Cimec

Quali sono le migliori 10 birre artigianali italiane? Lo abbiamo chiesto all’intelligenza artificiale

Probabilmente nelle ultime settimane avrete sentito parlare di ChatGPT, un generatore di testi basato sull’intelligenza artificiale e capace di creare contenuti di strabiliante precisione. Come tutti gli strumenti del genere, ChatGPT non scandaglia il web alla ricerca della risposta più congeniale, riproponendola poi come un semplice copia-e-incolla; bensì produce testi da zero grazie alle nozioni apprese automaticamente dal database di riferimento (solitamente il web stesso o una parte di esso). Se avete qualche anno sulle spalle forse ricorderete il film Corto circuito (titolo originale Short circuit) in cui il robot Numero 5 passava la prima parte del lungometraggio a richiedere input per apprendere più cose possibili della realtà che lo circondava. Con le dovute proporzioni il concetto è lo stesso, solo che non siamo più nell’ambito della fantascienza. ChatGPT è ancora uno strumento accessibile gratuitamente a tutti, così recentemente in tanti si sono sbizzarriti a usarlo per le finalità più disparate, con risultati sorprendenti. Noi lo abbiamo testato nel campo della birra artigianale, chiedendogli, tra le altre cose, quali sono le 10 migliori birre italiane.

Utilizzare ChatGPT è semplicissimo: occorre solo collegarsi al relativo sito, registrarsi e cominciare a interrogare l’intelligenza artificiale. Dopo averci giocato un po’ per capirne il funzionamento, gli abbiamo sottoposto la richiesta cruciale: “Puoi indicare 10 birre artigianali italiane da provare almeno una volta nella vita?”. Lo abbiamo fatto in lingua inglese per essere maggiormente sicuri della risposta, convertendola poi in italiano con DeepL, un’altra intelligenza artificiale specializzata in traduzioni. Ecco il risultato:

  1. Birra del Borgo Re Ale Extra: Questa birra artigianale italiana molto apprezzata è una pale ale luppolata e rinfrescante con aromi di agrumi e frutta tropicale. È prodotta da Birra del Borgo, un noto birrificio artigianale situato a Borgorose, in Italia.
  2. Baladin Nora: Questa birra artigianale speziata e floreale è prodotta con zenzero, mirra e altre spezie aromatiche e si ispira all’antica ricetta egizia della birra. È prodotta dal Birrificio Baladin, un rinomato birrificio artigianale situato a Piozzo, Italia.
  3. Birra Moretti La Rossa: questa lager ambrata è una birra artigianale ricca e corposa, con un sapore di malto e una punta di amaro. È prodotta da Birra Moretti, un noto birrificio italiano attivo dal 1859.
  4. Birrificio Lambrate Ambrata: Questa birra ambrata è una birra artigianale ben bilanciata, con un sapore ricco e maltato e una punta di amaro. È prodotta dal Birrificio Lambrate, un piccolo birrificio artigianale situato a Milano, Italia.
  5. Birra Toccalmatto Zona Cesarini: Questa Double IPA è una birra artigianale luppolata e aromatica con un forte sapore di agrumi e frutta tropicale. È prodotta da Birra Toccalmatto, un piccolo birrificio artigianale di Fidenza.
  6. Birrificio del Ducato Nuova Mattina: questa witbier in stile belga è una birra artigianale rinfrescante e aromatica con sapori di agrumi e coriandolo. È prodotta dal Birrificio del Ducato, un piccolo birrificio artigianale situato a Roncole Verdi, Italia.
  7. Birra del Borgo Duchessic: Questa saison in stile belga è una birra artigianale speziata e rinfrescante con un profilo aromatico complesso. È prodotta da Birra del Borgo, un noto birrificio artigianale situato a Borgorose, in Italia.
  8. Baladin Isaac: questa tripel in stile belga è una birra artigianale forte e complessa con sapori di frutta, spezie e caramello. È prodotta dal Birrificio Baladin, un rinomato birrificio artigianale situato a Piozzo, Italia.
  9. Birra Moretti Gran Cru: questa strong dark ale in stile belga è una birra artigianale ricca e corposa con sapori di cioccolato, caffè e frutta scura. È prodotta da Birra Moretti, un noto birrificio italiano attivo dal 1859.
  10. Birrificio del Ducato Verdi Imperial Stout: Questa imperial stout è una birra artigianale ricca e corposa con sapori di cioccolato, caffè e malto tostato. È prodotta dal Birrificio del Ducato, un piccolo birrificio artigianale situato a Roncole Verdi, in Italia.

