Cimec

L’acqua belga che unisce il vaccino Pfizer e la birra Duvel

C’è un filo sottile che unisce la birra al vaccino messo a punto da Pfizer-Biontech. Il colosso farmaceutico ha il suo quartier generale nella cittadina di Puurs, nella provincia di Anversa. In particolare, la sede si trova proprio a due passi dalla fabbrica di Duvel, uno dei più grandi marchi brassicoli del Belgio – tra i suoi brand compare anche l’ex produttore artigianale Birrificio del Ducato. Data la vicinanza geografica, il vaccino anti-coronavirus e la birra Duvel condividono la stessa faglia acquifera. L’associazione è ovviamente una pura curiosità, ma ha catapultato il birrificio belga al centro delle cronache locali.

Come riportato da 31Mag, il sindaco della cittadina, Koen Van den Heuvel, ha commentato scherzosamente la notizia:

Ho sentito in televisione che l’importatore americano Duvel raccomandava scherzosamente ai suoi connazionali di bere la birra perché prodotta con la stessa acqua del vaccino Pfizer di Puurs. I giornalisti mi stanno già chiamando “il sindaco della città che salverà il pianeta”.

Leggi anche

Da Blue Moon delle mini tortine da mettere sul bicchiere al posto della fetta di arancia

Qual è una delle cose più odiose al mondo? Esatto, la famigerata fetta di limone …

Ancora pochi giorni per iscriversi al nostro Corso di degustazione di 2° livello

Ormai scriviamo dei nostri corsi sulla birra con una certa regolarità, grazie alla fiducia che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca la pubblicità sul nostro sito. La pubblicità è vitale per Cronache di Birra e ci permette di sostenere l’attività di redazione.

 

Per continuare la navigazione per favore disattiva il tuo Ad Blocker o inserisci il nostro sito nella whitelist. Su Cronache di Birra non troverai pubblicità invadenti, come pop-up o video a tutto schermo. Usiamo esclusivamente i banner in alcuni punti delle pagine, in modo tale da non disturbare la lettura e l’interazione.

 

Cheers!