Craft Beer Evolution
Home » Notizie » La Great Divide cambia etichette

La Great Divide cambia etichette

Notizia veloce veloce tratta da beernews.org: l’americana Great Divide ha ufficialmente deciso di cambiare il look delle proprie etichette. Sulla destra potete vedere, ad esempio, come si presenterà d’ora in poi la Yeti Imperial Stout in versione Oak Aged, qui invece è riportata una carrellata delle vecchie etichette. La scelta personalmente mi ha lasciato un po’ perplesso: sia chiaro, il risultato è molto piacevole e segue in qualche modo il trend del momento, ma a mio modo di vedere si perde qualcosa a livello di caratterizzazione del marchio. Insomma, preferivo le vecchie versioni. Voi che ne pensate?

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

vecchia-orsa-ub

Da Unionbirrai e Vecchia Orsa una birra collettiva per il terremoto del centro Italia

È iniziata questa mattina presso il birrificio Vecchia Orsa una cotta collettiva molto particolare, nata su ...

Honey-beers-660x330

Il blog torna operativo con un riassunto delle recenti notizie birrarie

Con il mese di settembre ormai alle porte riprende l’aggiornamento quotidiano di Cronache di Birra, ...

4 Commenti

  1. Ciao

    concordo con te, le etichette di prima era originali ed interessanti dal punto di vista grafico come ad esempio quelle della Brasserie del la Senne, ora sono un po’ anonime;l’importante è che il contenuto rimanga il medesimo delle precedenti…
    P.S. di quale trend parli?

  2. Andrea Turco

    Ciao Bilbo, il trend a cui faccio riferimento è lo stile a metà strada fra il grunge e il vintage che va abbastanza di moda negli ultimi tempi. Lavorando su Internet ho visto che molti designer stanno cavalcando l’onda (spesso con risultati eccellenti), ma le stesse scelte grafiche si ritrovano anche su locandine, cartoline pubblicitarie, ecc.

  3. Cia Andrea

    grazie per la riposta mi puoi mettere dei siti di riferimento?

    grazie

  4. Andrea Turco

    Ciao Bilbo, ti lascio un paio di link interessanti sull’argomento, se segui le altre risorse citate puoi trovare davvero molto materiale!

    http://tinyurl.com/5no3cy

    http://tinyurl.com/yr5u2a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *