Cimec

Nuovi locali con birra artigianale: Nerd, Rickys, La Culla del Luppolo e Drop 2

Nonostante l’emergenza sanitaria, non ancora superata, e l’attuale crisi energetica, il settore della birra artigianale in Italia è vivo e vegeto. Lo confermano le tante nuove aperture di locali avvenute negli ultimi mesi e che mettono al centro della propria offerta la bevanda luppolata che tanto amiamo. Alcune sono nuove gestioni, come per il Rickys di Villa del Conte (PD), che recupera una grande esperienza maturata con un nuovo e più ampio progetto. Altre sono imprese pionieristiche come quella de La Culla del Luppolo, di Lignano Sabbiadoro, birreria che va a colonizzare un luogo dove di norma non si beve facilmente artigianale. E sulla scia dei precedenti successi non mancano le aperture di seconde sedi, come nel caso del Drop di Pomigliano D’Arco (NA), o modalità alternative di vivere e consumare, non solo la birra, ma tutto ciò che è artigianale, come accade al Nerd di Roma. Tutte queste esperienze, in un modo o nell’altro, valorizzano la cultura della birra artigianale del nostro Paese e promuovono le produzioni indipendenti, partecipando, di fatto, al movimento brassicolo italiano. Nella panoramica odierna presentiamo quattro nuovi locali, quattro diversi approcci che attraverso l’originalità degli ambienti, la qualità dell’offerta e la valorizzazione dell’esperienza restituita agli avventori, provano a distinguersi in un mercato sempre più competitivo, ma sicuramente crescente.

NERD – Natural & Raw Drink

Nerd è un luogo magico, dedicato a tutti coloro che hanno una passione smodata nel campo della tecnologia, del fantasy, della fantascienza o dei videogiochi. Tutto questo unito ad una vasta selezione di birre artigianali, vini naturali, sidri, drinketti, fermentati di frutta e junk food, praticamente un “nerd-vana”. Parlando di birre, il locale ha un impianto con ben dodici spine al servizio delle artigianali. La tap list è ricca e ben fornita, con possibilità di bere le produzioni di alcuni dei birrifici italiani più blasonati, come Ritual Lab, Brewfist, Birra dell’Eremo, Opperbacco, Eastside Brewing, Birra Elvo, Stimalti e Livebarrels. Il locale è valorizzato da un arredamento informale con elementi che richiamano direttamente la sottocultura nerd; tanta memorabilia anni ’80 e cimeli fantastici in ogni angolo, che arricchiscono l’atmosfera rendendo piacevole la permanenza agli avventori. Disponibile anche un ampio spazio esterno con tavoli, parzialmente riparato. Nerd è l’ennesima creatura di Marco Pucciotti, l’imprenditore romano che nella capitale conta numerosi locali di notevole successo (tra i tanti ricordiamo i celebri Barley Wine e Hop & Pork). Il locale si trova ovviamente a Roma ed è aperto dal martedì alla domenica, dalle 18 alla mezzanotte e mezza, e chiuso il lunedì. Maggiori informazioni sulla pagina Facebook di Nerd.

NERD – Natural & Raw Drink
Largo Appio Claudio, 379
00174 Roma

Rickys – Cattivi ma buone

“Il Rickys riapre i battenti festeggiando cattivamente alla grande!”. Con questo annuncio, lo scorso maggio, lo storico locale di Abbazia Pisani (PD) ha riaperto le porte rinnovandosi nella gestione, nel look e nell’offerta. Varcate l’ingresso si ha l’impressione di trovarsi in un pub in perfetto stile inglese: luci soffuse, arredamento in legno scuro e un caratteristico bancone in marmo rosa di Asiago, dove gli avventori possono appoggiarsi per degustare comodamente le birre spillate da Davide e Cristiano, i proprietari del Rickys. Le spine sono 9, più una pompa inglese. Un frigo è dedicato alle bottiglie di Lambic, Gueuze e Fruit Lambic, disponibili in vari formati e nelle diverse annate. A fianco del bancone, in bella vista sulla parete, la lavagna con le ultime novità alla spina con alcuni dei produttori più interessanti sulla scena brassicola, che si alternano a rotazione: Vertiga, Torre Mozza, Lariano, Birrone, Extraomnes, Porta Bruciata, Batzen Brau, Babylon, Croce di Malto, Jungle Juice. Ma da Rickys trova casa anche la buona musica. Quando non è il giradischi Technics ad allietare i presenti con le sue graffianti sonorità, sono gli spettacoli dal vivo a scaldare l’atmosfera. Nella stagione invernale, con cadenza bisettimanale, suonano gruppi funk, indie, blues, punk, hardcore, metal, rock, perfino in dialetto veneto. Solo musica indipendente, nessuna cover o tribute band. E poi il buon cibo: una vasta selezione di hamburger con pane artigianale e ingredienti di filiera corta, hot dog, fritti e altro finger food da gustare all’interno del locale o nell’ampio plateatico esterno. Se vi trovate a passare da Abbazia Pisani a Padova, il Rickys è aperto dalle 17.30 fino alle ore 1.30 il venerdì e il sabato, fino alla mezzanotte e mezza negli altri giorni, ed è chiuso il martedì.

