non è più tra birra artigianale e birra industriale, ma tra produttori indipendenti e non indipendenti. In passato era facile tracciare una linea di demarcazione tra i due mondi, ma negli ultimi anni questo ...

Vai all'articolo »

Shock nella birra craft canadese: Trou du Diable acquistata da Molson Coors

Nonostante la scena birraria del Canada sia piuttosto varia, da noi sono solo due i produttori che vengono considerati di alto livello: Dieu du Ciel e Trou du Diable. Ebbene, da giovedì scorso possiamo pure depennare il secondo nome poiché è ufficialmente passato sotto il controllo dell’industria, andando a rimpinguare il numero dei birrifici craft che negli ultimi anni hanno ...

Vai all'articolo »

La campagna shock dei birrifici craft americani: compriamo AB Inbev

Da quando le multinazionali del settore hanno cominciato ad acquistare i microbirrifici italiani (cioè dalla primavera del 2016), nel nostro ambiente si è diffusa una certa preoccupazione per il futuro della birra artigianale. Tuttavia la questione non riguarda solo il nostro paese e anzi è ben più sentita negli Stati Uniti, dove lo shopping dell’industria è iniziato alcuni anni fa ...

Vai all'articolo »

L’iniziativa di Unionbirrai per i locali italiani: presentato il progetto PUB

Uno degli appuntamenti collaterali in programma durante il recente Eurhop Beer Festival è stata la presentazione del progetto PUB di Unionbirrai. Come il nome suggerisce si tratta di un’iniziativa rivolta ai locali italiani nell’ottica della promozione della birra artigianale: un marchio con il quale identificare quegli operatori che supportano il movimento, difendendo i prodotti craft dalla crescente invasione delle multinazionali. ...

Vai all'articolo »

Acquisizioni dell’industria: perché distinguere “indipendenza” da “qualità”

Come ormai dovreste sapere, ieri è stata annunciata la cessione del birrificio Hibu a Dibevit, braccio distributivo del Gruppo Heineken. La notizia rappresenta l’ultimo atto della trasformazione che sta investendo il segmento della birra artigianale italiana da poco meno di un anno e mezzo, cioè da quando si verificò il primo acquisto di un marchio craft da parte dell’industria – ...

Vai all'articolo »

Breaking News: il birrificio Hibu acquistato da Dibevit (Gruppo Heineken)

Nuova acquisizione dell’industria nel settore della birra artigianale italiana. È la volta del birrificio Hibu di Burago di Molgora (MB) che ha appena ufficializzato la cessione del 100% delle quote aziendali a Dibevit, società del Gruppo Heineken dedicata alla distribuzione di birre premium e speciali. Dopo Birra del Borgo, Birrificio del Ducato e Birradamare il segmento craft nazionale perde dunque un ...

Vai all'articolo »

Lo shopping di AB Inbev approda in Australia: acquistato il birrificio 4 Pines

Ammettiamolo pure: ormai ci siamo abituati agli acquisti di birrifici craft da parte delle multinazionali. A meno che i nomi coinvolti non siano davvero altisonanti, notizie del genere vengono recepite dall’ambiente in maniera sempre più apatica. C’è una sorta di rassegnata passività, sviluppatasi per l’escalation del fenomeno: prima è toccato ai marchi di dimensioni ragguardevoli, poi a birrifici craft americani ...

Vai all'articolo »