Cimec
Home » Roberto Muzi

Articoli di Roberto Muzi

Roberto Muzi
Docente, degustatore e consulente di settore. Classe 1980, appassionato di fermentazioni e di tutto ciò che riguardo quello straordinario micromondo abitato da lieviti e batteri, è responsabile regionale per la Guida alle birre d’Italia di Slow Food Editore e giurato in alcuni concorsi nazionali. Ama leggere e bere birra mentre segue il calcio: una semplice scusa, sciocca e inossidabile, per foraggiare il consumo pro-capite italiano.

Birra e formaggi: gli abbinamenti con i Presidi Slow Food a latte di pecora

Le pecore sono degli animali simpatici, mansueti, adattabili e con molteplici attitudini produttive, come quelle legate alla carne, alla lana e al latte. È proprio della trasformazione di quest’ultimo che ci occupiamo in questa seconda puntata dedicata agli abbinamenti regionali con i formaggi Presidio Slow Food, dopo aver approfondito quelli con latte vaccino. Il connubio tra birra e formaggi è …

Vai all'articolo »

Birra e formaggi: gli abbinamenti con i Presidi Slow Food a latte di vacca

Formaggi e birre, un matrimonio indissolubile, un argomento familiare, ma del quale mai riusciamo a essere davvero stanchi, poiché sempre foriero di sorprese e piaceri. Abbiamo deciso di prenderlo da un verso “particolare”, cioè iniziando un breve percorso dedicato ai formaggi dei Presidi Slow Food italiani (se non sapete cosa sono i Presidi, date un’occhiata al sito di Slow Food), …

Vai all'articolo »

Sua maestà la mozzarella: 5 proposte per abbinarla alla birra

Cosa sarebbe la cucina italiana senza mozzarella? Al solo pensiero, facciamo calare un minuto di rispettoso silenzio. Dovremmo infatti, innanzitutto, immaginare un mondo senza pizza o, quanto meno, senza la pizza come la conosciamo. E poi tutti quei piatti in cui la presenza del bianco latticino è una pennellata d’autore, un tocco quasi impercettibile eppure essenziale per la riuscita del …

Vai all'articolo »

Abbinamenti per l’estate: 5 insalate da accompagnare con la birra

Elemento centrale delle diete, pietanza rinfrescante, salvezza del pasto quando solo a guardare i fornelli si comincia a sudare, l’insalata è la vera protagonista della stagione calda, con i suoi colori e le generose possibilità di assemblaggio. Oggi, pronunciando la parola “insalata”, viene in mente l’immagine di un contorno di foglie verdi condite, addirittura con un suo rituale, ma in …

Vai all'articolo »

Segreti ed emozioni delle birre vintage: intervista a Gianluca Polini (Ottavonano)

Cristallizzare la vita, non permetterle di sfaldarsi, battere il tempo: sono alcune sfumature di una delle grandi utopie del genere umano. Ecco perché più convincente e proficuo è, da sempre, “usarlo”, farselo amico, accettare che scorra, che porti cambiamenti, evoluzioni, decadimenti. Nel caso delle bevande alcoliche, birre comprese, la capacità di affrontare il tempo rimane una sfida affascinante, su cui …

Vai all'articolo »

La Geuze, o delle virtù del Lambic

Una delle tante meraviglie del Lambic, forse la più sorprendente, è di possedere due attitudini: è una tipologia di birra definita, ma può dare vita anche ad altri stili; basta a se stesso, ma è in grado di rigenerarsi mescolandosi. Infatti, l’unione di più Lambic, frutto di un fine lavoro artigiano e quasi artistico, genera la Geuze (o Gueuze, il …

Vai all'articolo »

Il Lambic, o delle virtù dell’acidità

Dobbiamo ammetterlo. Di fronte a questa tipologia di birre i commenti e gli aggettivi sono sempre i più disparati e contraddittori. Perché il Lambic divide, estasia o schifa, generando confusione nei neofiti: ostico, affascinante, ardito, complesso, ricco, “ma è aceto?”, “lasciatemi la bottiglia, è fantastico!”, “ma chi c…o se la beve ‘sta roba?!”. Quest’ultima colorita affermazione, accompagnata da faccia sbigottita …

Vai all'articolo »

Abbinamenti da quarantena: esaurire le riserve domestiche di birra con classe

Oramai ne abbiamo preso piena consapevolezza: la nostra socialità alcolica non sarà più la stessa per qualche mese. Questa asserzione, oltre a provocarci una nuova ruga sulla fronte, ci ha instillato una tristezza alla quale, dopo i primi giorni di comprensibile confusione e di sconforto, abbiamo dovuto necessariamente trovare soluzioni. Una di queste è partecipare ai numerosi, benedetti progetti di …

Vai all'articolo »

I piatti tipici di Ancona: come abbinarli alla birra artigianale delle Marche

Sebbene la loro attrattiva stia fortunatamente migliorando, fino a oggi le Marche sono state (a torto) una delle regioni meno considerate d’Italia: caratterizzata, come dice il nome stesso, da una pluralità di aree geografiche e culturali diverse e difficilmente sovrapponibili – si pensi a immaginari tragitti da Pesaro ad Ascoli, o dal Conero al Monte Sibilla, o da Urbino a …

Vai all'articolo »

Piatti tipici di Trento e birre artigianali locali: ecco come abbinarli insieme

Attraversata dall’Adige, fiume essenziale e drammatico, con una nobile storia antica e una più recente movimentata da questioni di confine e identità linguistico culturali, Trento appare una città amena, che mostra bei palazzi, vecchie torri e affascinanti angoli da cui osservarla e si proietta in maniera convincente verso il futuro. Grande importanza nell’economia e nel tessuto sociale cittadino ce l’hanno, …

Vai all'articolo »