Craft Beer Evolution
Home » Viaggi » Viaggi birrari: le mie 5 destinazioni preferite

Viaggi birrari: le mie 5 destinazioni preferite

beer-trip

Siamo a luglio inoltrato, quasi tutti avranno già ampiamente programmato le proprie vacanze estive, che per molti di voi probabilmente coincideranno con qualche viaggio tra le meraviglie birrarie d’Europa. Per questo motivo credo che possa cadere a fagiolo il post di oggi, che presenta una mia personalissima classifica delle migliori mete birrarie del continente. Ho cercato di trovare destinazioni importanti non solo per la birra, ma anche per le loro attrazioni turistiche, pensando a itinerari di circa 10 giorni. Ecco le mie preferenze…

1) Belgio

Il monastero di Orval
Il monastero di Orval

Se il Belgio è definito il paradiso delle birre ci sarà un motivo ed è difficile non assegnargli la palma di miglior destinazione birraria. Il motivo? Beh, ce ne sono a bizzeffe. Sul piano prettamente brassicolo il paese offre un’infinità di possibilità per tutti gli appassionati, spaziando da monasteri trappisti a tradizionali birrerie, da ottimi ristoranti alla birra a specialità uniche al mondo. Da un punto di vista turistico e pratico, geograficamente è un paese piccolo, che si gira facilmente e che si può raggiungere con relativa comodità dall’Italia.

E’ in grado di alternare bellissime città d’arte ad affascinanti paesaggi rurali. La quantità di tappe birrarie da visitare è incredibile: come non citare ad esempio Cantillon e tutto il Pajottenland, patria del Lambic, o i monasteri trappisti, come quelli di Westvleteren e Orval, o ancora i locali dall’atmosfera unica e dalla carta delle birre spaziale (Bier Circus a Bruxelles, Kulminator ad Anversa, Brugs Beertje a Bruges). E ancora i tantissimi birrifici che si incontrano con frequenza disarmante, tra cui alcuni produttori considerati tra i migliori al mondo. Sarà un caso che il Belgio è uno dei primi viaggi birrari di ogni appassionato?

2) Praga e la Repubblica Ceca

Una spettacolare vista di Praga
Una spettacolare vista di Praga

Qui entriamo in una destinazione decisamente turistica, ma che secondo me merita comunque la medaglia d’argento. Praga è una città che mi ha letteralmente conquistato, bellissima, con le sue architetture gotiche e monumenti famosi in tutto il mondo. Il costo della vita è ormai paragonabile a quello dell’occidente europeo, ma la birra fortunatamente rimane ancora al di sotto dei prezzi ai quali siamo abituati. Nella Capitale di quella che è considerata la patria storica delle Pils, le mete per gli appassionati sono tantissime, molte delle quali situate lungo gli itinerari turistici più battuti. I produttori sono diversi, con caratteristiche proprie: lo sperimentale (per il contesto) U Medvidiku, il moderno Pivovarsky Dum, il turistico U Fleku o la periferica Richter Brewery.

Le birrerie della città si dividono tra tradizionali e moderne e in entrambe le tipologie si respira un’atmosfera unica: le prime resistono come ultimi bastioni di costumi birrari ormai in declino, le seconde sono frequentate da tanti giovani e sono lo specchio del fermento sociale che caratterizza Praga. Tra i locali classici è impossibile non citare l’U Zlateho Tygra e l’U Cerneho Vola, tra quelli moderni il punto di riferimento è il Pivovarsky Klub, dedicato alle specialità regionali ceche. Fuori da Praga le mete birrarie sono tantissime, non basterebbe una settimana di post per citarle tutte.

3) La Baviera

Bamberga
Bamberga

La storica regione tedesca è sicuramente la meta birraria europea più facilmente raggiungibile dall’Italia e un’ottima destinazione per un viaggio a tema. Dal punto di vista turistico vanta tante attrazioni, come castelli e città d’arte. Si gira facilmente ed è piacevole perdersi tra paesaggi ricchi di foreste, montagne, laghi e pascoli, magari intervallando gli spostamenti con una sosta in qualche microbirrificio locale. Anche in Baviera alcuni tra i produttori più pregiati sono collegati a strutture religiose: come allora non citare il monastero di Andechs, meta di turisti ma soprattutto locals, o quello meno conosciuto di Irsee. Qui come altrove è fantastico sorseggiare la propria birra in uno dei classici biergarten.

Menzione a parte merita Bamberga, nell’Alta Franconia, considerata patrimonio dell’umanità per l’UNESCO e patrimonio della birra per gli appassionati. In questa splendida città, capace di ammaliare per ricchezza di monumenti e per bellezza delle architetture, sorgono alcuni tra i migliori produttori del paese. La città è la patria dell’antico stile Rauchbier, la caratteristica birra affumicata, e resistono un paio di produttori anche oggi, in particolare Schlenkerla e Spezial. Ma meritano una visita anche gli altri birrifici, come il Klosterbrau o la Mahr’s.

4) Londra e l’Inghilterra

Londra
Londra

Torniamo a una meta prettamente turistica, ma che non può non essere citata, fosse solo perché la patria dei pub. Inutile spendere inutili parole sulla bellezza e la ricchezza di Londra, forse unica vera metropoli europea, capace di affascinare il visitatore con i suoi monumenti e il suo stile di vita moderno. I locali da visitare sono tanti, ma il consiglio è di puntare su quelli meno turistici e più attenti ai prodotti proposti alla spina, dove non sarà difficile trovare un’autentica Real Ale. E’ in posti come il White Horse (per citare un pub su tutti) che è possibile non solo bere birre eccezionali, ma anche assaporare l’atmosfera autentica di questa parte dei costumi di vita inglese.

Visto che stiamo parlando di vacanze estive, è d’obbligo ricordare che in agosto Londra ospita il Great British Beer Festival, la più grade rassegna europea di birre artigianali, con prodotti provenienti da tutto il mondo e un numero incredibile di birrifici britannici. Se avete poi la fortuna di spostarvi autonomamente, potrete lasciare la Capitale per perdervi tra le strette stradine che caratterizzano la campagna inglese, dove magari fare una sosta in uno dei tanti caratteristici pub segnalati dalla Good Beer Guide del Camra.

5) Italia

Sono troppo nazionalista? Non è solo per la mancanza di altre fondamentali mete europee nel mio personale patrimonio birrario che cito il nostro paese. L’Italia infatti può essere considerata una valida alternativa a una vacanza all’estero, poiché da una parte vanta la ricchezza culturale che tutti conosciamo, dall’altro rappresenta uno dei movimenti emergenti del panorama brassicolo europeo. Allora perché non pensare anche a un tour tra i birrifici della penisola, intervellato magari da soste ad alcuni tra i migliori locali del continente?

Un giro del genere dovrebbe concentrarsi soprattutto nel nord Italia, dove i birrifici sono presenti con maggiore capillarità che altrove. Scendendo verso sud ci si può spingere fino a Roma, dove, oltre a visitare una delle più belle città al mondo, è possibile trovare un’offerta birraria unica in Italia, grazie all’ottimo lavoro portato avanti da tanti locali.

Questa è la mia personale classifica, aspetto la vostra, ovviamente con qualche consiglio su nuove tappe birrarie 🙂 .

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

cop-IMG_9755

L’altra Spagna birraria: un viaggio tra Paesi Baschi, Cantabria, Asturie e Galizia

La Spagna è il paese europeo che tra il 2008 e il 2016 ha registrato ...

cop DSC_0587

Craft Beer in Japan: scoperte dal Far East

Il nostro viaggio birrario in Giappone incomincia ad Osaka, minuta cittadina con 2,7 milioni di ...

24 Commenti

  1. Ciao, farò un viaggio in Belgio ad agosto, sai se c’è qualche festa della birra particolare o qualche locale assolutamente da vedere? 🙂 Grazie!

  2. Per le feste della birra non mi viene in mente niente, mi rimetto agli altri utenti. Per i locali ce ne sono un’infinità! Oltre a quelli che ho citato dai un’occhiata ai vecchi post su it.hobby.birra o ai siti specializzati, tipo http://www.bertinotti.org

  3. Aò, quest’anno me sa che faccio Bingo…Tutte e 5 in venti giorni, ovviamente in macchina. ho molte dritte per Sheffield e Manchester da Gazza Prescott, poi vi farò sapere!
    Qualcuno sarà in giro da quelle parti dal 27 luglio a ferragosto?

  4. io non digitero’ neanche se mi pagano quel nome…

  5. @Squeeze dai un’occhiata anche qui…agosto sembra essere un mese pieno…
    http://www.zythos.be/agenda/index.shtml

  6. ragazzi vi amo :DDDDD vado là proprio dal 4 al 12 😀

  7. Ciao a tutti

    contribuisco anche io ai suggerimenti per i viaggi birrai con particolare riferimento al Belgio dove sono andato per la prima volta nel ponte del 2 giugno

    In questo post una serie di indicazioni pratiche e impressioni

    http://mysobry.org/wordpress/?p=715

    Un suggerimento su tutti: la brasserie a vapeur di pipax e se ci passate l’ultimo sabato del mese cotta pubblica…esperienza unica

    Davide

  8. oooppss dimenticato link Brasserie a Vapeur

    http://www.vapeur.com/vap0E.html

    D.

  9. Ciao, io aggiungerei anche la verde Irlanda.
    Un giro a Temple Bar è praticamente obbligatorio. Poi ci sono anche alcuni birrifici interessanti:
    – PorterHouse (dublino)
    – Messrs. Maguire (Dublino)
    – The Franciscan Well brewery-brewpub (Cork)
    … e altri che al momento non ricordo
    Poi anche un giretto al Gravity Bar dopo aver visitato il “museo” della Guinness.

  10. Salve Ragazzi, non vi dimenticate di noi, la Puglia, con le sue meraviglie, il mare, il sole e la Birra artigianale, dal 7 al 10 Agosto organizziamo a Triggianello (BA) una bella festa con tre birrifici, Birranova, B94 e Svevo, inoltre dal 1 al 4 Agosto a Maglie (LE) il Mercatino del Gusto di Slow Food, con tutti i birrifici Pugliesi.
    Vi aspettiamo.

  11. Io sarò in giro per il Belgio dal 12 al 22 agosto, ho già prenotato Achouffe, Rulles, Blaugies, Dupont, 3 Forquettes… se avete consigli su birrifici da visitare, dite pure!

  12. E’ che Achouffe da Bruxelles sono 160 km, non avendo la macchina là è un casino.

  13. @hindoo
    molto vicino a Blaugies merita anche Abbaye des Rocs

    http://www.abbaye-des-rocs.com/page%20en%20italien.htm
    molto ospitali e buone birre tra cui una blanche da olre 6 gradi molto particolare

    e non lontano da Achouffe assolutamente Fantome
    http://www.fantome.be/
    la miglior saison mai bevuta (alla spina)

    Davide

  14. conosco già le birre, avevo dimenticato di contattarli, grazie arzaman! 😉

  15. In cekia ti posso consigliare la città di Cesky Krumlov. Una bellissima cittadina con una birra che a me piace molto : la Eggenberg !

  16. @ciaba
    E’ vero, l’ho mancata per pochissimo ma è da visitare!

  17. Io sono per la Scozia con mete insulari (Skye, Orcadi e poi Islay per disintossicarsi)

  18. Sono pienamente d’accordo con le tue prime quattro destinazioni, ma per carità lasciamo stare l’Italia. Siamo troppo indietro e ignoranti, ce ne vorranno di decenni. Però almeno abbiamo iniziato.
    Al posto dell’Italia inserirei gli U.S.A. dove le scuole tedesche, belghe e britanniche si sono inserite fin dall’arrivo dei primi coloni e dove alcuni stili, oggi, sono rinati.
    Prosit!!! (io sono di questa scuola)
    Pelo

  19. @Pelo
    Sicuramente avrei inserito gli USA… se solo ci fossi stato. La classifica infatti è puramente soggettiva e basata sulle esperienze che ho fatto personalmente, tra le quali purtroppo manca proprio il Nord America!

  20. Ciao a tutti

    prossima settimana farò il mio 1^ viaggio birraio in belgio. qualcuno a qualche consiglio da darmi?

    grazie

  21. @piero
    Il Belgio ha un’infinità di mete imperdibili, rissumerle tutte sarebbe impossibile. Hai già un programma di massima sulle città da vedere?
    Tra i locali imperdibili comunque cito Bier Circus e Moeder Lambic a Bruxelles (più birrificio Cantillon), Kulminator ad Anversa e Brugs Biertje a Bruges. Però dicci tu che itinerario avevi in mente…

  22. l’itineraio che ho in mente di fare:
    partenza giovedi sera in macchina da biella ore 21,00 x essere venerdi mattina nella zona di bruges, nel tardo pomeriggio spostarmi in hotel a bruxelles vicino alla grand place x ricaricare un po le pile. in serata in un locale, sabato mattina visita al museo della birra e/o beer mania. tardopomeriggio trasferimento ad amsterdam………. domenica pomeriggio sulla via del ritorno visita ad una delle birre trappiste la sera non so dove pernottare lunedi mattina rientro a biella.
    forse èun programma esagerato cosa ne dite ? si accettano consigli….
    Siamo 8 partecipanti

    grazie

  23. @piero
    Come programma è denso ma non eccessivamente impegnativo… Penso che le tue tappe sono sufficientemente coperte dai consigli presenti in questa pagina. A Bruxelles non rinuncerei a una visita pomeridiana a Cantillon… per quanto riguarda i trappisti, dipende anche dall’itinerario, forse dato che sei sulla via del ritorno il migliore è Orval… pronto ad essere smentito dagli altri.
    Se ti servono altri suggerimenti più specifici, scrivi pure

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *