Cimec
Home » Notizie » È il momento di ripartire: ecco un riassunto delle ultime notizie di birra

È il momento di ripartire: ecco un riassunto delle ultime notizie di birra

Con oggi termina il mese di agosto più assurdo degli ultimi anni e con esso il periodo di vacanza per molti di noi. Da oggi Cronache di Birra torna operativo al 100%, quindi da questo momento aspettatevi gli immancabili aggiornamenti quotidiani (o quasi) che ormai vi accompagnano da oltre dodici anni. Per riprendere il ritmo gradualmente, il pezzo di oggi è dedicato a riassumere quanto avvenuto nel mondo della birra artigianale durante gli ultimi 30 giorni. Ci prepariamo a una nuova stagione birraria piena di incognite, in cui i danni dell’emergenza sanitaria si faranno sentire ancora a lungo. Siamo lontani dal pieno ritorno alla normalità a cui eravamo abituati, ma – facendo tutti gli scongiuri del caso – qualche passo avanti è previsto nelle prossime settimane. Non ci resta che navigare a vista e allontanare i brutti pensieri, magari sedendoci al bancone del nostro pub preferito. Come Cronache di Birra cercheremo di analizzare le prossime evoluzioni con la solita lucidità e un pizzico di ottimismo, che non guasta mai. Intanto facciamo il punto di quanto accaduto recentemente.

Birra dell’anno si sposta al Cibus

Restando al movimento italiano, la notizia più clamorosa delle ultime settimane è sicuramente quella proveniente da Unionbirrai. L’associazione di categoria ha infatti deciso di interrompere il suo sodalizio con Beer Attraction e spostare il concorso Birra dell’anno all’interno di Cibus, l’importante manifestazione nazionale dedicata all’agroalimentare. Si tratta di una scommessa importante e audace, perché inserisce una delle iniziative più celebrate del settore in una kermesse di dimensioni decisamente maggiori e – aspetto forse più importante – tutt’altro che dedicata alla birra in maniera esclusiva. Se da una parte la cornice è senza dubbio prestigiosa e potenzialmente capace di favorire un ulteriore salto di qualità a tutto l’ambiente, dall’altro rischia di disperdere l’iniziativa di Unionbirrai nel mare magnum dei contenuti del Cibus. Aspettiamoci altre importanti novità da Birra dell’anno; già così immagino che farà un certo effetto ai giudici ritrovarsi a Parma dopo tanti anni passati a Rimini.

Nel frattempo Beer Attraction non è certo rimasta con le mani in mano. L’organizzazione ha incassato il colpo – peraltro non certo inaspettato, poiché il contratto con Unionbirrai scadeva quest’anno – ed è pronta a rilanciare la propria fiera di settore. Di seguito le dichiarazioni di Flavia Morelli, Group Brand Manager di Ieg Expo, come riportate da Il Sole 24 Ore:

I rapporti con Unionbirrai sono ottimi e le porte restano aperte. Noi siamo consapevoli di essere cresciuti insieme agli artigiani e di aver contribuito alla loro crescita. Dal 2015 il nostro progetto era certamente quello di allargarci a tutto il mondo Horeca ma garantendo sempre una visibilità primaria al comparto birra. Allo stesso tempo la rassegna si è andata trasformando sempre più in un’occasione esclusivamente B2B e nella prossima edizione non ci saranno più giornate aperte al pubblico non professionale. Per questo invece abbiamo deciso di lanciare il progetto Rimini Beer Week che vedrà occasioni di confronto, scoperta, degustazioni e cene con abbinamento nei locali della riviera.

Saltata l’edizione 2020 di Eurhop

A proposito di manifestazioni birrarie, sebbene di stampo diverso, negli scorsi giorni è arrivata l’ufficialità di una notizia che ormai aleggiava nell’ambiente da molto tempo: l’edizione 2020 di Eurhop non si terrà. Il settore dovrà quindi rinunciare al più importante festival dedicato alla birra nazionale e internazionale, ma d’altro canto era difficile prevedere un esito diverso per l’evento capitolino nonostante i tentativi dell’organizzazione di approntarne una versione limitata. Se però avete partecipato in passato a Eurhop, potete facilmente immaginare quanto sarebbe stato difficile adattare il carattere della manifestazione alle restrizione imposte dal anti Covid-19. Il rinvio permetterà di organizzare con largo anticipo l’edizione del 2021, che peraltro coinciderà con i 20 anni del Ma che siete venuti a fà: aspettiamoci dunque ulteriori iniziative, che già promettono di restare a lungo negli annali.

Assobirra lancia il Centro Informazione Birra (CIB)

Assobirra, l’associazione che riunisce i marchi industriali italiani, ha lanciato negli scorsi giorni il nuovo Centro Informazione Birra (CIB). Si tratta di un osservatorio permanente sul nostro settore, finalizzato ad analizzare “in tempo reale” l’andamento del mercato con report a scadenza trimestrale. Chiaramente la prima analisi si è concentrata sulla fase più restrittiva legata alla pandemia, dalla quale emerge che la birra ha giocato un ruolo fondamentale nel corso del lockdown. Nel pieno dell’emergenza sanitaria la bevanda è stata al centro delle occasioni di consumo a casa e, virtualmente, con amici e parenti per 1 italiano su 4, soprattutto in riferimento al target tra i 25 e i 44 anni (pari al 34% degli intervistati). I risultati inoltre hanno evidenziato che secondo il 37% degli intervistati la birra ha contribuito a mantenere ben saldi i rapporti con gli altri anche nei momenti più bui della pandemia. Da non sottovalutare che per molti il lockdown ha rappresentato l’occasione perfetta per sperimentare nuove tipologie di birra (28%) ma anche nuove modalità di consumo (14%).

Ultimi giorni per prenotarsi al corso di degustazione di Cronache di Birra

Dopo il successo delle edizioni dello scorso giugno, a partire da metà settembre tornerà il corso online di introduzione alla birra e alla sua degustazione firmato Cronache di Birra. Si tratta di un’iniziativa piuttosto innovativa, perché le 7 lezioni di cui si compone il percorso didattico sono tenute online in aula virtuale. Ciò permette di superare le restrizioni dei corsi tradizionali (difficoltà nel raggiungere la sede delle lezioni, orari prestabiliti, assaggi limitati, ecc.) e di fruire dei contenuti in tutta comodità. Il primo corso si terrà tutti i martedì a partire dal 15 settembre, il secondo tutti i lunedì a partire dal 21 settembre. I posti sono limitati e le prenotazioni (almeno del primo corso) si chiuderanno venerdì 4 settembre. Inoltre oggi è l’ultimo giorno per approfittare dello sconto del 10% sulla quota di iscrizione. Dunque affrettatevi!

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Alla ricerca dell’identità perduta: la pesante crisi del birrificio Stone

Molti di voi conosceranno il birrificio Stone, uno dei pionieri della storia della birra artigianale …

Unionbirrai apre alla grande distribuzione e annuncia l’accordo con Despar

Come abbiamo sperimentato in prima persona e come confermato da ricerche recenti, l’emergenza Coronavirus ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *