Cimec
Home » Opinioni e tendenze

Opinioni e tendenze

Pub e ristoranti chiusi in tutta Europa: i problemi dell’Italia non sono le restrizioni

Nelle scorse settimane ci siamo messi alle spalle il 2020 tirando un sospiro di sollievo, ma il nuovo anno è cominciato sullo stesso tenore di quello precedente. Se vogliamo la situazione per il comparto brassicolo è persino peggiorata, perché le speranze dei mesi scorsi si sono trasformate in una deprimente rassegnazione, capace di inghiottire lentamente i pensieri più ottimistici. Le …

Vai all'articolo »

Il futuro della birra italiana? Blockchain, sostenibilità ed economia circolare

Nel settembre del 2010 il settore birrario italiano fu investito da un’importante novità: il decreto ministeriale 212, infatti, elevò la nostra bevanda a prodotto agricolo. Fu la scintilla che fece scoppiare la febbre per la cosiddetta birra agricola, quella cioè realizzata con almeno il 51% di orzo coltivato dal birrificio e capace di fornire una serie di vantaggi (fiscali, economici, …

Vai all'articolo »

Che 2021 birrario sarà

E alla fine siamo arrivati alla domanda tanto temuta in questi mesi: cosa accadrà alla birra artigianale italiana nel 2021? Tra qualche ora ci metteremo alle spalle uno degli anni più nefasti di cui abbiamo memoria e sarà impossibile non guardare ai prossimi mesi con un misto di speranza e inquietudine. Da una parte c’è la voglia di tornare alla …

Vai all'articolo »

5 cose da salvare di questo terribile 2020 birrario

Solitamente in questo periodo lanciamo il nostro consueto Nostradamus della birra, in cui i lettori del sito sono chiamati a profetizzare gli eventi che caratterizzeranno l’anno venturo. Come le più grandi competizioni internazionali, anche l’edizione 2020 del nostro gioco non si terrà: da una parte è inutile verificare le vostre ipotesi di 12 mesi fa – tranquilli, nessuno aveva inserito …

Vai all'articolo »

Gose italiane: come i nostri birrifici interpretano lo stile salato di Lipsia

Ho sempre trovato quello delle Gose uno stile birrario affascinante, per via della sua complessità ed unicità di preparazione. Si tratta di birre nella cui produzione vengono utilizzati il sale, il coriandolo ed i lattobacilli: questo mix è in grado di produrre un sorso acidulo, delicatamente salato e al naso un profilo olfattivo ricco e aggraziato. La bevuta è snella, …

Vai all'articolo »

Pro e contro di un corso di degustazione online sulla birra: parola ai nostri corsisti

Come forse saprete, la scorsa estate Cronache di Birra ha lanciato il proprio corso di introduzione alla birra e alla sua degustazione, svolto completamente online. È stata una delle prime iniziative del genere in Italia e, come scrissi all’epoca, le restrizione imposte dal lockdown mi spinsero a superare i dubbi che nutrivo rispetto alla fruizione da remoto. Sono docente in …

Vai all'articolo »

Covid e coprifuoco: l’inconcepibile mazzata per pub e locali (e birra artigianale)

In questi giorni sui social sta girando una foto (rilanciata da Il Milanese Imbruttito) che mostra un vagone della metro di Milano stracolmo di gente, accompagnata dalla scritta “E la movida muta”. Negli stessi giorni alcune Regioni italiane hanno prima valutato e poi assunto decisioni che stabiliscono restrizioni maggiori di quelle previste dal dpcm del 18 ottobre. È così che …

Vai all'articolo »

Le collaborazioni inaspettate: Ricola, Kellogg’s, Fernet Branca, Fabbri e Jameson

Ormai da diversi anni le collaborazioni sono una costante fissa della birra artigianale, come documentiamo settimanalmente nelle nostre panoramiche sulle nuove creazioni dei birrifici italiani. A livello internazionale l’usanza iniziò simbolicamente nel 2004 con la nascita della Collaboration not Litigation, con cui i birrifici americani Russian River e Avery Brewing si riconciliarono dopo alcuni dissidi in materia di copyright. Inizialmente …

Vai all'articolo »

Whisky, kombucha e hard seltzer: quando i birrifici italiani si spingono oltre la birra

Negli ultimi anni tra i birrifici craft americani si è diffusa una certa tendenza a diversificare la propria offerta, arrivando a travalicare i confini della birra per proporre sul mercato prodotti alcolici di differente natura. Alla gamma base di molte aziende statunitensi sono stati così aggiunti distillati, hard seltzer, bevande alcoliche aromatizzate, kombucha e fermentati vari. Si tratta di un …

Vai all'articolo »

Travalicare gli appassionati: un imperativo per il futuro della birra artigianale

Ritrovarsi catapultati improvvisamente in una realtà inedita permette di guardare le cose in modo diverso. È ciò che è successo a tutti noi con l’avvento della pandemia, che ha stravolto ogni aspetto delle nostre vite. Inclusa la birra artigianale, che non solo fa parte della nostra quotidianità, ma rappresenta un settore produttivo sempre più importante nel panorama nazionale. Il blocco …

Vai all'articolo »