Craft Beer Evolution
Home » Media, libri e pubblicazioni » La birra sul web: Vinix, KitchenParty e Rome For Foodies

La birra sul web: Vinix, KitchenParty e Rome For Foodies

vinix2

Dopo diversi post incentrati direttamente sulla birra, oggi prendiamo un po’ le distanze dalla nostra bevanda preferita per affrontarla da altri punti di vista. In particolare vi segnalo alcuni strumenti web che potrebbero tornarvi molto utili nel rapporto quotidiano con la vostra passione. Partiamo allora da Vinix, un social network “verticale” – cioè specializzato in un particolare settore – dedicato all’enogastronomia. Non è un progetto nuovo, ma recentemente ha subito un ingente upgrade, ripresentandosi ai suoi utenti con molte novità, tra cui un ampio spazio destinato alla birra.

Nato da un’idea di Filippo Ronco, secondo una sua intervista a Fanpage Vinix “ha l’intento di far incontrare tra loro i professionisti e gli appassionati della filiera enogastronomica”. E’ suddiviso in più aree di contenuto (annunci, foto, video, degustazioni vini, recensioni ristoranti, blog) e offre numerosi servizi oltre a quelli di pubblicazione e condivisione. Con la scoperta dell’affascinante mondo della birra artigianale, il suo creatore ha deciso di inserire nell’ultima release una nuova area dedicata all’argomento, con la possibilità, tra le altre, di recensire le birre bevute.

Lavorando nell’ambiente posso affermare che Vinix è un progetto davvero ben realizzato, originale (nonostante il settore dei social network sia inflazionato) e facile da usare. Mi ha lasciato davvero impressionato per la filosofia “web 2.0” che riesce a interpretare alla perfezione. Da qualche giorno ci sono anche io! Dategli un’occhiata a fatemi sapere che ne pensate.

Un altro recente progetto che mi ha favorevolmente colpito è KitchenParty. Anche questo  è una sorta di social network, che però richiede che l’interazione tra gli utenti non rimanga confinata nel web, ma si concretizzi nella vita reale. Di cosa si tratta? Ve lo spiego con le parole di uno dei creatori, Andrea Sorrento:

La nostra idea è di restituire alla tavola (dalla preparazione/assaggio di cibi, a quella dei vini, birra cocktails, al loro accostamento etc etc) la sua tradizionale dimensione conviviale/sociale.

Ognuno può organizzare una cena, un aperitivo, una degustazione di vini o birra chiedendo agli altri di aiutarlo (es. cucinare insieme; fare insieme la spesa; portare qualcosa etc etc). Si offre così una occasione sincera per incontrarsi e condividere esperienze e sapori insieme.

Perciò KitchenParty funziona così: si decide un “tema” della serata, si indica un posto (solitamente la casa dell’organizzatore), una data e un numero massimo di partecipanti e poi si attendono le adesioni degli altri utenti. Un modo carino di socializzare tra persone che condividono la passione per l’enogastronomia.

Qual è però il collegamento con la birra? Innanzitutto si possono tranquillamente organizzare eventi a tema, tipo cene con abbinamenti o degustazioni. In secondo luogo la rappresentativa di noi beer lover è ancora contenuta, perciò è un’occasione per partecipare a incontri creati da altri, facendo conoscere i prodotti dei microbirrifici a completi neofiti, per quanto ben predisposti all’argomento.

Concludo infine con l’ultimo strumento a tema, dedicato però in questo caso agli appassionati romani in possesso di device mobili. L’amica Katie Parla in questi giorni ha rilasciato l’ultima versione dell’applicazione Rome For Foodies: è una guida ai prodotti alimentari di qualità nella Capitale, con indirizzi e recensioni di ristoranti, botteghe e locali. Anche in questo caso la birra ha acquistato molto spazio con i recenti aggiornamenti, mostrando come la febbre birraria sia in costante crescita nel più ampio settore enogatronomico.

Rome For Foodies non è solo un elenco dei 135 posti suggeriti dall’autrice, ma fornisce anche strumenti di ricerca con GPS, mappe disponibili anche offline, possibilità di condivisione con i principali social network. L’applicazione è disponibile per sistemi Android al prezzo di 2,18 euro e iOS al prezzo di 3,99 dollari. I luoghi birrari ancora non sono tantissimi: gli appassionati più incalliti sicuramente li conosceranno tutti, gli altri invece potranno andare sul sicuro con le segnalazione di Katie.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

fatti-di-birra

Novità editoriali: Fatti di Birra, I Racconti della Birra e la Guida al Friuli Venezia Giulia

Con l’ormai consueta frequenza annuale – assolutamente non voluta, per la precisione – torniamo a ...

cop-assobirra_ar2016_versione_web-1

Per l’Annual Report di Assobirra un 2015 positivo, ma ancora con troppe ombre

Con qualche mese di ritardo rispetto al passato, ieri Assobirra ha pubblicato il suo consueto ...

12 Commenti

  1. Grazie infinite per le belle parole!
    Se aveste domande, sono a disposizione, sia qui che per e-mail.

    Ciao, Fil.

  2. Ho visto che SR ha gia’ colpito e dato il suo imprinting anche la 🙂

  3. Stefano è stato prezioso all’avvio e di tanto in tanto bazzica dispensando qualche perla. Lo veneriamo sommessamente, consci del suo status di intoccabile. Vi aspettiamo numerosi, c’è bisogno di questo mashup tra birra e vino e viceversa. Noi possiamo imparare molto dal mondo birraio, certo all’inizio farvi avvicinare non sarà facile 🙂

    Ciao, Fil.

  4. Guardingorimango

    ..non si riesce a visualizzare bene da IPhone, peccato perché Vinix sembrerebbe molto interessante.
    Spero riescano a risolvere il problema..ho provato a creare un account senza riuscirci; la schermata ad un certo punto sparisce parzialmente.

    • Il sito è molto tech e su alcune cose dobbiamo ancora lavorare. Questo problema con iphone non mi risultava nel senso che non ne ero ancora al corrente ma vediamo di fixarlo al più presto. Poi entro fine anno, spero di riuscire a rilasciare anche un app decente. Nel frattempo stiamo facendo l’upgrade del widget di vinix che consentirà a breve di fare l’export delle birre (tutte o solo le proprie) sul proprio sito, dando alla finestrella giocosa l’aspetto che più vi piace.

      Ciao, Fil.

  5. Grazie Andrea di aver segnalato queste iniziative. Conoscevo gia’ Kitchen Party ma Vinix mi era sfuggito. Complimenti Filippo! Nell’anno nuovo cerco di aumentare il numero di locali e beer shop segnalati su Rome for Foodies. E’ chiaro che il tuo blog sara’ una bella guida per trovarli in giro.

  6. Ah, abbiamo appena aggiunto anche le birre al progetto Guida Open, una specie di guida vini, risto e birre a più mani in licenza creative common ed esportabile gratuitamente su qualsiasi sito tramite un comodo widget:
    http://www.vinix.com/myDocDetail.php?ID=5548

    E’ possibile scegliere la guida completa oppure scaricare il codice che mostra anche solo le birre. Se qualcuno volesse personalizzazioni differenti come dimensioni e colori, sono a disposizione via e-mail.

    Ciao, Fil.

  7. grazie infinite per il sostegno al progetto kitchenparty.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *