Cimec
Home » Eventi » Prato ospiterà Slow Beer di Slow Food

Prato ospiterà Slow Beer di Slow Food

slow-beerCome riportato da in.birrerya, sabato 20 e domenica 21 giugno la condotta Slow Food di Prato organizza Slow Beer, una manifestazione incentrata sulle birre d’autore italiane, che si terrà a Parco delle Cascine di Tavola (PO). Nonostante la nostra bevanda preferita sarà grande protagonista, ampio spazio sarà dedicato anche al cibo di qualità, poiché in uno spazio apposito sarà possibile degustare porchetta, hamburger di bovina calvana, hot dog con wurstel artigianali, salumi e formaggi tipici.

I birrifici presenti saranno Amiata, Brùton, Pevak e I Due Mastri. Inoltre ci sarà uno stand a cura di Birrerya.com con alla spina Serafin Donker (Achilles), Kameleon Bio-Tripel (Den Hopperd) e Tripel Klok (Boelens). Sabato e domenica alle 17,30 sono previsti due laboratori del gusto, il secondo dei quali sarà condotto da Luca Giaccone, in arte Giacu, che presenterà anche il libro Guida alle birre d’Italia di Slow Food Editore.

Il programma prevede poi musica dal vivo, cene con abbinamenti birrari e altre sorprese. La manifestazione gode del patrocinio del Comune e della Provincia di Prato. Per informazioni potete fare riferimento a questa pagina di in.birrerya.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Prossimi eventi: Baladin Beer Fest, Burp!, La Bira Te Fascia, Birr’ajò e altri

Solitamente il mese di luglio coincide con un rallentamento degli eventi birrari, che poi tendono …

Robe da Chiodi 2019: com’è andata e cosa ho assaggiato

La locuzione famigliare roba da chiodi, cose da chiodi, con significati vari secondo le circostanze: …

Un commento

  1. Avatar

    io non sarei così entusiasta del collegamento tra SF e le birre.
    come direbbe d’alema ci potrebbero essere delle scosse bisogna essere pronti.

Rispondi a marcos Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *