Cimec
Home » Nell’antico Perù una civiltà che produceva birra per evitare la guerra

Nell’antico Perù una civiltà che produceva birra per evitare la guerra

Come riportato da Focus, un recente studio archeologico del Field Museum di Chicago ha rivelato che l’antica civiltà peruviana degli Huari produceva birra per dirimere le tensioni politiche. Grazie alle analisi condotte a Cerro Baul, ultimo avamposto meridionale di questo impero pre-incaico, i ricercatori hanno scoperto che la popolazione locale organizzava regolarmente banchetti a base di bistecche di lama e boccali di chicha, una proto-birra acida tipica dell’America Latina. Lo scopo di simili simposi era principalmente quello di allentare le tensioni con le popolazioni confinanti prima che degenerassero in scontri violenti.

Gli studiosi hanno elaborato i resti ritrovati nei contenitori di chicha e nei tini di fermentazioni situati all’interno del birrificio della città, capace di produrre fino a 1.500-1.900 litri di bevanda. A differenza della stragrande maggioranza di interpretazioni di chicha, realizzate con mais e cereali, quella degli Huari era prodotta dalla fermentazione delle bacche di pepe, ampiamente disponibili anche in tempo di siccità. Gli Huari abbandonarono Cerro Baul 950 anni fa, incendiandola prima di andarsene: curiosamente l’ultimo edificio a cui appiccarono il fuoco fu proprio il birrificio, dove lasciarono i loro recipienti insieme a diverse offerte votive.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Nuove birre da Alder, Barley, Eastside, Opperbacco e Birranova

Tra i tanti eventi degni di nota degli ultimi giorni va sicuramente segnalata l’inaugurazione del …

3 Fonteinen: investimento da 25 milioni di euro per il suo ampliamento

Venerdì scorso è apparsa su The Brussels Times una notizia destinata a stravolgere il mondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *