Cimec
Home » Opinioni e tendenze

Opinioni e tendenze

La triste verità: per molti consumatori Peroni, Ichnusa e Moretti sono birra artigianale

Qual è lo stato della birra artigianale nella grande distribuzione? È anche per rispondere anche a questa domanda che Cibus, in collaborazione con la testata GDO News, ieri ha organizzato una tavola rotonda online con protagonisti di entrambi i settori – si è parlato anche di vino, ma questo è un discorso che a noi interessa relativamente. L’iniziativa è stata …

Vai all'articolo »

Il suicidio comunicativo della birra artigianale italiana

Negli ultimi giorni nell’ambiente della birra artigianale si è tornati prepotentemente a parlare di comunicazione, e dei limiti che essa continua a mostrare. L’argomento è diventato d’attualità a causa di due eventi avvenuti praticamente in contemporanea e che, nonostante abbiano origini e matrici molto diverse, sollevano lo stesso atavico problema: l’incapacità del nostro settore di comunicare sé stesso oltre la …

Vai all'articolo »

Marchi sinergici: la prolifica “terza via” tra birrificio e beer firm

A settembre dello scorso anno pubblicammo un articolo dedicato alle nuove realtà brassicole italiane, aprendo la rassegna con Antikorpo Brewing. In quell’occasione spiegammo la particolare fattispecie cui apparteneva il marchio triestino, nato come una sorta di costola del birrificio Cittavecchia: Stesso birrificio e stesso impianto, ma marchio e birraio diverso. È questa l’impostazione che hanno assunto alcune nuove realtà aperte …

Vai all'articolo »

Personale, orari, offerta: 3 grandi cambiamenti per i pub causati dalla pandemia

Da sempre le crisi portano opportunità e mutamenti. Circa un anno e mezzo fa la pandemia entrò a gamba tesa nelle nostre vite, modificando profondamente la quotidianità di ognuno di noi e la percezione stessa dell’ambiente in cui viviamo. Siamo stati costretti a cambiare abitudini consolidate nel tempo e a ripensare i meccanismi della socialità, da tutti i punti di …

Vai all'articolo »

Mild, Keller, Bitter e Bock: i birrifici italiani ora guardano alle tradizioni europee

A maggio del 2019 intervistammo Marco Valeriani, proprio qualche mese prima del suo debutto col il marchio Alder. Quando gli chiedemmo con quali birre sarebbe partito, lasciò intendere che avrebbe dato spazio a molte Lager e a stili della tradizione belga, oltre alle classiche APA e American IPA. Non era una risposta scontata, perché Marco aveva ottenuto l’attenzione del movimento …

Vai all'articolo »

Save the Mild: come i birrifici italiani interpretano il classico stile britannico

L’articolo che state leggendo vuole porre in rassegna alcune Mild prodotte dai birrifici italiani, senza necessariamente ripercorrere l’intera storia della tipologia, complessa, travagliata e costellata di continue variazioni di colore e tenore alcolico. Nell’uso corrente, con il termine Mild si indica uno stile ben preciso, originario dell’Inghilterra e contraddistinto da un tenore alcolico molto leggero e da un colore bruno. …

Vai all'articolo »

Gli importanti effetti secondari delle lattine sulla birra artigianale italiana

Se ieri avete letto la nostra consueta panoramica sulle nuove birre italiane, probabilmente avrete notato che delle sei birre presentate nell’articolo ben quattro sono disponibili in lattina e non in bottiglia. Come saprete non è assolutamente un caso, bensì l’effetto di un cambiamento che in tempi recenti ha investito con forza il movimento nazionale della birra artigianale, sulla scia di …

Vai all'articolo »

Sidro artigianale: una tendenza in ascesa tra i birrifici italiani

Da diversi anni ormai ci siamo resi conto di come il mondo della birra artigianale italiana (ed estera) sia in costante cerca di nuovi stimoli in segmenti diversi da quello prettamente brassicolo. Già nel 2014 Cronache di Birra evidenziava la presenza di altre bevande fermentate nel comparto della birra artigianale fra cui sahti, idromele e fermentati di diversi cereali. Sei …

Vai all'articolo »

Pub e ristoranti chiusi in tutta Europa: i problemi dell’Italia non sono le restrizioni

Nelle scorse settimane ci siamo messi alle spalle il 2020 tirando un sospiro di sollievo, ma il nuovo anno è cominciato sullo stesso tenore di quello precedente. Se vogliamo la situazione per il comparto brassicolo è persino peggiorata, perché le speranze dei mesi scorsi si sono trasformate in una deprimente rassegnazione, capace di inghiottire lentamente i pensieri più ottimistici. Le …

Vai all'articolo »

Il futuro della birra italiana? Blockchain, sostenibilità ed economia circolare

Nel settembre del 2010 il settore birrario italiano fu investito da un’importante novità: il decreto ministeriale 212, infatti, elevò la nostra bevanda a prodotto agricolo. Fu la scintilla che fece scoppiare la febbre per la cosiddetta birra agricola, quella cioè realizzata con almeno il 51% di orzo coltivato dal birrificio e capace di fornire una serie di vantaggi (fiscali, economici, …

Vai all'articolo »