Cimec
Home » Notizie » Prova la birra prima di acquistarla

Prova la birra prima di acquistarla

Girando per la rete ho appreso che l’11 marzo scorso negli Stati Uniti, più precisamente nello stato di Washington, è stato approvato un disegno di legge che permetterà a 30 grandi magazzini di proporre assaggi di vino e di birra (4 once, circa 10 cl) agli avventori, con l’obiettivo di offrire un impulso al mercato dei piccoli produttori locali. Il programma, della durata di un anno, è favorevolmente sostenuto dai microbirrifici e le piccole aziende vincole del luogo, che non sempre dispongono di budget adeguati per sostenere delle specifiche strategie di comunicazione.

Mettendo da parte le inevitabili polemiche di chi è spaventato per un più facile accesso all’alcool da parte dei minori, si tratta di un’iniziativa lodevole, perché incentra la promozione dei prodotti regionali sulla comunicazione, elemento fondamentale per il settore brassicolo artigianale ed enogastronomico più in generale.

L'autore: Andrea Turco

Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Nel Regno Unito la birra in cask arranca nonostante le riaperture

Quando qualche mese fa cominciarono a rendersi disponibili i vaccini contro il Covid, il Regno …

La Trappe Nillis: arriva dai Paesi Bassi la prima birra trappista senza alcol

Come abbiamo documentato in passato, negli ultimi anni il mondo della birra trappista ha subito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *