Cimec

Archivio tag: etichette

Ancora problemi per i microbirrifici: dal 2018 obbligatoria l’etichetta nutrizionale

Attenzione: le informazioni qui riportate non sono corrette. La spiegazione in questo articolo. Probabilmente pochi di voi ricorderanno un post di Cronache di Birra risalente a settembre 2014, nel quale si illustravano le future novità che avrebbero riguardato le etichette di birra. All’epoca l’argomento fu piuttosto sentito, tanto che durante Fermentazioni organizzammo un incontro ad hoc con Unionbirra, CNA Alimentare …

Vai all'articolo »

Il blog torna operativo con un riassunto delle recenti notizie birrarie

Con il mese di settembre ormai alle porte riprende l’aggiornamento quotidiano di Cronache di Birra, che si era interrotto per le usuali vacanze estive. Credo che la maggior parte di voi sia tornata alla routine quotidiana, inaugurando una nuova stagione birraria che speriamo sia ricca di soddisfazioni. Per riprendere gradualmente il ritmo di tutti i giorni la soluzione migliore è …

Vai all'articolo »

Birra industriale spacciata per artigianale: come si giustifica il sequestro?

Nella giornata di ieri l’ambiente italiano della birra è stato sconvolto – beh sconvolto, diciamo che per 10 secondi abbiamo staccato le nostre labbra dal bicchiere 🙂 – dalla notizia del sequestro da parte della Forestale di un milione di bottiglie di birra industriale spacciata per artigianale. Avete capito bene: alla base della frode contestata ci sarebbe la presenza in …

Vai all'articolo »

Come nasce un brand: il caso Hammer – Italian Craft Beer

Dopo aver dato uno sguardo al ritorno che un marchio di successo può generare (Beer Marketing Awards), parliamo ora di come un marchio lo si crea. Ho avuto il grande piacere di seguire da vicino la nuova avventura di Marco Valeriani e dei suoi partner, lavorando con la mia agenzia alla creazione della brand identity di Hammer. Vorrei quindi raccontarvi il …

Vai all'articolo »

Etichette e polemiche: la birra di Putin e le calorie comparative

Sono le etichette di birra l’argomento principe di alcune interessanti notizie arrivate nelle ultime ore. La prima proviene dall’Ucraina e più precisamente dalla città di Lviv, non lontana dal confine polacco: qui il birrificio Pravda ha lanciato sul mercato tre birre “dedicate” ad altrettanti capi di stato, che sicuramente faranno parlare di loro nelle prossime settimane. Per darvi un’idea dei …

Vai all'articolo »

Unionbirrai, le novità sulle etichette delle birre e le beer firm in Italia

Come alcuni di voi sapranno a fine 2014 la normativa sulle etichette alimentari cambierà profondamente, con ripercussioni anche su quelle delle birre. Saranno modifiche importanti, che, come abbiamo visto, ad esempio costringeranno Westvleteren a compiere lo storico passo di “vestire” le proprie bottiglie. Anche per questo motivo nell’ambiente birrario italiano (e non solo) c’è molta curiosità e qualche timore riguardo …

Vai all'articolo »

Non ammessa la dicitura “Birra artigianale”: multato Almond ’22

Da qualche ora sta rimbalzando nell’ambiente nazionale la notizia della disavventura occorsa da Jurij Ferri di Almond ’22, che si è visto infliggere una salatissima multa perché i suoi prodotti riportano in etichetta la denominazione “birra artigianale”. La dicitura infatti non è ammessa dalle leggi vigenti, in quanto si è obbligati a riportare solo quella basata sui gradi plato (“birra …

Vai all'articolo »

“Raging” Flying Dog: il birrificio contro la censura in Michigan

Su queste pagine spesso abbiamo parlato di etichette e di come talvolta alcune scelte “aggressive” possano sembrare fuori luogo. L’esempio più lampante è rappresentato forse dalla Tìa Loca del birrificio danese Beer Here, che ritrae un incrocio tra il protagonista del fumetto Tintin e nientemeno che Hitler. Meno ardito, ma tutto italiano, è invece il caso della Superanale di Bi-Du. …

Vai all'articolo »

Il Birrificio Rurale cambia look, il Karma le sue bottiglie

Su Cronache di Birra dedico sempre spazio – quelle poche volte che ce n’è occasione – alle novità riguardanti la “presentazione” dei birrifici italiani, per capirci agli aspetti riguardanti packaging e design. Parole che spesso fanno storcere il naso, ma con le quali un’azienda deve prima o poi misurarsi appena vuole uscire da una dimensione puramente dilettantistica. Investire anche nell’aspetto …

Vai all'articolo »