Cimec
Home » Archivio tag: pseudo artigianali

Archivio tag: pseudo artigianali

Un elenco (parziale) delle birre *non* artigianali presenti in Italia

Immaginate se qualche anno fa vi avessero detto che nella vostra città stavano per organizzare un grande festival birrario, con produttori provenienti da tutto il mondo. Immaginate come avreste reagito conoscendo i nomi dei birrifici artigianali presenti: 10 Barrel (USA), Birra del Borgo (Italia), Blue Point (USA), Camden Town (UK), Cervejara Colorado (Brasile), Elysian (USA), Four Peaks (USA), Goose Island (USA), …

Vai all'articolo »

H41 di Heineken: in una birra tutti i tentativi dell’industria di fingersi craft

Negli ultimi tempi siamo stati testimoni del lancio di una miriade di birre industriali che hanno cercato di fingersi artigianali. I casi sono ormai innumerevoli: dalle “x Luppoli” di Poretti alle Norden di Ceres, dalle due Porter di Guinness alle Regionali di Moretti, e l’elenco è ancora lungo. Recentemente anche Heineken si è unita al coro con un prodotto che …

Vai all'articolo »

Arrivano le Norden: anche Ceres si lancia nel mercato delle birre artigianali

Da alcuni anni abbiamo imparato che uno degli effetti del successo mondiale della birra artigianale è l’invasione di campo portata avanti dalle multinazionali del settore. L’industria per anni ha praticamente ignorato qualsiasi discorso legato alla qualità, ma ora che i consumatori hanno scoperto un altro modo di bere birra, sta cercando di correre ai ripari. L’ultimo marchio ad aver compiuto questa …

Vai all'articolo »

L’industria all’attacco: ecco 3 armi di difesa a disposizione dei microbirrifici

I temi trattati nel mondo della birra artigianale sono cambianti profondamente negli anni. In questo momento è impossibile non imbattersi, almeno una volta a settimana, in un articolo che sciorina dati di mercato (quasi sempre positivi) o che illustra la dicotomia tra craft beer e prodotti delle multinazionali del settore. Dobbiamo abituarci a questa idea: la birra artigianale è cresciuta così …

Vai all'articolo »

Le 5 mosse con cui l’industria vuole affossare la birra artigianale

Quando la scorsa settimana ho riportato la notizia dell’acquisto di SabMiller da parte di AB-Inbev, ho spiegato come questa operazione potrebbe rappresentare una manovra difensiva nei confronti della birra artigianale. Ora non nego che una simile conclusione possa essere il frutto della dietrologia di un vecchio bevitore di birra (cioè il sottoscritto), condizionato nei giudizi dalla sua grande passione. Tuttavia c’è un dettaglio da …

Vai all'articolo »

Birra industriale spacciata per artigianale: come si giustifica il sequestro?

Nella giornata di ieri l’ambiente italiano della birra è stato sconvolto – beh sconvolto, diciamo che per 10 secondi abbiamo staccato le nostre labbra dal bicchiere 🙂 – dalla notizia del sequestro da parte della Forestale di un milione di bottiglie di birra industriale spacciata per artigianale. Avete capito bene: alla base della frode contestata ci sarebbe la presenza in …

Vai all'articolo »

Con le 9 Luppoli si chiude il cerchio: ecco come Poretti si finge craft

Su Cronache di Birra ci siamo spesso occupati delle birre pseudo-artigianali o, come vengono definite in America, “crafty”. Sono prodotti in tutto e per tutto industriali, ma “camuffati” da artigianali per inserirsi in un mercato quasi completamente estraneo alle multinazionali, ma in fortissima ascesa. Negli States la questione tiene banco costantemente, tanto che risale solo a qualche giorno fa la …

Vai all'articolo »

La mossa che non ti aspetti: Guinness annuncia due classiche Porter

Quante volte abbiamo parlato di “pseudo-artigianali” su Cronache di Birra? Tante, tante volte. Con questa espressione mi riferisco a quelle birre che sembrano artigianali, ma in realtà provengono da realtà industriali. Solitamente vengono lanciate per raggiungere target di consumatori diversi, sebbene negli ultimi anni l’impressione è che le multinazionali stiano tentando di cavalcare a loro modo il successo della birra …

Vai all'articolo »

Pseudo artigianali: un pericolo per i microbirrifici o il canto del cigno dell’industria?

Più volte su queste pagine abbiamo affrontato il discorso delle birre pseudo-artigianali e di come possono influenzare il segmento della birra di qualità. Chiaramente sto parlando di quei prodotti che possiamo definire “super premium” e che si rivolgono a quei (pochi) consumatori mainstream che chiedono una birra diversa dalla solita lageraccia da quattro soldi. Sono birre in tutto e per …

Vai all'articolo »

Artigianali contro pseudo artigianali: negli USA scoppia la polemica

Mentre il 2012 birrario in Italia si concludeva con l’inquietante ingresso di Peroni in Eataly, una polemica dalle tinte simili infiammava la scena brassicola americana. L’analogia deriva dal coinvolgimento nella questione dei birrifici non artigianali, scagliatisi improvvisamente contro l’approccio della Brewers Association nei confronti del concetto di “craft beer” (birra artigianale). La scintilla è stata un articolo redatto da alcuni …

Vai all'articolo »