Craft Beer Evolution
Home » Media, libri e pubblicazioni » EurHop!, la prima guida turistica della birra in Europa

EurHop!, la prima guida turistica della birra in Europa

copertina_eurhopEccoci qui, a quanto pare è arrivato il momento di pubblicare un post che aspettavo di scrivere da tempo. Posso finalmente presentare un progetto editoriale al quale tengo tantissimo e che mi ha tenuto occupato nel poco tempo libero che ho avuto negli ultimi mesi. A fine giugno sarà infatti lanciata Eurhop!, la prima guida turistica alla birra in Europa. Avete presente le guide stile Lonely Planet? Bene, immaginate se esistesse una pubblicazione simile, che invece di condurvi alla scoperta delle mete prettamente turistiche di una nazione, si concentrasse sui suoi aspetti birrari. Non male, che ne dite? 🙂

Quando lo scorso settembre Marco Caria e Marco Manieri di Publigiovane mi illustrarono il progetto, chiedendomi se ero interessato a collaborare, rimasi da subito entusiasta. L’idea di una guida all’Europa birraria mi sembrava assolutamente straordinaria e man mano che il lavoro prendeva forma mi accorgevo di come superasse ogni migliore aspettativa. Ora che siamo alle battute finale non vedo l’ora di mettere le mani sulle prime copie stampate!

Credo che uno dei punti di forza dell’opera siano i tanti contribuiti provenienti da nomi di spicco del movimento italiano e straniero. Il più importante è sicuramente quello di Lorenzo Dabove, meglio conosciuto come Kuaska, che siamo riusciti a coinvolgere nel progetto, con grande soddisfazione di tutti. Si è occupato di tutto l’immenso capitolo riguardante l’Italia e ha prodotto altri contributi, soprattutto per la sua seconda patria, il Belgio. Altro nome eccellente è quello di Manuele Colonna, che ha arricchito la guida con i racconti dei suoi viaggi birrari: sono lunghi resoconti delle sue esperienze fuori dall’Italia, con tanti piccoli dettagli che permettono di comprendere le realtà brassicole delle diverse nazioni europee. A mio parere una delle qualità di EurHop! è proprio questa: la capacità di rapire il lettore e di calarlo in mondi distanti centinaia di chilometri dal nostro.

Tantissimi i nomi degli altri partecipanti alla stesura, che molto probabilmente conoscerete: Nicola Utzeri, Davide e Monica Bertinotti, Mattia Simoni, Tomas Danko per la Svezia e Dave Szwejkowsi per l’Inghilterra del Nord. E poi sì, ci sono anche io. Personalmente mi sono occupato di curare quasi tutte le schede dei locali e delle birre di ogni nazione, contribuendo quindi a una bella fetta della guida – direi un buon terzo dei contenuti. Per questo motivo la sento una mia creatura a tutti gli effetti, ed è sicuramente una bella sensazione 🙂 .

Prima accennavo alla capacità trascinante di EurHop!, al punto che azzarderei a consigliarvene la lettura anche se non avete in programma una vacanza birraria. Tuttavia è ovvio che sarà in grado di offrire il meglio di sè proprio come compagna di viaggio, grazie alla capacità di alternare informazioni birrarie ad altre di stampo più prettamente turistico. Ogni capitolo è infatti introdotto da una lunga parte generale, che riporta cenni storici, indicazioni sulle attrazioni turistiche e i luoghi dove è consigliato mangiare e dormire. Un’impostazione molto simile a quella delle guide mainstream, conclusa la quale si apre l’ampia sezione dedicata alla birra artigianale: un resoconto “narrativo” e poi le schede sui migliori pub, birrifici e brewpub. Qui e lì sono poi presenti specchietti con curiosità, più o meno legate al mondo della birra, che contribuiscono ad arricchire il viaggio.

Sul forum di MoBI Kuaska ha introdotto la guida, spiegando che la selezione dei locali per l’Italia ha premiato soprattutto l’atmosfera che sono in grado di regalare ai propri clienti. Questo principio è stato rispettato anche per gli altri paesi europei, sottolineando quindi la capacità evocativa di ogni singolo luogo. Credo che questo aspetto sia molto prezioso, perché permette di comprendere meglio le tradizioni birrarie di una nazione e del suo popolo. In un momento in cui in Italia c’è sempre più disponibilità di birra artigianale straniera, il rischio è che si perda il piacere del viaggio, che è l’unico modo per scopire le tradizioni dietro certi stili e prodotti e, in ulitma istanza, per comprendere i tratti dei diversi movimenti brassicoli.

EurHop! è un’opera dedicata a tutti: sia ai neofiti che vogliono iniziare a conoscere le realtà birrarie straniere (e non solo), sia agli appassionati di vecchia data, per i quali una guida all’Europa è sempre una risorsa utilissima. Spero che la guida possa piacere a tanti e spinga molti lettori a intraprendere un viaggio birrario, magari già dalla prossima estate. Ovviamente i paesi affrontati sono tantissimi: Germania, Repubblica Ceca, Belgio, Regno Unito, Irlanda, Danimarca, Svezia e ovviamente Italia.

Come spiegavo in apertura, la guida sarà disponibile a fine mese. Utilizzerà un canale di distribuzione alternativo: la troverete quindi nelle librerie indipendenti, ma soprattutto nei migliori locali birrari d’Italia e in giro per le varie manifestazioni sulla birra. Il primo locale ad averla sarà il Ma che siete venuti a fà a Roma… non poteva essere diversamente 🙂 . Nei prossimi giorni sicuramente vi darò maggiori delucidazioni al riguardo, nel frattempo se avete bisogno di informazioni potete consultare il sito web ufficiale. Spero di aver creato un minimo di aspettativa 😉 .

P. S. Dimenticavo… come annunciato la scorsa settimana, EurHop! sarà ufficialmente presentata durante la manifestazione Amiata da gustare, più precisamente domenica 20 alle 11,30.

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

cop-assobirra_ar2016_versione_web-1

Per l’Annual Report di Assobirra un 2015 positivo, ma ancora con troppe ombre

Con qualche mese di ritardo rispetto al passato, ieri Assobirra ha pubblicato il suo consueto ...

shutterstock_49128781-980x400

I prodotti premium e crafty trainano il successo della birra in Italia

È di alcuni giorni fa la pubblicazione da parte di IRI di alcuni dati riguardanti il ...

28 Commenti

  1. Bravo Andrea ! Complimentoni per il lavoro, non vedo l’ora di leggerla 😉

  2. Complimenti per il progetto! Attendiamo le maggiori delucidazioni che hai promesso…oltre che a leggerla, infatti, non mi dispiacerebbe distribuirla in negozio…

  3. E’ già un classico della letteratura nostrana.
    E secondo me uno dei più probabili argomenti del tema di maturità. Regalato.
    Invece di Calvino,il Colonna.

  4. Stavamo appunto pensando di mettere in vetrina la guida SlowFood sulle Birre italiane, proprio oggi in presentazione alla manifestazione Vinoforum a Roma… ma anche quella che proponi tu sembra molto interessante… fammi sapere se e’ disponibile!

  5. @Luca
    Sicuramente sì, i beershop saranno tra i punti vendita su cui la guida punterà di più. Ti faccio sapere più in là. A stasera.

  6. @Altrabirra
    Perfetto, ti farò sapere 😉

  7. Si potrebbe cortesemente sapere il formato e il numero di pagine?

  8. @Daniele
    Non conosco le dimensioni precise, comunque è un formato tascabile sulla falsariga delle guide turistiche che vanno per la maggiore.
    Il numero definitivo di pagine ancora non si conosce (stanno impaginando le ultime parti), se non sbaglio dovremmo essere intorno alle 400

  9. Un bellissimo progetto che finalmente pone la birra in primo piano.
    Non vedo l’ora di leggerla.

  10. Complimenti! Dicci, Andrea, dove sarà reperibile in Campania.

  11. Ottimo!è ordinabile anche on line?

  12. Complimenti Andrea spero che il Veneto non sia l’ultima regione dove trovare questa guida.

  13. Grande presidente. Complimenti! Non vedo l’ora di leggerlo.

  14. Complimenti agli autori, andrea e manuele

  15. Giuseppe Del Giudice

    @andrea
    Facci sapere dove trovarla oppure ordinarla,grazie

  16. Finalmente !

  17. Di seguito un po’ di risposte alle vostre domande:
    – In questi giorni è in allestimento il sito web, che ho citato nel post. Ovviamente sarà riempito con molte informazioni (anche in quali punti vendita trovare la guida). Per ordinarla o avere altre delucidazione, potete tranquillamente mandare un’email dalla pagina Contatti
    – Il prezzo sarà 20 euro
    – La guidà sarà acquistabile anche on-line, direttamente sul sito, su Amazon e su Ibs.it
    – Grazie per i complimenti 😉

  18. @ turco
    …..COMPLIMENTI A VOI TUTTI……….e grazie per il vostro contributo che ci permette oggi attraverso la vostra guida di inabbissarci in luoghi che prima d’ora era “impensabile” trovare o comunque molto difficili da conoscere sopratutto per i neofiti. Grazie, g.

  19. calacalatrinchetto

    Quanti locali ci sono nel libro di Veneto, Friuli, Trentino e Sud-Tirolo?Solo il numero.Grazie

  20. @calatrinchetto
    Precisamente non saprei, comunque una 30ina in totale (il sud tirolo non credo sia considerato)

  21. Finalmente la bibbia per il beerman creed! 😉

  22. Grande Turco! Come non poter commentare una tale felicità per te!! Complimenti!

  23. Grazie Fà!

  24. Presidente…attendo di poterle dare un’occhiata a breve….inutile dire che mi aspetto quanto meno una copia autografata…..;-) Congratulazioni!!!!!

  25. complimenti presidente! la leggerò con avidità… proprio ieri ti dicevo che un bel tour in belgio era nei miei progetti: è perfetto! anch’io voglio una copia autografata 😉

  26. Grazie ragazzi, ho già pronta la penna per le dediche 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *