Cimec

22.000 euro spesi in oltre 2.000 locali: il viaggio di una coppia per salvare i pub inglesi

I pub del Regno Unito sono in crisi da diversi anni. È un fenomeno ben precedente alla pandemia di Covid-19, alimentato soprattutto dallo spostamento dei consumi all’interno delle mura domestiche. Tra le decine di locali che abbassano le saracinesche ogni settimana ce ne sono anche di tradizionali, che conservano dunque il patrimonio brassicolo britannico. Proprio per questa ragione una coppia di appassionati di Nottingham, Dale Harvey e Holly Booth, hanno iniziato a girare tutti i pub d’Inghilterra con l’idea di sostenere a modo loro un elemento imprescindibile non solo della birra del Regno Unito, ma delle consuetudini sociali locali. E hanno preso la loro missione sul serio, tanto da aver già speso circa 22.000 sterline (25.000 euro) in pinte in giro per l’Inghilterra.

Secondo quanto riporta il Daily Star, i due hanno già visitato 2.192 diversi pub dall’inizio della loro avventura, partita l’anno scorso. Sono riusciti a visitare fino a 27 pub in un giorno, cioè più di un pub all’ora se non ci fosse bisogno di dormire (e gli orari di apertura fossero h24). Finora nel loro viaggio Dale e Holly hanno toccato le città di Londra, Manchester, Nottingham, Leicester e le contee del Warwickshire, Derbyshire, Bedfordshire, Hertfordshire, Yorkshire, Lincolnshire e Staffordshire.

Dale, che a sua volta è un ex proprietario di un pub, spiega l’obiettivo dell’iniziativa:

Eravamo stufi di vedere chiudere bellissimi pub, così abbiamo pensato di fare tutto il possibile per preservare il patrimonio del pub britannico. […] Grazie a noi le persone stanno uscendo di casa per provare i pub di zona. Se questo può aiutare i pub a sopravvivere e rimanere aperti, allora è il nostro obiettivo.

Ci piace viaggiare per il paese e incontrare tanta gente meravigliosa. Siamo stati in posti dell’Inghilterra che non avevamo mai sentito nominare.

Proverò qualsiasi cosa, il totale delle mie bevute è folle. In passato ero un bevitore di Lager e pensavo fosse l’unica cosa che mi interessasse consumare, ma ora sono totalmente innamorato della birra artigianale. Sono diventato uno di quei nerd della birra craft.

Tra le centinaia di pub visitati in questi mesi, il preferito di Holly è l’Holly Bush di Makeney (sito web), nel Derbyshire, una tradizionale locanda risalente al XVII secolo. Nel 2017 vinse il premio di miglior pub della regione secondo il Camra grazie a un’ottima selezione birraria e una valida cucina. La scelta di Dale è più legata alla città natale, perché in cima alla lista mette il Dog and Parrot di Nottingham (sito web), seguito da due pub del Leicestershire: Brew Ashby e The Pharmacie Arms.

Leggi anche

House of Guinness: la famosa birra irlandese diventa una serie Netflix

La piattaforma Netflix ha annunciato House of Guinness, una serie tv in otto episodi che …

SuperEIGHT di Dogfish Head: una birra per sviluppare le pellicole cinematografiche

Può una birra essere utilizzata come liquido per sviluppare una pellicola fotografica? La risposta più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *