Cimec
Home » Archivio tag: ballast point

Archivio tag: ballast point

Che 2019 birrario è stato – I risultati

Ormai mancano una decina di giorni alla fine dell’anno ed è dunque arrivato il momento di assegnare il più importante riconoscimento italiano del settore: il premo Nostradamus birrario di Cronache di Birra, che incorona il miglior profeta tra i lettori del sito. Circa un anno fa, infatti, ci lasciammo con alcune ipotesi su quanto sarebbe accaduto nell’ambiente nel corso del …

Vai all'articolo »

Clamoroso negli States: Corona cede Ballast Point a un piccolo birrificio craft

L’invasione delle multinazionali nel mondo della birra artigianale ci ha abituato da alcuni anni al solito balletto: appena un’azienda craft raggiunge una certa dimensione, entra nelle mire dell’industria di turno che finisce, prima o poi, per ottenerne il controllo. Tuttavia ciò a cui abbiamo assistito negli ultimi giorni ha del clamoroso e rappresenta una vicenda senza precedenti, in cui non …

Vai all'articolo »

Quando la frutta sposa la birra: l’ascesa internazionale delle Grapefruit Ipa

Nel mio resoconto della scorsa settimana su Fermentazioni 2016 ho evidenziato una delle tendenze dell’edizione appena conclusa: la presenza cioè di diverse Grapefruit Ipa, tutte chiaramente made in Italy. Con questa definizione si indicano India Pale Ale (o derivate) che nella ricetta prevedono l’aggiunta di frutta, secondo una moda in ascesa proprio in questo momento e proveniente – neanche a dirlo …

Vai all'articolo »

Come l’industria può stravolgere un birrificio craft: il caso Ballast Point

In questi giorni nella comunità internazionale della birra sta tenendo banco la vicenda relativa a Ballast Point, birrificio americano che a fine 2015 fu acquistato con una mega operazione da Constellation Brands, la multinazionale che detiene il marchio Corona. Ebbene, la scorsa settimana Ballast Point ha incassato, in un colpo solo, l’addio del fondatore Jack White e di altri tre …

Vai all'articolo »

Nomi eccellenti nella lista dei 27 birrifici “finti” artigianali

Negli ultimissimi anni abbiamo assistito a un profondo cambiamento nella scena della birra craft americana, a causa principalmente delle tante acquisizioni operate da parte dell’industria. Un fenomeno che esiste da sempre – è vero – ma che in tempi recenti si è accentuato in maniera decisa coinvolgendo nomi di spicco del movimento artigianale. E che non è più soltanto circoscritto agli …

Vai all'articolo »