Craft Beer Evolution
Home » Birre » Brewdog ancora nel segno dell'originalità

Brewdog ancora nel segno dell'originalità

Lasciando da parte per il momento le polemiche relative alle nuove norme in tema di alcool e automobili, rituffiamoci nella scena europea della birra artigianale con due novità provenienti da Brewdog, uno dei birrifici più in voga nel panorama internazionale. Come riportato da Beernews, i due nuovi prodotti nati dal genio dell’azienda scozzese si caratterizzano, ancora una volta, per la loro orginalità… e anche in questo caso i più bacchettoni avranno da ridire.

La prima è la Speedball, una strong ale (7,8%) dal colore marrone intenso. Il nome non a caso si riferisce al termine inglese utilizzato per indicare una combinazione di eroina e cocaina, potenzialmente letale visto che è composta sia da agenti stimolanti (cocaina) che depressivi (eroina). Il risultato è una possibile “overdose ritardata”, con conseguenze gravi, in particolare pesanti depressioni respiratorie.

Ovviamente tutto questo poco c’entra con la birra di Brewdog e l’unico collegamento è con l’utilizzo sia di ingredienti stimolanti che di ingredienti depressivi. Tra i primi rientrano il miele di erica scozzese, che si sposerebbe divinamente con il luppolo Amarillo impiegato in fase produttiva, il Guaranà, con la sua piacevole astringenza, e la Cola acuminata, una pianta sempreverde originaria delle foreste tropicali dell’Africa occidentale e dalle forti proprietà eccitanti. Tra gli ingredienti con effetti depressivi troviamo invece il Papavero Californiano e il luppolo.

Ecco come la stessa Brewdog ci illustra le caratteristiche organolettiche della Speedball:

Inizialmente si avverte il dolce del miele e uno strato di toffee proveniente dall’impiego dei malti. Il corpo è secco, con un rassicurante amaro dato dai luppoli e dal papavero prima che emergano improvvise le note speziate e pepate derivanti dall’uso del guaranà e della cola. La birra lascia la bocca pulita e invita a ulteriori sorsi.

Per la cronaca, in America questo prodotto sarà messo in commercio con un nome alternativo, cioè Dogma. La Brewdog naturalmente vuole evitare problemi con la legge e l’opinione pubblica, visti anche i difficili precedenti in Inghilterra.

La seconda birra si chiama Divine Rebel ed è un barley wine prodotto in collaborazione con la danese Mikkeller. Toccherà i 12,5% gradi alcolici, sarà realizzata con lieviti di champagne e con una sola qualità di luppolo. Altre informazioni su questa birra saranno rivelate nei primi mesi del nuovo anno.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

michetta

Nuove birre da Lariano, Rurale, Eastside, The Wall e Gilda dei Nani Birrai

La panoramica di oggi sulle nuove birre italiane parte dal Birrificio Lariano di Sirone (LC), ...

la5 riserve

Una panoramica sulle nuove birre italiane (Fermentazioni edition)

La quarta edizione di Fermentazioni che prenderà il via a Roma venerdì prossimo come sempre ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *