Cimec

Prossimi eventi birrari: Le Birre della Merla e non solo

birre-merlaIl bello del calendario birrario è che gli appuntamenti continuano tutto l’anno, anche in periodi meno “fortunati”. Certo, i festival torneranno solo con il caldo e per il momento conviene chiudersi tra le quattro pareti dei locali per degustazioni e feste, ma le eccezioni non mancano: a fine mese Le Birre della Merla a Montegioco (AL) sfideranno la vostra passione con temperature glaciali (e birrifici da urlo). Se il freddo vi spaventa, vi segnalo allora le due degustazioni con Kuaska in centro Italia (all’Exodus di Genzano e al Pachamama di Perugia), il party per i 20 del Clock Tower di Treviglio e la cena tutta scozzese del Bad Elf di Livorno. Domani invece parto alla volta di Rimini, per un’edizione di Selezione Birra che si preannuncia spenta come non mai. Chi di voi ci sarà?

L'autore: Andrea Turco

Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È organizzatore della Italy Beer Week, fondatore della piattaforma Formazione Birra e tra i creatori del festival Fermentazioni. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Prossimi eventi: Birrifici Aperti Marche e tre iniziative dedicate al Natale

Arrivati ormai alla parte finale di novembre è giunto il momento di cominciare a parlare …

Birra e abbinamenti con i piatti del Natale: un workshop a tema con il Birrificio Barley

A ottobre dello scorso anno inaugurammo la serie “Italia a sorsi” su Formazione Birra, la …

3 Commenti

  1. Martedì 28/2 al Terminal 1 di Codogno special guest i birrai del To-Øl (DK) e le loro creazioni.

    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=692888064064966&set=a.362487737105002.80920.348471358506640&type=1&theater

  2. Concordo sull’edizione di Selezione Birra in ribasso.
    Sono stato a Rimini nel weekend e ho avuto l’impressione che l’amministrazione della fiera ci si sia messa di impegno per rovinare una manifestazione che rappresentava un bel punto di riferimento per il movimento e per una regione geografica ancora toccata solo marginalmente dal movimento brassicolo.
    – Prezzi esorbitanti.
    12 euro il parcheggio in mezzo alle erbacce, 55 euro biglietto pieno.
    – Cambio di data degli ultimi giorni.
    Molti espositori storici e qualitativamente ineccepibili hanno rinunciato per il cambio data dell’ultimo minuto: chi è serio programma le sue uscite in fiere e manifestazioni con largo anticipo. In compenso, al posto di questi, hanno trovato posto alcuni espositori che si sono messi a produrre birra solo perchè hanno visto l’opportunità di un facile guadagno.
    – Espositori piuttosto maltrattati.
    Mi hanno detto che potevano uscire sul loro parcheggio una sola volta per rifornirsi di fusti o bottiglie. Ho visto personalmente un espositore che non veniva fatto rientrare nell’area e veniva pesantemente redarguito dalla sicurezza.

    Peccato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *