Craft Beer Evolution
Home » Eventi » Birra del Borgo Day 2010: il mio report

Birra del Borgo Day 2010: il mio report

IMG_0719La scorsa domenica 23 maggio non ero a Roma, ma a Borgorose, dove il birrificio Birra del Borgo ha celebrato il suo quinto anniversario. Appuntamento ormai imprenscindibile, il Birra del Borgo Day si è tenuto anche quest’anno nello spazio antistante la vecchia sede produttiva, sebbene l’azienda da qualche mese abbia spostato la produzione nel nuovo impianto distante qualche chilometro. Ancora una volta è stato un grande evento, con un’affluenza clamorosa e bagnato da tanta buonissima birra. Ma soprattutto con la presenza di tanti amici, con cui è stato piacevole passare una giornata di bevute.

Evito di dilungarmi nei dettagli che avrete letto anche per le passate edizioni. Spendo giusto qualche riga per le birre: c’erano alla spina quasi tutte le creature di casa, più alcuni prodotti ospiti di birrifici italiani. Volete conoscere la mia personalissima classifica? D’accordo. La mia birra preferita in realtà sono state tre: la sempre ottima Reale Extra, la Rubus e la Karkadè di Moreno (splendida nelle ore più calde). In generale un grande assortimento, con circa 15 birre presenti in contemporanea per la felicità di tutti i presenti.

Un sempre distinto Moreno con una Fred from the wood a canna
Un sempre distinto Moreno con una Fred from the wood a canna

Tra le birre ospiti c’era anche la Tripping Flowers di Opperbacco, che purtroppo non sono riuscito ad assaggiare! Chi l’ha provata ne è rimasto davvero soddisfatto. Invece nei meandri del birrificio ho avuto la possibilità di bere la prossima creatura di Leonardo Di Vincenzo: si chiama Max Blanche e… sì ovviamente sarà una Blanche. Tuttavia la ricetta si discosta da quella tradizionale per un particolare interessante: la netta speziatura non è data dal coriandolo, bensì da pepe rosa. Il risultato è molto intrigante e nonostante la differenza in uno degli ingredienti principali, il profilo organolettico è decisamente assimilabile a quello di una classica Blanche.

IMG_0713
Un momento della cotta pubblica

Segnalo poi la cotta pubblica eseguita da Emanuele e Marco e una degustazione di bottiglie vintage gentilmente proposta dal grande Lorenzo. Il meteo quest’anno non è stato eccezionale, tanto che nel primo pomeriggio siamo stati invasi da un acquazzone di quelli storici. Per fortuna l’area era allestita con gazebi davvero professionali, che hanno permesso ai presenti di passare indenni quella mezz’ora di pioggia scrosciante.

Eh sì, la giornata si è conclusa con un torneo di braccio di ferro!
Eh sì, la giornata si è conclusa con un torneo di braccio di ferro!

Complimenti a tutti coloro che hanno organizzato la festa (anche stavolta ho dato il mio contributo passando un po’ di tempo alle spine) e una saluto a tutti gli amici incontrati a Borgorose. Arrivederci al 2011!

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

birrocco

Ancora eventi per il week end: Birrocco, Local Beer Week e altri

Come ogni venerdì continuiamo il nostro viaggio negli eventi di settembre, che mai come quest’anno ...

Fermentazioni_2016_015

Fermentazioni 2016: il mio (non) resoconto

Come probabilmente avrete notato, negli ultimi giorni l’attività su Cronache di Birra è andata avanti ...

25 Commenti

  1. Molto distinto….:)))
    Diciamolo che era vuota dai…..che ride….

  2. @Moreno
    Come vuota…

    Scherzo 😉

  3. Giuseppe Del Giudice

    Ottimo evento…..Leo lo merita

  4. beh, magari prima o poi verrò pure io…in compenso finalmente stasera riesco a provare la Re Ale Extra…quì da noi non arrivano!!!
    Santa fiera……

  5. Super clamorosa giornata……

  6. Grande Moreno! Oltre alla classe nel degustare la Freed from the wood a canna si nota anche un certo stile nel portare gli occhiali da sole…
    Gran bella giornata nonostante la pioggia, congratulazioni a Leonardo!

  7. Salve a tutti,
    mi unisco anch’io nel ribadire che le birre di Leonardo sono sempre ottime e alla spina lo sono ancor di piu’. Sono ormai una certezza che ti premette di far avvicinare, a colpo sicuro, le persone Peroni/Tuborg/Heineken/BaffoD’Oro limitate e dipendenti al mondo vero delle Birre (B maiuscola).
    Devo pero’ fare una critica verso chi ha organizzato l’evento. Sopratutto perche’ aveva prospettato una sistemazione che non era assolutamente garantita, anzi non era proprio prevista!
    Mi riferisco al’invito di portare coperte e plaid per un bel picnic sul prato. “Ricordatevi che è un Pic nic: posti a sedere per i primi che arrivano e un fantastico prato bucolico per un vero picnic/colazione sull’erba per gli ultimi.”
    Con questa prospettiva ho pensato bene di estendere l’invito ad altre persone con famiglia al seguiito.
    Mi dite dov’era il prato?
    Certo non quello antistante i gazebo, piene di “torte” lasciate dalle mucche!
    Permettetemi anche di aggiungere che, non essendo il primo anno di festeggiamento, si poteva benissimo prevedere un’ afluenza cosi’ massiccia (Leonardo e le sue birre hanno fatto parecchie vittime!) e mettere 2 o 3 gazebo in piu’ non avrebbe fatto male a nessuno. (molto meglio avere dei posti vuoti che lasciare gli ospiti in piedi)
    Il risultato purtroppo e’ stato che, non sapendo realmente dove metterci (al di la della pioggia) alle 3:00 io con i miei ospiti siamo dovuti andare via, perdendo il resto della giornata eventi inclusi.
    Mi dispiace dirlo ma cosi’ non si fa. Ormai non e’ piu’ un gioco, non e’ piu’ un “ho fatto una birretta, invito un po di amici”.
    La professionalita’ che ora viene messa nella produzione, si deve estendere a tutto quello che ruota intorno. In questo particolare evento, purtropppo, cosi’ non e’ stato. Peccato.

    Luca

  8. Vi linko alcuni scatti di questa giornata favolosa, il mio primo BdB Day… ma non è mai troppo tardi…

  9. purtroppo un impegno preso a viareggio per una festa di ub non mi ha permesso di partecipare, cmq sono sicuro sia stato un giorno fantastico per tutti. Approfitto per salutare Leonardo e tutto lo staff per l’ ottimo lavoro che stanno facendo.
    Gennaro

  10. @Turco
    Bere da solo alcune cose è reato.
    Grazie a voi.

    @Manu
    Fantastico.Stai avantissimo.
    E grazie per il pane alla Schlenkerla.

    @Luca
    Rispetto alle altre volte c’era molto più posto sotto ai gazebi.
    Piuttosto che metterne di più si fa prima a noleggiare il tendone dell’Augustiner.
    Poi purtroppo è fuori dall’umana portata prevedere la pioggia,così come frequenza e quantità delle deiezioni vaccine.
    Sotto al sole ci siamo sempre messi sul prato.Facendo eventualmente slalom tra i regali delle bestiole.
    Siamo stati benissimo in tantissimi fino all’ultimo.
    Birra e grigliata giustificano un pò di cagnara.Anzi,la richiedono.
    Se poi sei venuto con tutto il Granducato di Ficulle e non potevate adattarvi,è un altro conto. (http://www.cnicg.net/cosacni.asp)

    «Cedete lo passo»,
    «Cedete lo passo tu!».

  11. Concordo con quanto detto da Luca: Birre meravigliose, ma per quale motivo scrivere/invitare ad accorrere coi plaid per sistemazione sul prato, se prato non c’era lì?
    Se non veniva scritta questa cosa, d’accordo, arrivare e non trovare posto sotto i tendoni era a nostro “rischio e pericolo”…ma leggendo l’invito così posto, si capiva tutt’altro…l’organizzazione poteva evitare di scrivere una cosa non vera…sia ben chiaro che non parlo della pioggia (imprevedibile/inevitabile), ché il problema si è posto da subito, quando il sole splendeva appena arrivati…saluti a tutti

  12. @Bossartiglio
    Grazie…

    Il pane non è stata una mia creazione, però ti ho ceduto la mia parte ;)… Ops… Turco era era a bere in solitudine e non l’ha provato!!!

  13. @Manu @Bossartiglio
    Mi stavo giusto chiedendo cosa fosse questo pane alla Schlenkerla.
    Me la pagherete…

  14. @Bossartiglio
    Saranno stati di piu’ ma comunque insufficienti, non eravamo i soli a non aver trovato posto.

    Sulla pioggia non ho, ovviamente, detto alcunche’. Per quanto riguarda il prato purtroppo e’ stato descritto come “fantastico prato bucolico”. Se per te questo vuol dire fare slalom tra i regali delle bestiole, abbiamo una visione diversa. Un po piu’ di chiarezza e’ forse richiesta e non c’entra nulla il fatto di non potersi adattare cosi’ come essere venuto con 3 famiglie non penso sia il Granducato di Ficulle.

  15. @Bossartiglio

    Il “creatore” del pane alla Schlenkerla sono io, spero che ti sia piaciuto (oddio se hai ringraziato Manu forse ti sarà piaciuto altrimenti le sputavi….), va a finire che tra un po’ mi monto la testa ed apro un panificio brassicolo ( e non son nemmeno un panettiere)!!! 🙂

    @Manu

    Lo so che ti piace il mio pane alla Schlenkerla come osi cederlo?????? 😉

  16. Quest’anno effettivamente il prato non era praticabile
    ma l’anno precedente molta gente si era allungata sul manto verde

  17. @Raf
    Buono.Il leggero retrogusto affumicato ci stava molto bene.
    Se apri,preparami il contratto 😉

    @Turco
    è stata una cosa troppo furtiva

    @los otros
    provato a bere 10 birre e a stendervi su una mxxda di vacca?
    Fa l’effetto d’un massaggio shiatsu. E’ straordinario.
    E salutare.

  18. Giuseppe Del Giudice

    @los otros

    Dopo 10 birre,l’effetto sul prato con sterco,lo confondi con un materasso ad acqua……..

  19. Birre eccezionali. Tutte. Leo è un grande ( per me è tra i primi in Italia )

    Mi permetto di suggerire , per gustare al meglio le birre , per i prossmi eventi , di mettere a disposizione dei bicchieri di vetro. A Bamberga e anche altrove in Germania, pagando una cauzione si ha il proprio bicchiere in vetro, che può essere restituito o tenuto.
    Ribadisco quanto detto da altri : emanu “quest’anno effettivamente il prato non era praticabile”.

  20. Laura (la moglie di Raf "il lupo")

    No, dico… non solo io non c’ero perché non stavo bene… ma pure tutti ‘sti complimenti a mio marito per il pane alla Schlenkerla… ma vi sfugge a tutti una cosa: la birra, la Schlenkerla, quella che stava dentro al pane, si, proprio quella… era la mia!!! L’ho comprata a Bamberga!!! E lui ci fa il pane, e ve lo mangiate voi!!! Il primo che di voi va a Bamberga mi porta una Schlenkerla, per punizione!!! 🙂
    Ma lui si, Raf, lo sapeva, e infatti per consolarmi mi ha passato al telefono Moreno, perché sa benissimo, lo sanno tutti, compreso Moreno, che ho un debole per lui, specialmente per il cosiddetto lato… PVK!!! Moreno, ci si vede a Bibbiano, mi raccomando la PVK, non facciamo che poi Per Vari K… non ci sia!!!
    Un saluto a Leo, grazie, so che hai chiesto di me, e complimenti per l’evento, nonché per la My Antonia, l’ho assaggiata in un’altra occasione e mi è piaciuta tantissimo.
    E naturalmente, last but non least, grazie dell’ospitalità per questo commento ad Andrea Turco, il “padrone di casa” 🙂

  21. er pippatore de antrace

    lorec caro perdonami, ma secondo te tutti quei bicchieri di vetro che giravano da dove venivano?Li avevamo portati tutti da casa ma casualmente tutti uguali?

  22. La birra e’ buona ma spero vivamente che il prossimo evento sia organizzato con maggiore cura del dettaglio, non dico pari a quella messa nella creazione dell’ ottima bevanda, ma almeno sufficiente da permettere a chi viene da lontano (magari con famiglia) di usufruire di quanto promesso nell’ invito e di bere qualche bicchiere in santa pace.

    Attenzione quando l’ attivita’ commerciale cresce si rischia di perdere la passione ed il punto di vista dei clienti veri e potenziali (io).

    Io avrei volentieri comprato qualche birra ma la situazione organizzativa (niente prato vicino) e successivamente metereologica non me l’ha permesso…

    saluti

    P.

  23. @Paolo
    “Io avrei volentieri comprato qualche birra ma la situazione organizzativa (niente prato vicino) e successivamente metereologica non me l’ha permesso”

    Per curiosità: perchè?Che c’entra?La pioggia rimbalzata sui gazebi annacquava le bocce?

  24. @ Andrea Turco che scrive:

    “@Manu @Bossartiglio
    Mi stavo giusto chiedendo cosa fosse questo pane alla Schlenkerla.
    Me la pagherete…”

    Non preoccuparti, non mancherà occasione di rivederci. Vorrà dire che cederò a Raf un’altra delle mie Schlenkerla per farci un’altra pagnotta e la prossima volta sarai il primo ad assaggiarla! 😀

  25. @Laura
    Grazie del pensiero! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *