Cimec

Hackerate alcune fabbriche del colosso americano Molson Coors

Secondo quanto riportato da Gizmondo e da altre testate, negli scorsi giorni il colosso americano Molson Coors è stato vittima di un attacco operato da alcuni hacker. A rivelarlo è stata la stessa azienda statunitense, che però non ha fornito dettagli circa le fabbriche coinvolte nell’attacco e le modalità e le finalità dello stesso. A quanto pare però l’offensiva ha avuto pesanti ripercussioni sulle attività di spedizione e produzione della birra, provocando ritardi importanti e altre problematiche di gestione. Sembrerebbe che alla base dell’infiltrazione ci sia il tentativo, tuttavia non riuscito, di interrompere le operazioni di Molson Coors in attesa del pagamento di un riscatto.

Il portavoce della multinazionale ha commentato così quanto accaduto:

Molson Coors ha subito un’interruzione dei sistemi che è stata causata da un incidente alla cybersicurezza. Abbiamo contattato un’azienda forense specializzata nell’IT per assisterci nell’investigazione sull’incidente e stiamo lavorando a tempo pieno per far ripartire i nostri sistemi nel minor tempo possibile.

Attualmente comunque Molson Coors sembra aver superato il problema ed essere riuscita a riportare le attività in sicurezza.

Leggi anche

Ancora pochi giorni per iscriversi al nostro Corso di degustazione di 2° livello

Ormai scriviamo dei nostri corsi sulla birra con una certa regolarità, grazie alla fiducia che …

Marco Valeriani (Alder) è ancora Birraio dell’anno. Shire trionfa tra gli emergenti

È Marco Valeriani del birrificio Alder il vincitore dell’edizione 2022 di Birraio dell’anno, il premio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca la pubblicità sul nostro sito. La pubblicità è vitale per Cronache di Birra e ci permette di sostenere l’attività di redazione.

 

Per continuare la navigazione per favore disattiva il tuo Ad Blocker o inserisci il nostro sito nella whitelist. Su Cronache di Birra non troverai pubblicità invadenti, come pop-up o video a tutto schermo. Usiamo esclusivamente i banner in alcuni punti delle pagine, in modo tale da non disturbare la lettura e l’interazione.

 

Cheers!