Un elenco pieno di informazioni dettagliate, ma non privo di errori. La prima incongruenza che salta all’occhio è la presenza di due produzioni di Birra Moretti, che è inequivocabilmente un marchio industriale. Così abbiamo indicato a ChatGPT di prendere nota che Birra Moretti non è un birrificio artigianale, da cui è scaturita la seguente risposta:

Grazie per avermi fatto notare l’errore nella mia precedente risposta. Birra Moretti non è un birrificio artigianale, bensì un grande birrificio commerciale attivo dal 1859. Mi scuso per l’eventuale confusione causata. Ecco alcune altre birre artigianali italiane da provare:

Evitiamo di sciorinare l’intero elenco, nel quale sono riportate altre birre dei birrifici sopra citati, oltre alla Spaceman di Brewfist e a una fantomatica Pachamama di Birrificio del Forte. Nella nuova lista ChatGPT ha inserito anche una birra di Brewdog, quindi gli abbiamo fatto notare che quest’ultimo non è un produttore italiano. L’elenco rivisto è stato introdotto da questa frase:

Grazie per avermi segnalato questo problema. Mi scuso per l’errore nella mia precedente risposta. Brewdog è un birrificio artigianale scozzese con una sede a Roma, ma non è un birrificio italiano. Ecco altre birre artigianali italiane da prendere in considerazione:

Evidentemente l’ex Brewdog Bar di Roma – oggi chiuso, ma il database di ChatGPT si basa su informazioni disponibili fino al 2021 – ha tratto in inganno l’intelligenza artificiale. Infine abbiamo sottolineato che per la legislazione italiana Birra del Borgo e Birrificio del Ducato non possono essere considerati birrifici artigianali. E come al solito il nostro appunto è stato preso in considerazione:

Grazie per avermi segnalato questo problema. Mi scuso per gli errori nelle mie risposte precedenti. Secondo le leggi italiane, un birrificio artigianale è definito come un birrificio di piccole dimensioni che produce una quantità limitata di birra ed è di proprietà indipendente. Birra del Borgo e Birrificio del Ducato non sono considerati birrifici artigianali secondo questa definizione. Ecco altre birre artigianali italiane da prendere in considerazione:

Nonostante gli errori e le incongruenze, le risposte di ChatGPT sono davvero sorprendenti: nell’elenco iniziale ci sono alcune inesattezze stilistiche e organolettiche, ma da un punto di vista generale ciò che l’IA ha creato è sorprendente. Le sue applicazioni sono sconfinate e ad esempio ci siamo divertiti a chiedergli inoltre di inventare la descrizione di sei nuove birre provenienti da altrettanti birrifici artigianali, completamente fittizi. Ecco cosa ha prodotto:

Birrificio dei Colli: “Lupulus Maximus” – una double IPA dal sapore deciso e luppolato e dall’amaro forte e deciso. È prodotta con una miscela di luppoli Citra e Mosaic, che le conferiscono un aroma complesso e fruttato.

Sip Brewery: “Sourpuss” – una sour ale dal sapore aspro e acidulo e dal finale croccante e rinfrescante. È prodotta con una miscela di lattobacilli e brettanomiceti che le conferiscono un carattere unico e funky.

Birra Solteni: “Midnight Marzen” – una lager scura dal sapore ricco e tostato e dal finale morbido e maltato. È prodotta con malti Munich e Vienna, che le conferiscono un sapore profondo e complesso e un colore ambrato.

Birrificio Indaco: “Violet Haze” – una IPA torbida dal sapore succoso e fruttato e dalla consistenza morbida e soffice in bocca. È prodotta con una miscela di luppoli Mosaic, Citra e Nelson Sauvin, che le conferiscono un aroma complesso e tropicale.

Three Towers Brewing Company: “Belgian Tripel” – una strong ale in stile belga con un sapore speziato e fruttato e un finale secco e croccante. È prodotta con una miscela di lieviti belgi e spezie aromatiche che le conferiscono un sapore complesso e ricco di sfumature.

Birrificio Lesto: “Maple Porter” – una porter ricca e tostata con una sottile dolcezza dovuta all’aggiunta di sciroppo d’acero. È prodotta con una miscela di malti chocolate, crystal e Munich, che le conferiscono un sapore profondo e complesso e un colore mogano scuro.

Infine abbiamo chiesto a ChatGPT quali fattori tenere in considerazione per produrre una birra artigianale di successo. Nelle seguenti righe non troverete nessuna ricetta segreta, ma un ragionevole elenco di fattori che possono fare la differenza e che è meglio non dimenticare mai:

Ci sono diversi fattori che possono contribuire al successo di una birra artigianale sul mercato. Ecco alcuni elementi da considerare per la produzione di una birra artigianale di successo:

Qualità: Il fattore più importante nella produzione di una birra artigianale più venduta è la qualità della birra stessa. Ciò include gli ingredienti utilizzati, il processo di produzione e il gusto e il sapore complessivo della birra.

Proposta di vendita unica: Può essere utile avere una proposta di vendita unica (USP) per la vostra birra artigianale, come un profilo di sapore distintivo o un ingrediente unico che la differenzi dalle altre birre presenti sul mercato.

Marketing e branding: Una forte strategia di marketing e di branding può contribuire a creare consapevolezza e interesse per la vostra birra artigianale. Ciò può includere marketing sui social media, eventi promozionali e partnership con rivenditori o distributori.

Imballaggio: Anche la confezione della vostra birra artigianale può avere un ruolo nel suo successo. Prendete in considerazione l’utilizzo di un packaging visivamente accattivante che risalti sugli scaffali dei negozi e che rifletta il marchio e la messaggistica della vostra birra.

Prezzo: Anche il prezzo della vostra birra artigianale è un fattore importante da considerare. Deve essere competitivo sul mercato, ma anche riflettere la qualità e il valore del prodotto.

In definitiva, il successo di una birra artigianale sul mercato dipenderà da una serie di fattori e potrà essere influenzato dalle tendenze e dalle preferenze dei consumatori. È importante concentrarsi sulla produzione di un prodotto di alta qualità e sull’attuazione di una strategia di marketing e di vendita ben studiata.

L'autore: Andrea Turco

Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È organizzatore della Italy Beer Week, fondatore della piattaforma Formazione Birra e tra i creatori del festival Fermentazioni. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Nuove birre da Ca’ del Brado, Alder, Opperbacco, Anbra, Toccalmatto, Alveria e altri

Sapete qual è stata la prima fermentazione totalmente spontanea prodotta in Italia a fini commerciali? …

Nuove birre da Edit + Vertiga, Birra dell’Eremo, Alder, Nama Brewing e Kashmir

Se seguite con costanza il canale Instagram di Cronache di Birra, negli scorsi non vi …

3 Commenti

  1. Prenoto 100 bottiglie di Midnight Marzen! 🙂

  2. Io lascerei la cosiddetta IA (io la chiamo DA (deficienza artificiale)) all’ambito del gioco e del passatempo. Secondo me la mente umana ha, da parte sua, la componente emotiva, imprevedibile e creativa e non potrà mai essere superiore alle macchine. Simpatico l’esperimento, ma preferisco di gran lunga siano delle persone a scrivere gli articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca la pubblicità sul nostro sito. La pubblicità è vitale per Cronache di Birra e ci permette di sostenere l’attività di redazione.

 

Per continuare la navigazione per favore disattiva il tuo Ad Blocker o inserisci il nostro sito nella whitelist. Su Cronache di Birra non troverai pubblicità invadenti, come pop-up o video a tutto schermo. Usiamo esclusivamente i banner in alcuni punti delle pagine, in modo tale da non disturbare la lettura e l’interazione.

 

Cheers!