Cimec
Home » Archivio tag: usa

Archivio tag: usa

E ora i marchi crafty di AB Inbev vendono più di qualsiasi birrificio artigianale

Tutte le volte che su Cronache di Birra o in altre sedi ho parlato del fenomeno delle acquisizioni dell’industria, ho sempre sottolineato il pericolo di un ritorno a un mercato piatto, anonimo e scialbo, cioè esattamente quello che esisteva prima della rivoluzione della birra artigianale. Chiaramente la singola cessione di un birrificio a una multinazionale non apporta alcuna cambiamento nell’immediato, …

Vai all'articolo »

3 temi di viaggio per la vostra estate birraria

Girare il mondo per amore della birra è un’attività non necessariamente collegata a una stagione specifica, ma è normale che proprio in questo periodo ci si abbandoni più facilmente ai progetti di viaggio. Esiste qualcosa di più entusiasmante che programmare un itinerario dedicato alla nostra bevanda, studiare le tappe da visitare di giorno in giorno e poi vivere effettivamente quelle …

Vai all'articolo »

Altro che finite: le New England stanno invadendo il mercato ora, con risultati pazzeschi

Nella teoria della comunicazione, e in particolare di quella dell’informazione giornalistica, molto controverso è il concetto di gatekeeper. Teorizzato a partire dagli anni ’40 da Kurt Lewin e sviluppato in seguito da altri autori, indica quei soggetti che permettono alle notizie di essere effettivamente veicolate e quindi di raggiungere il grande pubblico. Nelle moderne forme di comunicazione, che hanno arricchito …

Vai all'articolo »

Limpide, esili e super secche: dalla California arrivano le Extra Brut IPA

Lo sappiamo: ormai l’ambiente internazionale della birra artigianale è diventato irrequieto e nevrotico, sempre alla ricerca spasmodica della prossima novità da cavalcare, dissezionare e infine archiviare nel volgere di pochissimo tempo. Così in un paio di anni una consuetudine produttiva tipica del New England è stata dapprima elevata al grado di sottostile rivoluzionario, quindi trasformata in un vero e proprio …

Vai all'articolo »

Un altro gigante della birra si ritira: Charlie Papazian lascia la Brewers Association

Lo scorso settembre la comunità internazionale della birra artigianale ha dovuto incassare la decisione di Roger Protz, uno dei più grandi divulgatori al mondo di cultura birraria, di lasciare il suo storico incarico come curatore della Good Beer Guide. Un annuncio molto simile è arrivato negli scorsi giorni e riguarda un altro immenso evangelizzatore della birra: come dichiarato dalla Brewers …

Vai all'articolo »

La birra craft americana è in affanno: problemi anche per Smuttynose

Fino a oggi abbiamo sempre raffigurato il mercato internazionale della birra artigianale come un contesto in forte evoluzione, caratterizzato da trasformazioni veloci e rapide inversioni di rotta. Invece di raggiungere una dimensione più equilibrata, paradossalmente sembra che negli ultimi tempi l’ambiente sia diventato ancor più turbolento, a tratti isterico. I motivi sono diversi: il cieco entusiasmo che ha spinto molti …

Vai all'articolo »

Cresce il numero di locali americani con sola birra indipendente. E in Italia?

Da quando le multinazionali del settore hanno iniziato ad acquisire di birrifici craft di mezzo mondo (l’ultimo qualche ora fa), è diventato chiaro che la “battaglia” non è più tra birra artigianale e birra industriale, ma tra produttori indipendenti e non indipendenti. In passato era facile tracciare una linea di demarcazione tra i due mondi, ma negli ultimi anni questo …

Vai all'articolo »

Birra negli USA: una storia di stili legati alle zone di origine

Come sappiamo molti stili della tradizione brassicola europea sono propri di regioni o luoghi specifici. Talvolta il legame è talmente forte da essere fissato nel nome stesso della tipologia: pensiamo alle Gose, originarie del comune di Goslar, alle Kölsch, tipiche di Colonia, alle Helles e alle Dunkel, a cui spesso ci si riferisce con l’aggettivo Munich (Monaco di Baviera), o …

Vai all'articolo »

I Millennials stanno uccidendo la birra artigianale?

Nella rassegna stampa delle ultime settimane mi è capitato di imbattermi a più riprese in alcuni articoli che individuavano nei Millennials (cioè i componenti della cosiddetta Generazione Y) il motivo del trend negativo del mercato della birra. Niente di nuovo, direte: sappiamo infatti che la crisi del settore è cominciata quando le multinazionali si sono dovute confrontare con le abitudini …

Vai all'articolo »

Sapporo acquista Anchor: ceduto anche il capostipite dei birrifici craft americani

Il patto Ribbentrop-Molotov, il trasferimento di Baggio dalla Fiorentina alla Juventus e ora la cessione del birrificio Anchor al colosso Sapporo. Ci sono accordi che entrano nella storia perché carichi di profondi significati simbolici e tra questi oggi possiamo inserire la notizia che da qualche ora sta rimbalzando sui social e sugli organi specializzati: l’americana Anchor Brewing ha venduto il …

Vai all'articolo »