Rickys
Via Commerciale, 12
35010 Abbazia Pisani (PD)

Drop beer and food

È la seconda apertura in terra partenopea per il brand Drop beer and food, che dopo il locale di Angri (SA), lo scorso 11 agosto ha inaugurato la nuova sede di Pomigliano d’Arco (NA). Entrando nel nuovo locale l’atmosfera è subito accogliente e informale, ma con un tocco moderno grazie agli elementi di arredo caratterizzati da un bel colore verde, lo stesso del logo. Sul bancone fa bella mostra di sé un bellissimo impianto a 5 vie, realizzato a mano da un artigiano locale e dedicato quasi esclusivamente al comparto craft italiano: Elvo, Lambrate, Eastside, Ritual Lab e Mukkeller sono solo alcuni dei marchi quasi sempre presenti. In questo luogo Bartolo e Tonya, i due gestori, accolgono gli avventori con piatti deliziosi, pensati per essere accompagnati alle birre artigianali della loro tap list. Dal punto di vista culinario Drop punta forte sull’hamburgeria: 12 diversi burger con carne scelta e ingredienti tipici, che portano il nome di alcune delle varietà di luppolo più famose. Oltre a questo una vasta selezione di piatti unici, focacce, taglieri e stuzzicherie varie. Drop beer and food è aperto tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 18 all’una di notte. Il sabato l’orario di chiusura è posticipato alle 2.00. Per saperne di più potete consultare il sito di Drop.

Drop beer and food
Via Giacomo Leopardi 4
80038 Pomigliano D’Arco (NA)

La Culla del Luppolo

Aperta a Lignano Sabbiadoro (UD) lo scorso 23 luglio, La Culla del Luppolo è una nuova birreria artigianale friulana che si qualifica al pubblico grazie alla grande varietà di produzioni indipendenti presenti nella sua tap list. Otto spine e una pompa inglese dominano sul bancone in legno, dove Giansi, Sven e Amir spillano produzioni brassicole di qualità, mai le stesse perché la rotazione è sempre molto ampia. Alcuni produttori disponibili in questi giorni sono: Ritual Lab, Basei, Birrificio Italiano, Bondai, Bonavena, Monpiër de Gherdëina e Schlenkerla. Dietro le spine un bellissimo murales che rappresenta la cella dove staziona la birra, la “culla” dove riposa il luppolo (da qui il nome del locale). L’opera, realizzata dall’artista Luca Pistrin, è uno dei vanti dei gestori dell’attività. Lo spazio interno è dedicato solo a chi lavora nella birreria, gli ospiti possono accomodarsi fuori nel beer garden, in un contesto piacevole e informale, con luci soffuse e un sottofondo musicale amabile e rilassante. Per quanto riguarda il cibo l’offerta è varia e studiata per abbinarsi perfettamente con le birre proposte di volta in volta. Il locale è aperto tutto l’anno, dalle 17 fino all’una di notte. Chiuso il mercoledì e il giovedì. Ulteriori dettagli sulla pagina Facebook del locale.

La Culla del Luppolo
Viale Porpetto, 4/a
33054 Lignano Sabbiadoro (UD)

L'autore: Davide Cappannari

Classe ‘76, nella vita si occupa di comunicazione nel senso più ampio del termine. Nasce professionalmente come IT manager e web specialist, negli ultimi anni si è specializzato nel settore dell’informazione diventando giornalista pubblicista e social media manager. È inoltre il fondatore e curatore del blog specialistico “La Toscana della Birra”.

Leggi anche

Nuovi locali per i birrifici Hammer, Edit, Bifor, Eastside, Ritual Lab e Doppio Malto

Seguendo una tendenza consolidatasi negli ultimi anni, i birrifici e i marchi brassicoli italiani continuano …

Entroterra forlivese: 3 destinazioni birrarie da visitare in mezza giornata

Nelle ultime settimane ho avuto di nuovo il piacere di recarmi in Romagna, approfittando del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *