Craft Beer Evolution
Home » Eventi » Aggiornamenti per Birre sotto l'albero

Aggiornamenti per Birre sotto l'albero

cid_image001.jpg@01C843E2[1]

So che molti stavano attendendo novità da quel di Trastevere, e allora eccomi a scrivere questo inusuale post di sabato per aggiornarvi sulle ultime notizie riguardanti il festival Birre sotto l’albero. Partiamo da un’importante novità: venerdì 17 dicembre ci sarà un’anteprima dell’evento presso il Blind Pig di via Gino Capponi, che organizzerà la mini-rassegna “Birre sotto l’Alberone” – per chi non conosce la città, l’Alberone è il quartiere romano in cui è situato il pub in questione. Anche in questo caso la formula è la stessa: selezione di birre natalizie e rare, ospiti illustri e tanto divertimento.

Le 8 spine del Blind Pig ospiteranno, tra le altre, le novità Evil Twin di Jeppe Jarnit-Bjergsø, Fanø Bryghus e la collaborazione Grassroots/Stillwater in anteprima, oltre a un grande classico belga come la Stille Nacht. Non mancheranno birrai e ospiti illustri, tra cui il giovane Andrea Camaschella, che introdurrà la serata e le birre presenti. L’assetto da festival del Blind Pig continuerà anche sabato e domenica, parallelamente a Birre sotto l’albero.

Passando invece a via Benedetta, dove si terrà il cuore dell’evento, abbiamo finalmente notizie più precise sui laboratori. Saranno due, uno per giorno, e inizieranno entrambi alle ore 17. Oltre alla conduzione confermata del grande Kuaska, non mancheranno gli interventi di un certo Luigi D’Amelio, in arte Schigi. Sei le birre in degustazione, divise tra italiane e straniere, quota di partecipazione fissata a 20 euro. Ovviamente prenotazione obbligatoria: i posti andranno a ruba, quindi affrettatevi a chiamare il bir&fud (dove si terranno i laboratori) allo 065894016. Potrete usare lo stesso numero per avere maggiori informazioni.

Per il resto tutto confermato rispetto a quanto riportato negli scorsi giorni. Ci sarà una massiccia presenza di birrai ed esperti, mentre il bir&fud preparerà per l’occasione uno speciale “menu al cartoccio”. Infine, chi ha intenzione di trattenersi a cena al bir&fud deve assolutamente prenotare con anticipo.

Non rimane che darci appuntamento direttamente alle spine per il fine settimana in questione.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

birrocco

Ancora eventi per il week end: Birrocco, Local Beer Week e altri

Come ogni venerdì continuiamo il nostro viaggio negli eventi di settembre, che mai come quest’anno ...

Fermentazioni_2016_015

Fermentazioni 2016: il mio (non) resoconto

Come probabilmente avrete notato, negli ultimi giorni l’attività su Cronache di Birra è andata avanti ...

14 Commenti

  1. Che birre sono previste per i laboratori?

  2. Andrea Turco

    Tutto quello che so l’ho scritto, per questo motivo ho anche aggiunto di chiamare il bir&fud per ulteriori informazioni

  3. @patrick: 5 italiane e una straniera assolutamente random…e ovviamente diverse per entrambi i giorni

  4. “il giovane Andrea Camaschella”
    Andrea tu sì che hai lo spirito natalizio
    :-)))))))))))))))))
    Ci vediamo il 17

  5. uh…prenotati or ora…
    ci vediamo il 18!

  6. ma…scusate la colossale ignoranza , ma come funziona birre sotto l’albero? si va stile villaggio della birra oppure via di pinte e pedalare????

  7. “il giovane Andrea Camaschella”
    in Italia si e’ giovani fino a 50/60 anni. E i festini si fanno dopo i 70.

  8. Andrea Turco

    @rampollo
    stessa formula di sempre: nessun formato da “assaggio”, ma bicchieri standard

  9. @ Andrea

    Bene.
    Il mio fegato ringraziera’.

  10. certo sto festival e’ proprio na schifezza!!!! 🙂

  11. Andrea Turco

    @Nikita
    1) Questo blog non è fatto per continuare qui polemiche iniziate su altri siti, men che meno se non sono di alcun interesse.
    2) Mi sono rotto le palle di leggere polemiche e doverle oltretutto moderare. E per rotto le palle intendo rotto le palle.
    3) Tanto più se messaggi di simile tenore arrivano nascosti dall’anonimato di un nick di poca fantasia.

    Ah, e che questo mio commento valga per tutti.

  12. Ma, per curiosità, che aveva scritto Nikita? 😀

  13. Andrea Turco

    Scrivendolo è come se riprendessi la polemica, non pensi?

  14. Ma per niente. Sei tu a scegliere la linea, quindi puoi decidere in ogni momento se e quando una polemica ha motivo di esistere.
    Semplicemente, vedendo il riferimento @Nikita non capivo proprio quale fosse la questione. Magari potevi lasciarlo e chiudere comunque con la tua precisazione. Fermo restando che non voglio certo dirti come comportarti sul tuo sito, sia chiaro… 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *