Cimec

Industria vs craft: la dura presa di posizione di Unionbirrai

Nonostante io sia appena arrivato in Belgio, non posso esimermi dall’aggiornare Cronache di Birra. Ritengo infatti molto importante il comunicato appena lanciato da Unionbirrai ai suoi iscritti, dove esprime un accorato appello all’unità nel settore. Nello specifico la nuova associazione di categoria invita i propri birrifici associati a non partecipare a eventi organizzati da marchi ormai passati sotto il controllo dell’industria. Il riferimento al prossimo Birra del Borgo Day – che tante polemiche sta alimentando in questi giorni – è fin troppo evidente.

Ecco il testo del comunicato:

Cari colleghi,
nel primo mese di attività del nuovo consiglio direttivo Unionbirrai è emerso chiaramente come sia in atto da parte del mondo industriale della birra una continua azione volta ad ostacolare il raggiungimento di un assetto legislativo che riconosca quegli sgravi sia fiscali che normativi che sono prassi nel resto d’Europa.
Tutto ciò comporta il permanere di una situazione in cui i birrifici artigianali continuano ad essere penalizzati sia nei confronti dell’industria birraria che dei colleghi esteri.

Alla luce di queste continue ingerenze è opinione del consiglio direttivo Unionbirrai che ogni tipo di partecipazione di un nostro associato a qualsiasi tipo di evento o manifestazione riconducibile al mondo dell’industria birraria sia da evitare, al fine di non legittimare pubblicamente chi dietro le quinte ostacola il nostro movimento.

Invitiamo tutti gli associati a prendere coscienza che indipendenza e unione tra di noi sono gli unici mezzi per poter resistere al tentativo in corso da parte dei grossi gruppi birrari di impossessarsi del nostro mercato.

Unionbirrai: uniti si vince!

Il Consiglio Direttivo Ub

Curiosa è la premessa, che se da una parte suona come un pretesto per il successivo appello, dall’altra rivela un retroscena grave e interessante sull’evoluzione della recente battaglia (persa) sulle accise. Ma soprattutto mostra una presa di posizione forte e decisa da parte di Unionbirrai, qualcosa che in molti auspicavano dopo la recente rivoluzione avvenuta in seno all’associazione. Mai come ora c’è bisogno nell’ambiente di unità e di un punto di riferimento ben saldo.

L'autore: Andrea Turco

Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È organizzatore della Italy Beer Week, fondatore della piattaforma Formazione Birra e tra i creatori del festival Fermentazioni. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Arrivi e partenze dei birrai italiani: novità da Busa dei Briganti, Birrificio della Granda, De Lab e altri

Da qualche settimana siamo entrati in quel periodo dell’anno in cui sulle testate sportive si …

In Belgio chiude il ristorante ‘t Hommelhof: altra grave perdita per la cucina alla birra

Quello della cucina alla birra è un concetto che fatica a imporsi a qualsiasi latitudine, …

2 Commenti

  1. Sulle accuse o sulle accise?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.