Cimec

Danni per i birrifici Mostodolce e Badalà a causa della tempesta Ciaran

Una parte considerevole dell’Italia sta subendo gravi danni a causa del maltempo. In particolare era almeno da mezzo secolo che in Toscana non pioveva con l’intensità di questi giorni, dove il temporale autorigenerante causato dal passaggio della tempesta Ciaran ha provocato la caduta di oltre 190 mm di pioggia in tre ore. Dopo lo stato di emergenza regionale, il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera anche allo stato di emergenza nazionale, per portare aiuto alla popolazione e alle aziende colpite dall’evento calamitoso.

Anche alcuni birrifici toscani sono rimasti coinvolti dagli effetti del maltempo. Le intense raffiche di vento e le copiose piogge hanno danneggiato gli impianti di coltivazione del luppolo dei produttori agricoli tra il pisano e il fiorentino. Ma il birrificio più colpito, ad oggi, rimane Mostodolce di Prato, che poche ore fa ha pubblicato su Facebook un enigmatico post, senza commenti, ma con foto più che eloquenti, che testimoniamo le attuali condizioni in cui versa il laboratorio produttivo.

Nelle immagini si vedono i danni causati dal maltempo, con l’ingresso del birrificio invaso dai detriti e dal fango. In una delle foto si vede la situazione nella fase più intensa delle piogge, con i locali che ospitano la sala cottura e i serbatoi di fermentazione completamente invasi da almeno mezzo metro d’acqua. Una situazione che potrebbe aver danneggiato l’attrezzatura e i prodotti, e che probabilmente costringerà il birrificio a interrompere temporaneamente la produzione. Una situazione drammatica, che ha portato la comunità toscana di appassionati e produttori a stringersi attorno ai ragazzi di Mostodolce. Fatto testimoniato dalla grande solidarietà raccolta dal post, che in meno di tre ore ha superato le 250 reazioni, contando decine di commenti di sostegno e stima.

Una sorte simile anche per il Birrificio Badalà (pagina Facebook) di Montemurlo, che sembra, tuttavia, aver subito danni minori. Lo staff ha condiviso sui social alcune foto che mostrano il birraio al lavoro, impegnato nel ripristino degli spazi produttivi allagati e invasi dal fango. Nonostante l’evento sfortunato, il morale sembra alto, e c’è anche un frigo ben rifornito di ottime birre per coloro che desiderano dare una mano in questo momento di difficoltà.

Come redazione, siamo vicini agli amici di Mostodolce e Badalà, e a tutti gli altri produttori colpiti dalla tempesta Ciaran. Esprimiamo tutto il nostro sostegno e affetto in questo momento difficile, auspicando una pronta ripresa delle attività.

L'autore: Davide Cappannari

Classe ‘76, nella vita si occupa di comunicazione nel senso più ampio del termine. Nasce professionalmente come IT manager e web specialist, negli ultimi anni si è specializzato nel settore dell’informazione diventando giornalista pubblicista e social media manager. È inoltre il fondatore e curatore del blog specialistico “La Toscana della Birra”.

Leggi anche

James Watt lascia il ruolo di CEO: per Brewdog si apre una nuova era?

La notizia che negli ultimi giorni sta tenendo banco nel settore birrario internazionale riguarda le …

In Uganda rischia di scomparire il Tonto, l’antica birra prodotta con banane e sorgo

Una delle sfide più importanti che stanno affrontando diverse nazioni africane è lo sviluppo di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *