Cimec
Home » Archivio tag: westvleteren

Archivio tag: westvleteren

Due vicende di birra e religione: l’Olanda fa arrabbiare i trappisti, il Birrificio Baffo gli induisti

Il rapporto tra birra e religione è da sempre molto contraddittorio. Storicamente la diffusione del Cristianesimo è risultata sfavorevole per la birra, poiché veniva considerata una bevanda impura, e ancora oggi è proibita (al pari di altri prodotti alcolici) da molti culti. Allo stesso tempo, tuttavia, non mancano gli esempi opposti: pensiamo all’importanza che hanno rivestito gli studi di Santa …

Vai all'articolo »

Il riassunto di una settimana di post per gli ultimi (ex) vacanzieri

Ora che siete tornati proprio tutti dalle vacanze, possiamo finalmente inaugurare una nuova stagione birraria. In realtà Cronache di Birra è tornato operativo già da una settimana, ripartendo con la sua quotidiana panoramica su ciò che accade nel mondo brassicolo nazionale e internazionale. Ma visto che il rientro dalle ferie è sempre traumatico, per riprendere il ritmo gradualmente mi sembra …

Vai all'articolo »

Westvleteren obbligata a etichettare, Palm si autodefinisce “craft”

Questa mattina il sempre ottimo Bere Birra ha rilanciato sulla sua pagina Facebook due notizie provenienti dal Belgio, che ho trovato molto interessanti. In entrambe il concetto centrale è quello di “sacralità” della birra artigianale, che purtroppo sta lentamente lasciando il passo alle logiche di mercato e di marketing. La prima notizia riguarda il più leggendario tra i pochi birrifici …

Vai all'articolo »

La Westvleteren XII sbarca in America: su Ebay confezioni in vendita anche a 1.000 euro

Con uno splendido colpo di marketing, ieri negli USA sono state finalmente rilasciate le prime confezioni di Westvleteren 12 – o meglio XII, come impresso sulla discutibile nuova veste della birra belga. Se non sapete di cosa stiamo parlando riassumo rapidamente la vicenda: Westvleteren è un birrificio trappista famoso per la qualità delle sue birre e per la difficoltà nel …

Vai all'articolo »

Dopo la degustazione, alcune curiosità sulle birre trappiste

Come ampiamente annunciato, ieri sera ho condotto la “degustazione trappista” al Maltese di Roma, dove sono andate in scena le tre fantastiche Westvleteren e un’Orval invecchiata in bottiglia per più di un anno. E’ stato un evento insolito, anche per i pochi posti disponibili: più che una degustazione a tutti gli effetti, è stata un’intima cena accompagnata da queste perle …

Vai all'articolo »

Al supermercato, poesia di Roberto Piumini feat. Westvleteren

C’è una poesia di Roberto Piumini che s’intitola “Al supermercato”. La poesia è tratta da I giorni della festa (edizioni Mondadori) e recita così: Antonia è andata al supermercato e sapete cosa ha trovato? Ha trovato proprio di tutto: uova, cipolle, cipria, prosciutto, cose da bere e da mangiare, cose per scrivere e per suonare, per essere lieti, per essere …

Vai all'articolo »

Scendo al supermarket e mi compro una Westvleteren…

Vi piacerebbe eh? Eppure, per quanto incredibile, sembra proprio che a breve in Belgio sarà possibile trovare le leggendarie produzioni del birrificio trappista nella catena di supermercati Colruyt. Giusto per la cronaca, ricordo che le Westvleteren sono birre uniche, pezzo pregiato per tutti gli appassionati del pianeta. I motivi sono diversi, ma essenzialmente risiedono nel loro eccelso livello qualitativo (sono …

Vai all'articolo »

Three Floyds, o delle oscure ripercussioni del successo

Oggi ha attirato la mia attenzione un articolo pubblicato su Beernews, che spiega le difficoltà che sta incontrando uno dei produttori americani più in voga del momento: Three Floyds. Fondato nel 1996, il birrificio si è sempre contraddistinto per ottimi prodotti, acquistando anno dopo anno l’attenzione di un numero crescente di appassionati. Un iter normale, comune a tante altre realtà …

Vai all'articolo »

I pesci d'aprile a tema birrario

Come ho scritto questa mattina, la notizia di ieri sulla nuova linea a firma Mikkeller era uno spudorato pesce d’aprile, che è riuscito comunque nell’intento di trarre in inganno qualche lettore. Non è stato l’unico scherzo birrario organizzato sul web, visto che come sempre accade durante il primo aprile compaiono sui vari siti specializzati notizie decisamente strampalate, che poi si …

Vai all'articolo »