Cimec
Home » Archivio tag: gose

Archivio tag: gose

Birrovagando per l’Europa Centrale (parte III): Sassonia

Si conclude oggi il resoconto del mio viaggio estivo tra Franconia, Repubblica Ceca e Sassonia. Dopo aver raccontato la birra di Bamberga, Oberfranken e Norimberga e dopo aver visitato “l’altra” Repubblica Ceca brassicola, quella che non è necessariamente legata a Praga, è ora il momento di tornare in Germania prima di concludere il viaggio a Bruxelles, la città in cui …

Vai all'articolo »

Gose italiane: come i nostri birrifici interpretano lo stile salato di Lipsia

Ho sempre trovato quello delle Gose uno stile birrario affascinante, per via della sua complessità ed unicità di preparazione. Si tratta di birre nella cui produzione vengono utilizzati il sale, il coriandolo ed i lattobacilli: questo mix è in grado di produrre un sorso acidulo, delicatamente salato e al naso un profilo olfattivo ricco e aggraziato. La bevuta è snella, …

Vai all'articolo »

Nuove birre da Brewfist, Ritual Lab, Bellazzi, Ca’ del Brado, Muttnik e Conte Gelo

Il birrificio Brewfist è diventato, suo malgrado, il simbolo dell’emergenza coronavirus nel settore della birra artigianale. Fu infatti uno dei primi produttori italiani a chiudere nelle fasi iniziali della pandemia, avendo la sua sede esattamente a Codogno (LO), cioè in uno dei primi comuni in cui fu istituita la zona rossa. Oltre al danno la beffa, perché nel 2020 Brewfist …

Vai all'articolo »

Nuove birre da Extraomnes + Fantôme, Ritual Lab, Mc-77, Orso Verde e altri

Non di rado le nostre panoramiche sulle nuove birre italiane si aprono con collaborazioni illustri che coinvolgono importanti produttori stranieri. La creazione che introduce la rassegna di oggi rientra di diritto in questa tipologia, essendo il frutto dell’incontro tra due grandi interpreti della scuola belga. Da una parte c’è l’italiano Extraomnes (sito web), probabilmente il birrificio che più di tutti …

Vai all'articolo »

La “fruttizzazione” delle Gose: così rinascono le birre salate di Lipsia

Uno degli aspetti più interessanti della birra è il suo essere liquida. Prima di mandarmi a quel paese sappiate che non mi riferisco alle proprietà fisiche della bevanda, ma alla malleabilità degli stili birrari: escluse le fermentazioni spontanee, ogni tipologia è virtualmente riproducibile in qualsiasi luogo del mondo, aspetto che favorisce una continua evoluzione del patrimonio brassicolo internazionale. L’esempio più …

Vai all'articolo »

Nuove birre da Jungle Juice (anche con Yblon), Hammer, Babylon, Castelli e altri

Non senza un po’ di sorpresa bisogna ammettere che il caffè si è rivelato uno degli ingredienti più gettonati dai birrifici italiani negli ultimi mesi. L’ultima conferma ci arriva dalla collaboration brew con cui apriamo la panoramica odierna sulle nuove birre italiane, quella cioè tra il romano Jungle Juice e il siciliano Yblon. La Tico (4,2%) è infatti una Breakfast …

Vai all'articolo »

Ingredienti inusuali ma non troppo: quando il “famolo strano” è un “famolo antico”

Quando bisogna parlare di birra artigianale c’è un escamotage a cui i media generalisti ricorrono spesso: evidenziare le produzioni con aromatizzazioni bizzarre o insolite. Ridurre il fenomeno a questo unico particolare è assolutamente riduttivo e talvolta pericoloso, ma d’altro canto anche comprensibile: è il modo più facile ed efficace per catturare l’attenzione dell’utente medio che non possiede alcuna nozione di …

Vai all'articolo »

Sale sale e non fa male: l’insospettabile ascesa del nuovo ingrediente birrario

Se dobbiamo individuare il sapore che ha caratterizzato la rivoluzione della birra artigianale, non possiamo esimerci dall’indicare l’amaro. Merito del luppolo, trascurato per anni dall’industria e diventato protagonista nelle produzioni di tanti microbirrifici, al punto da decretare il successo degli stili più amari, in primis quello delle India Pale Ale. Ora che su questo fronte è stato detto (e bevuto) di …

Vai all'articolo »

Viaggio nell’acido: le diverse tipologie di sour beers

A differenza di quanto succede per il vino, è bene ricordare che nella birra l’acidità è un grave difetto e una caratteristica assolutamente indesiderabile. Detto questo, in realtà saprete bene che al mondo esistono tante birre acide – e badate bene, non inacidite – che negli ultimi tempi stanno ottenendo un grande successo tra gli appassionati (e non solo). Sono …

Vai all'articolo »