Craft Beer Evolution
Home » Media, libri e pubblicazioni » Brew IT: un documentario italiano sulla birra artigianale

Brew IT: un documentario italiano sulla birra artigianale

brew-it

Negli ultimi tempi abbiamo notato come il crescente interesse per la birra artigianale sia stato raccontato con diversi strumenti, non ultimi quelli audiovisivi. Dalla televisione al cinema, dalle produzioni indipendenti a quelle dei grandi protagonisti del settore, la birra appare in video con sempre maggiore frequenza. In passato ho presentato alcuni progetti di ottimo livello, come il lungometraggio Beer Wars, il filmato I’m a craft brewer o la sitcom Strange Brew. Tutti prodotti accomunati dall’essere confezionati all’estero, tanto che sperare di vedere qualcosa di simile realizzato in Italia pareva impossibile. Perciò ho appreso con molta soddisfazione la notizia che a febbraio uscirà Brew IT, un documentario tutto italiano sulla birra artigianale.

L’idea alla base del progetto è molto semplice:

Abbiamo […] scelto di raccontare le persone, le storie e i luoghi appartenenti a questa realtà contemporanea attraverso la voce di mastri birrai italiani come Agostino Arioli, Leonardo Di Vincenzo o Giovanni Campari, solo per citare alcuni dei protagonisti. Con loro mostreremo dove e come si realizza questo prodotto in un paese senza tradizione birraia come l’Italia; spiegheremo le tipologie di birra, le differenze, il concetto di microbirrificio e di birra di qualità oltre la definizione artigianale e industriale; discuteremo dei rapporti con i settori enogastronomici, le grandi aziende produttrici e le legislazioni correnti; proveremo a immaginare quale futuro avrà in Italia.

Il trailer di lancio appare davvero ben confezionato, il che ci rende assolutamente ottimisti sul livello qualitativo del prodotto finale. Dategli un’occhiata, ne vale la pena.

Oltre ai già citati Agostino Arioli (Birrificio Italiano), Leonardo Di Vincenzo (Birra del Borgo) e Giovanni Campari (Ducato), nel trailer appaiono anche i birrai Cesare Gualdoni (Orso Verde), Mario Cipriano (Karma) e Steve Dawson (White Dog). Saranno loro sei a raccontare la birra artigianale e a spiegare l’incredibile crescita del settore in Italia in un arco di tempo relativamente breve.

Il documentario è realizzato dalla Black House e i responsabili del progetto sono Vincenzo Monaco e Valerio Graglia. Il sito di riferimento del progetto è quello della rivista Undercore Online, dove nel post dedicato all’iniziativa troverete tutti i dettagli al riguardo. Come accennato, il documentario sarà in uscita per febbraio 2011.

Insomma, a quanto pare siamo finalmente di fronte a un prodotto audiovisivo italiano sulla birra artigianale di ottima fattura; non nascondo infatti di avere già l’acquolina in bocca. Per concludere segnalo che Vincenzo e Valerio sono alla ricerca di un compratore/distributore per il loro documentario, quindi se siete interessati vi consiglio di contattarli al più presto. Nel frattempo non rimane che attendere il lancio ufficiale di Brew IT.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

shutterstock_49128781-980x400

I prodotti premium e crafty trainano il successo della birra in Italia

È di alcuni giorni fa la pubblicazione da parte di IRI di alcuni dati riguardanti il ...

o-CRAFT-BEER-facebook

E ora alcuni tipi di birra piacciono più alle donne che agli uomini

Uno dei pregi della birra artigianale è di aver incrementato il consumo tra le donne, ...

7 Commenti

  1. Finalmente si realizzano questi documentari!

  2. Iniziativa veramente interessante!!! Non ci resta che attendere febbraio!!!

  3. In bocca al lupo ai creatori di Brew It che mi sembra davvero un’iniziativa interessante. Pero’, sono un po’ stupito che fra i mastri birrai intervistati non ci sia Teo Musso. E’ stata una scelta o semplicemente una questione logistica?

  4. il birraio con la sigaretta in bocca sulla sala cottura aperta andrebbe evitato.. non è una bella immagina per lui/loro!

  5. bè…a quando una proiezione-festa? 😀

  6. @tommy
    … forse è una nuova ricetta di Rauchbier!

  7. a MIlano hanno già lo smog che condisce le loro birre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *