Cimec

Archivio tag: uk

Dal Regno Unito buone notizie per le birre in cask, ma di chi è il merito?

Puntuale come ogni anno Pete Brown – famoso autore birrario inglese – annuncia in questo periodo la pubblicazione del Cask Report, il documento che analizza l’andamento della birra tradizionale nei paesi anglosassoni. I dati indicano una tendenza già definita negli anni precedenti: in Regno Unito il consumo di birra in generale sta diminuendo, ma la contrazione delle Ale in cask …

Vai all'articolo »

Lo strano caso del Regno Unito: chiudono i pub ma aumentano i birrifici

Quasi tutti gli appassionati sanno che per orientarsi in quel paradiso birrario che è il Regno Unito, il migliore riferimento proviene dalla Good Beer Guide del Camra. Ieri Roger Protz ne ha presentato sul suo blog l’edizione 2013, che per inciso celebra i 40 anni della pubblicazione. Il dato interessante è che rispetto all’anno scorso sono elencati 158 birrifici in …

Vai all'articolo »

La birra con la pin-up crea scompiglio nel Parlamento inglese

Poiché domani non potrò esimermi dal pubblicare un ultimo aggiornamento sulla Settimana della Birra Artigianale prima del suo inizio – a proposito, siete pronti? – direi di anticipare ad oggi il post di evasione solitamente relegato al venerdì. E l’opportunità arriva direttamente dall’Inghilterra, dove una birra è diventata oggetto di una clamorosa polemica tra i parlamentari locali. La birra in …

Vai all'articolo »

Consumi in picchiata, ma in UK le birre in cask tengono

Solitamente in questo periodo vengono pubblicati due interessanti documenti che analizzano rispettivamente lo stato della birra in Regno Unito e Belgio. Come annunciato in mattina da Pete Brown , oggi è stata rilasciata l’edizione 2011-2012 del The Cask Report, il rapporto che esamina la salute delle birre in cask – quindi in qualche modo della birra artigianale – in Gran …

Vai all'articolo »

Cominciare la settimana con alcune notizie dall’estero

Dopo l’imprevisto (almeno per me) ponte appena passato, torniamo a scrivere di birra con una manciata di notizie eterogenee provenienti dall’estero, tutte piuttosto interessanti. Partiamo allora dagli Stati Uniti, dove la Sierra Nevada ha sorpreso gli appassionati, annunciando che inizierà a distribuire alcuni suoi prodotti in lattina. Se fino ad oggi il ritorno all’alluminio sembrava un fenomeno da osservare con …

Vai all'articolo »

Tesoro, mi si è ristretta la pinta

Negli ultimi tempi sembra che in Regno Unito una delle tendenze emergenti sia il desiderio di cambiare le abitudini della vita da pub. Sarà a causa delle solite correnti neo-proibizioniste, sarà perché si tratta di un settore in continua evoluzione – non sempre positiva, se consideriamo il numero impressionante di pub che chiudono ogni mese – in ogni modo si …

Vai all'articolo »

Il Regno Unito si prepara alla rivoluzione dei pub

E’ notizia recente che il governo della Gran Bretagna ha deciso di creare un nuovo ministero, il Ministero dei pub. Non è uno scherzo. Il parlamentare John Healey è stato nominato primo rappresentante di questo dicastero, che, ovviamente, si prefigge di tutelare e sostenere le tradizionali birrerie anglosassoni. Si tratta di una novità che alle nostre orecchie potrebbe suonare strampalata, …

Vai all'articolo »

Due report sulla birra in Regno Unito e Belgio

Negli scorsi giorni sono stati pubblicati due importanti report sullo stato della birra in altrettante potenze brassicole europee. Il primo, denominato The Cask Report 2009-10, è un’analisi della situazione in Gran Bretagna ad opera di Pete Brown e sponsorizzata da diverse organizzazioni, tra cui Camra e Siba. Il secondo è il Baromètre de la Bière, è incentrato sul Belgio birrario …

Vai all'articolo »

Lo stato del mercato in USA, Regno Unito e Germania

Nonostante le alterne vicissitudini che caratterizzano le diverse realtà nazionali, possiamo affermare che la birra artigianale sta vivendo un discreto momento di forma in tutto il mondo, seppur con le dovute eccezioni. A parte le culture birrarie in ascesa (tra cui quella italiana), il paese che sembra più attratto dalla rivoluzione artigianale sono gli Stati Uniti, dove la penetrazione dei …

Vai all'articolo »