Cimec

Nuovi libri: La grammatica della birra, Beerfly e Il birraio di Modena, tre

Negli articoli di Cronache di Birra in cui passiamo in rassegna le novità editoriali, spesso ci concentriamo su guide e manuali, tralasciando quei libri di narrativa a tema con un approccio più leggero. È in realtà una scelta forzata, perché di pubblicazioni simili ne esistono poche in Italia, nonostante la birra e i suoi luoghi per eccellenza rappresentino un valido pretesto per raccontare storie appassionanti. Lo dimostrano due delle tre opere che presentiamo oggi: una raccolta di “aneddoti da bancone” e una vicenda di fantasia ma ambientato in un contesto storico reale e ben definito. Ma proprio perché è l’approccio didattico a dominare il settore editoriale della birra, anche nella carrellata di oggi non può mancare un manuale sull’argomento, tanto più se l’autore è una firma autorevole come Maurizio Maestrelli. Buone letture!

La grammatica della birra

Dopo alcune pubblicazioni sul mondo della miscelazione, Maurizio Maestrelli torna a scrivere della nostra bevanda con La grammatica della birra, un’opera che si rivolge tanto agli appassionati quanto agli addetti ai lavori. Può essere considerato una sorta di manuale a tutto tondo, che affronta i principali argomenti birrari: la storia, le materie prime, il processo produttivo, le nazioni brassicole, le basi della degustazione, il turismo birrario e altro ancora. Interessante anche il capitolo che investiga il rapporto dell’Italia con la bevanda di Cerere, nonché quello dedicato a sondare le più recenti tendenze del settore. Un testo non rivoluzionario, ma che ha nell’autorevolezza e nelle competenze dell’autore il suo maggiore punto di forza. La grammatica della birra è disponibile su Amazon.

La grammatica della birra
Di Maurizio Maestrelli
Edito da Gribaudo
Pagine: 216
Prezzo: € 24

Beerfly – Birre al bancone

Pochi luoghi come i pub sono in grado di custodire storie personali ricche di fascino e umanità. Lo sa bene Luca Modica, che dopo l’intrigante A suon di pinte – un’opera dell’anima eterogenea, basata sul connubio tra birra e musica – torna a scrivere un libro dedicato alla nostra bevanda, battezzato Beerfly – Birre al bancone. Il Beerfly del titolo è un fantomatico locale il cui gestore racconta le storie dei suoi clienti, condite da qualche aneddoto sugli stili birrari. Tra sbornie, risse notturne e amori fugaci, il bancone del Beerfly diventa il crocevia di diverse esperienze di vita, talvolta ispirate agli episodi che lo stesso autore ha sperimentato (o ascoltato) nei pub. Il filo conduttore dell’opera non è nuovo nella letteratura italiana – esistono altre raccolte di aneddoti ambientati o raccontati nei pub – ma l’indubbia abilità narrativa di Luca Modica è un elemento assolutamente imprescindibile per tenere d’occhio questo libro, soprattutto se siete alla ricerca di una lettura leggera dopo manuali e guide sulla birra. Lo trovate su Amazon.

Beerfly – Birre al bancone
Di Luca Modica
Edito da Talos
Pagine: 112
Prezzo: € 10

Il birraio di Modena, tre

Piuttosto recente è l’uscita del terzo capitolo de Il birraio di Modena, che riprende le avventure di Giorgio Vandelli, talentuoso assaggiatore di birra e tecnico di produzione. Le vicende, ambientate nel XIX secolo, si muovono a cavallo tra fantasia e contesto storico, spesso a carattere brassicolo. Si scopre così che il protagonista, dopo aver conosciuto nei volumi precedenti alcuni dei più grandi birrai dell’epoca e aver messo lo zampino nella creazione della prima Vienna, è anche l’inventore dello stile Mexican Lager. Leggendo l’opera presto si scopre che, oltre alle capacità birrarie, Vandelli vanta un innato ascendente sull’universo femminile, tanto che l’intera storia è puntellata, ancor più che nei primi due capitoli della trilogia, dalle avventure amorose e sessuali del protagonista. Anche nel suo terzo capitolo Il birraio di Modena si rivela una lettura leggera, scorrevole e divertente, che per un appassionato di birra è valorizzata dai continui richiami alla storia della bevanda. Se cercate precisione nozionistica e attendibilità storica guardate altrove, ma se vi interessa un po’ di svago con una lettura veloce a tema birrario, allora questo libro può rappresentare davvero una valida opzione (ma vi conviene partire dai primi due). È regolarmente disponibile su Amazon.

Il birraio di Modena, tre
Di Riccardo Pignatti
Edito da Meligrana
Pagine: 86
Prezzo: € 14

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati in questo articolo Cronache di Birra ha attivato un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Volendo, potete cercare gli stessi articoli su Google. Se invece volete saperne di più su questi link, su Il Post c’è una spiegazione chiara e dettagliata.

L'autore: Andrea Turco

Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È organizzatore della Italy Beer Week, fondatore della piattaforma Formazione Birra e tra i creatori del festival Fermentazioni. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

La birra è inclusiva (ma sono altri i dati interessanti dell’osservatorio di Assobirra)

Nel 2020 Assobirra lanciò il Centro Informazione Birra (CIB), un osservatorio permanente sul settore brassicolo …

Birra e fumetti: quando i birrifici italiani sposano le graphic novel

Il fumetto è uno strumento straordinario, che un approccio superficiale spesso associa esclusivamente alla letteratura …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *