Craft Beer Evolution
Home » Eventi » La birra artigianale a Vinòforum 2009

La birra artigianale a Vinòforum 2009

vinoforum

Da oggi fino a sabato 20 giugno Roma ospiterà la sesta edizione di Vinòforum, una delle manifestazioni enologiche più importanti del centro Italia, cresciuta tantissimo in questi anni. Come sempre il salone sarà una vetrina per tantissime aziende vinicole provenienti da tutta la Penisola, consentendo ai visitatori di assaggiare i loro prodotti. Non mancheranno un’infinità di eventi collaterali, come concerti jazz (sarà un vero e proprio jazz festival), laboratori degustativi, seminari e convegni. 

Nonostante sia una manifestazione prettamente enologica, uno spazietto sarà anche dedicato alla birra artigianale, che sempre maggiore attenzione riceve dagli amanti dell’eccellenza enogastronica. I marchi presenti saranno 32 Via dei Birrai, Birra Lurisia, Birrificio 1789, Cittavecchia, Tenute Collesi, Open Baladin e St. Thomas Biere d’Abbaye. Rispetto allo scorso anno c’è qualche produttore in più, ma il numero è ancora piuttosto esiguo.

Tra i laboratori di degustazione in programma, martedì 16 giugno Athenaeum ne organizzerà uno dal titolo Teo Musso e le birre artigianali, in cui saranno analizzate ben 7 birre della produzione del Baladin. L’incontro è così presentato:

Le Baladin, il più famoso e rivoluzionario microbirrificio artigianale d’Italia , pluripremiato e osannato dai guru dell’enogastronomia mondiale, si rivela, birra dopo birra, un’inesauribile sorgente di fantastiche emozioni. Alla sua guida l’insuperabile Teo Musso , geniale maestro del luppolo, vulcanico ricercatore del gusto, che sembra aver trovato l’alchimia segreta per rendere inconfondibile e piena di sensualità ogni sua creazione. Dalle tipologie d’ispirazione belga, alle miscele più inconsuete, dalle speziature, alle audaci, divine ossidazioni, in sua compagnia avremo modo di conoscere ed apprezzare sette grandi birre, gioiose testimonianze di un poetico percorso creativo.

Le birre in degustazione saranno Isaac, Nora, Gusto (saison sui generis, prodotta con 5 tipi di cereali e 7 diverse spezie), Noel, Xyauyù. XFumè, Elixir. Il costo del laboratorio è 15 euro.

Come lo scorso anno cercherò di fare un salto a Vinòforum per dedicarmi per una volta al vino. Il successo di questa manifestazione rende difficile evitare la folla e la fila all’ingresso, e in questa occasione non potrò sfruttare una giornata come quella della scorsa estate, quando tra la partita dell’Italia agli Europei e una giornata meteorologicamente rivedibile, riuscii a gustarmi una sessione di assaggi in totale relax 🙂 .

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

Ancora eventi a dicembre: Birre sotto l’albero e non solo

Prima di interrompere momentaneamente le trasmissione per il ponte dell’Immacolata, diamo un’occhiata ad altri eventi ...

Ancora eventi a inizio dicembre: Vallescura Open Day, Christmas Beer Festival e altri

Con l’avvicinarsi delle festività il rush finale degli eventi birrari è ormai ufficialmente cominciato e ...

3 Commenti

  1. Dovrebbe comparire anche la Birra del Borgo nello stand del Lazio, se non erro. Un saltino tocca farlo per forza!

  2. ….mi dispiace che Leonardo non sia minimamente mensionato in un festival che da anni vede la presenza anche della Birra….dovrebbe giocare in casa noo?

  3. Ciao
    Lo scorso anno mi trovavo a roma per lavoro e cercando un posto nella capitale dove trascorrere una serata eno-birro-gastro mi ero imbattuto in VinoForum
    Ricordo una piacevole serata estiva romana…un bel allestimento, una serie interessante di produttori di vino e anche qualche birra artigianale ma poca “cultura” del bere..chi proponeva le bottiglie, in particolare quelle di birra, era tipicamente un distributore o un commerciante o una standista che poco sapeva del prodotto.
    Le birre che avevo scovato qua e la erano un po’ abbandonate sui tavoli e chiedendo informazioni le risposte non erano all’altezza
    Dal programma mi sembra che oltre all’aumento del numero di produttori l’evento sia anche piu’ strutturato e organizzato con tanto di laboratori di degustazione
    Se capito di nuovo a Roma in ogni caso ci ritorno!

    Davide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *