Craft Beer Evolution
Home » Eventi » Degustazioni "monografiche": i prossimi appuntamenti

Degustazioni "monografiche": i prossimi appuntamenti

tavola-birraio

Tra gli eventi birrari che vanno sempre per la maggiore si segnalano le serate di degustazione incentrate sulle birre di uno specifico produttore, esattamente come accaduto lunedì scorso all’Open Baladin. Sono incontri molto interessanti, che permettono non solo di approfondire le conoscenze di uno specifico birrificio, ma anche di entrare in contatto con il birraio (o i birrai), scoprire il suo carattere e le sue idee e come esse si traducono nelle sue birre. Fino a qualche tempo fa andare in birrificio e incontrare il birraio era l’unico modo per assaggiare determinati prodotti: con la maggiore reperibilità di birra artigianale oggi si è persa questa esigenza. Ecco allora che serate del genere permettono di tornare in contatto con colui che “fa la birra”. Vediamo allora alcune iniziative di questo genere…

La Brasseria Veneta ha già stilato un dettagliato programma dell’evento A tavola con il mastro birraio, che oltre a fornire di volta in volta una panoramica di un dato birrificio, stimola l’incontro e lo scambio tra birrai professionisti e homebrewer. Ogni appuntamento è strutturato in due momenti: un iniziale laboratorio di degustazione, dove appassionati e produttori casalinghi “potranno imparare a degustare e portare le loro creazioni”, ricevendo un giudizio dal birraio; una successiva cena con birre abbinate a piatti tipici della tradizione culinaria veneta.

La cornice delle cene è a dir poco fantastica: Villa Braida di Mogliano Veneto (via Bonisiolo 16/b), in provincia di Treviso. Il primo incontro è fissato per giovedì 25 novebre con il birrificio Toccalmatto (presente Alessio “Allo” Gatti), successivamente toccherà nell’ordine a Lodigiano (14 gennaio 2011 con Maurizio Cancelli), Scaligero Mastino II (18 febbraio con Mauro e Oreste Salaorni), La Gastaldia (25 marzo con Antonio Zanolin), Karma (8 aprile con Mario Cipriano), Almond ’22 (6 maggio con Jurij Ferri).

Per i menu dettagliati e i costi di partecipazione potete dare un’occhiata al sito della Brasseria Veneta.

In provincia di Bergamo, e più precisamente al The Dome di Nembro, è già in corso Il venerdì con il birraio, organizzato in collaborazione con La Compagnia del Luppolo. Il primo appuntamento, coinciso con il compleanno del locale, è stato lo scorso 15 ottobre con sua maestà Jean Van Roy di Cantillon; il secondo e il terzo si sono tenuti rispettivamente il 22 ottobre (ospite Lorenzo Guarino di Rurale) e il 29 ottobre (ospite Renato Carro di Valcavallina).

I prossimi appuntamenti saranno incentrati su Birrificio Italiano (5 novembre, ospite Agostino Arioli), Toccalmatto (12 novembre, ospite Bruno Carilli), Extraomnes (19 novembre, ospite Luigi “Schigi” D’Amelio), il nuovissimo Via Priula di San Pellegrino Terme (26 novembre, ospite Giovanni Fumagalli), Almond ’22 (10 dicembre, ospite Jurij Ferri). Appuntamento conclusivo il 17 dicembre con ospiti Jerome Rebetez (BFM), Valter Loverier (Loverbeer), Renzo Losi (Torrechiara), guidati da un certo Lorenzo “Kuaska” Dabove. Per ulteriori informazioni potete consultare il sito de La Compagnia del Luppolo.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

vallescura

Ancora eventi a inizio dicembre: Vallescura Open Day, Christmas Beer Festival e altri

Con l’avvicinarsi delle festività il rush finale degli eventi birrari è ormai ufficialmente cominciato e ...

15-anni-macche

Eventi birrari per inizio dicembre: 15 anni Macche, Fresh Hop Festival e altri

Il calo di eventi birrari registrato con l’inizio dell’autunno registrerà una brusca inversione di tendenza ...

3 Commenti

  1. E con l’anno nuovo nuovi appuntamenti al The Dome…

  2. Ovvimante mi sento tirato in causa, ed è doveroso che tiro un pò d’acqua al mio mulino.
    Non deve essere sottovalutata o messa in secondo piano l’opportunità di assaggiare le birre direttamente dal birrificio, in modo da poter vedere dove e come nasce una birra; spesso non ci rendiamo conto che dietro una bottiglia di birra o un bicchiere appena spillato c’è un luogo, ci sono dei profumi, dei sapori e delle persone. Andare a trovare “a casa” il mastro birraio ha qualcosa di più magico. E in più volete mettere assaggiare una birra direttamente al birrificio, con il suo “papà” che ce la racconta, e magari abbinarla a qualche prodotto tipico del luogo? Io sono a favore delle degustazioni monotematiche, ma come si dice, se maometto non va alla montagna…la montagna va da Maometto. 😉

  3. Andrea Turco

    @Simone
    Pienamente d’accordo con te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *