Cimec

Alle Hawaii c’è un torrente che odora di birra e ha 1,2% di volume alcolometrico

Quando si dice “un fiume di birra”. Negli scorsi giorni i residenti dell’isola Oahu, nella contea di Honolulu alle Hawaii, hanno segnalato un forte odore di birra provenire dalle acque di un torrente locale. Dopo numerose segnalazioni, un laboratorio indipendente ha scoperto che l’acqua era effettivamente alcolica, con un volume alcolometrico non indifferente, pari all’1,2%. La zona è quella di Diamond Head, molto battuta dai turisti ma anche sede di diverse industrie, tra cui Paradise Beverages. Le indagini si sono subito concentrate sull’azienda, che oltre a essere un distributore di bevande, produce le birre a marchio Kohola Brewery e Aloha Beer Company.

Come riportato da Hawaii News Now, Paradise Beverages ha dichiarato di non sapere quale sia la causa del problema, sebbene i servizi sanitari e di trasporto delle Hawaii abbiamo confermato che la responsabilità sia proprio dell’azienda. Anthony Rowe, direttore delle operazioni di Paradise Beverages, ha dichiarato:

Abbiamo chiamato il Dipartimento dei Trasporti affinché inviasse alcuni suoi rappresentati e al momento ci stiamo confrontando con loro. Abbiamo altresì contattato il Dipartimento della Sanità.

Dalle indagini risulta che l’acqua sia stata contaminata in un tubo nei pressi dell’Interstate H2, prima che il ruscello si unisca al torrente dopo un salto di 30 metri. Al momento ancora non è chiaro se saranno presi provvedimenti nei confronti dell’azienda.

Leggi anche

Il birrificio Baladin aderisce a “Brewers against war” per sostenere i profughi ucraini

Nelle scorse settimane su Cronache di Birra abbiamo segnalato alcune iniziative brassicole a sostegno della …

Ritual Lab è il miglior birrificio del 2022 secondo Birra dell’anno di Unionbirrai

Si è conclusa qualche minuto fa la premiazione di Birra dell’anno di Unionbirrai, storico concorso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.