Cimec
Home » Media, libri e pubblicazioni » Nuovi libri: Fare la birra in casa, Guida alle Birre d’Italia 2021 e Questione di pinte

Nuovi libri: Fare la birra in casa, Guida alle Birre d’Italia 2021 e Questione di pinte

Da qualche tempo stiamo vivendo una rivoluzione nel settore italiano della birra artigianale e ancora non ce ne siamo accorti. Non mi riferisco all’ascesa dell’ultima variazione di IPA o alla nuova tendenza emersa tra i birrifici americani, bensì alla regolarità con la quale vengono ormai pubblicati libri e guide dedicate alla nostra bevanda. Si tratta di un’inversione di tendenza rispetto al passato, in cui le uscite avvenivano raramente e spesso non si lasciavano apprezzare per la loro qualità generale. Per fortuna il panorama editoriale è mutato radicalmente negli ultimi anni: nulla da lasciar gridare al miracolo, sia chiaro, ma la situazione è oggi molto più allettante per l’appassionato che vuole approfondire le proprie conoscenze o per il neofita che vuole avvicinarsi a un mondo curioso e affascinante. Così a distanza di appena due mesi dall’ultimo aggiornamento in materia, torniamo a occuparci dei nuovi libri italiani dedicati alla birra: tre titoli, tutti di sicuro livello.

Fare la birra in casa

Si chiama Fare la birra in casa l’attesa guida all’homebrewing realizzata da Francesco Antonelli e Angelo Ruggiero ed edita da Publigiovane e Fermento Birra. I due autori non hanno bisogno di presentazioni: Francesco è uno dei più grandi divulgatori italiani in termini di birrificazione casalinga e fondatore del sito Brewing Bad (oltre che collaboratore fisso di Cronache di Birra); Angelo è l’attuale birraio di Lieviteria e blogger a tempo perso. Dalla loro lunga esperienza come homebrewer è nato un libro che possiamo definire imperdibile per chiunque si voglia cimentare con questo hobby, ma anche per chi già produce in casa e vuole migliorare i propri risultati. Sulla qualità dell’opera possiamo scommettere a occhi chiusi: Francesco e Angelo (entrambi peraltro giudici BJCP) hanno un approccio metodico e maniacale a ogni aspetto della produzione, mantenendo però sempre una certa leggerezza nell’esposizione e nella concezione della bevanda.

Fare la birra in casa offre una spiegazione dettagliatissima degli ingredienti utilizzati durante il processo produttivo e affronta i tre metodi classici a disposizione degli homebrewer (kit, E+G e soprattutto all grain). Non sono toccati solo argomenti puramente produttivi, ma viene spiegato come degustare una birra (con un focus aggiuntivo sui difetti), come costruire un impianto casalingo e come organizzare una giornata di cotta. Vengono approfonditi anche temi in forte ascesa nell’ambito dell’homebrewing, come gli affinamenti in legno e il confezionamento. Insomma basta sfogliare l’indice per capire che siamo al cospetto di un lavoro monumentale. Il libro è acquistabile sul sito di Fermento Birra.

Fare la birra in casa
di Francesco Antonelli e Angelo Ruggiero
Publigiovane editore
Pagine: 356
Prezzo: € 24,90

Guida alle birre d’Italia 2021

Grandissime novità per l’edizione 2021 di Guida alle birre d’Italia, la pubblicazione biennale di Slow Food Editore che da anni è il principale punto di riferimento per muoversi nel nostro ambiente. I cambiamenti sono evidenti prima ancora di sfogliare la guida: è stata rinnovata l’impostazione grafica e il formato è diventato decisamente più compatto. Sono i contenuti però a mostrare un netto cambio di direzione, sebbene l’apprezzata anima dell’opera – cioè il racconto dei più validi birrifici italiani e delle loro creazioni – sia rimasta inalterata. Anche quest’anno troveremo quindi le schede dei migliori produttori d’Italia, ma la nuova impostazione ha favorito una maggiore selettività: sono 387 le aziende brassicole censite (comunque tantissime!) a fronte delle quasi 600 dell’edizione precedente. La scelta – che personalmente condivido – ha suggerito anche una semplificazione dei riconoscimenti per birrifici e birre degni di nota: i primi sono contraddistinti come “chiocciole” ed “eccellenze”, le seconde come “birre slow” e “birre imperdibili”. Un’altra novità sostanziale è la presenza di 600 indirizzi dove acquistare birra artigianale: un prezioso elenco di pub, beershop, enoteche e bar sparsi sul territorio nazionale e meritevoli di menzione.

Come potrete immaginare, questa volta la realizzazione della Guida alle birre d’Italia ha richiesto uno sforzo extra, reso possibile grazie al lavoro minuzioso di 90 collaboratori coordinati dai due storici curatori della guida: Luca Giaccone ed Eugenio Signoroni. L’opera è acquistabile sul sito di Slow Food Editore e come al solito nell’ambiente si sta creando grande attesa per i riconoscimenti a birre e birrifici, che saranno svelati domani mattina qui su Cronache di Birra. Perciò rimanete sintonizzati!

Guida alle birre d’Italia 2021
a cura di Luca Giaccone ed Eugenio Signoroni
Slow Food Editore
Pagine: 624
Prezzo: € 18,50

Questione di pinte

Uno dei profili Instagram più interessanti nel mondo della birra italiana è Beerbliophily, che segnala e recensisce esclusivamente pubblicazioni a tema birrario. L’autore è Daniele Cogliati, bibliotecario di professione e amante della birra per passione, che ora ha deciso di passare dall’altra parte della barricata e lanciare il suo libro, battezzato Questione di pinte. L’opera si propone come una sorta di manuale leggero – il sottotitolo è “libretto in quattro sorsi” – dedicato alla nostra bevanda, in cui vengono affrontati però tutti gli argomenti più importanti: le origini della birra, la produzione e il processo di fermentazione, le basi della degustazione, i principali stili birrari, le nazioni di maggiore tradizione brassicola, i principali birrifici italiani, gli abbinamenti culinari. I contenuti sono arricchiti da 40 tavole illustrate in stile minimale che accompagnano i passaggi più interessanti con un pizzico di sagace ironia. L’impostazione potrebbe essere vincente, perché capace di fornire una visione completa della bevanda senza spaventare il lettore alle prime armi. Esilaranti i titoli dei vari capitoli, come “La sublime arte della degustazione,
ovvero come dare un tono al proprio alcolismo” o “Familiare gelata e frittatona di cipolle? La birra in Italia”.

Questioni di pinte è disponibile proprio a partire da oggi sul sito di Teka Edizioni. Segnalo che chi lo acquisterà durante la prima settimana, riceverà in omaggio una stampa a colori in formato A5 di una delle illustrazioni presenti nel libro e la possibilità di partecipare all’evento online di presentazione in programma mercoledì 8 luglio.

Questioni di pinte
di Daniele Cogliati
Teka Edizioni
Pagine: 176
Prezzo: € 12

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Nuove app italiane sulla birra: Combivino, dBeer e BirraMiApp

Il mercato delle app dedicate al settore birrario offre infinite potenzialità, in gran parte ancora …

Tendenze, rischi e opportunità della birra craft americana secondo Nielsen

Come riportano da Brewbound, negli scorsi giorni la società Nielsen ha pubblicato i risultati dell’annuale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *