Craft Beer Evolution
Home » Eventi » Svelati i risultati del Campionato Italiano delle Birre Artigianali

Svelati i risultati del Campionato Italiano delle Birre Artigianali

degustatori_birra

Insolito post del sabato, che mi trovo a scrivere per riportare i risultati del Campionato Italiano delle Birre Artigianali. Si tratta del concorso nazionale organizzato dall’Associazione Degustatori Birra, i cui esiti sono stati svelati durante l’Italia Beer Festival in corso in questi giorni a Milano. La giuria che ha valutato le birre era composta da Flavio Boero, Paolo Polli, Andrea Reina, Alessandra Agrestini, Alessandro Coggi, Stefano Cossi, Ivano Epis, Giada Maria Simioni, Derek Walsh. Ma passiamo ai vincitori…

Primi posti assoluti (non ho capito se in ordine di arrivo o tutti allo stesso livello): Winterlude – Birrificio del Ducato, Parma; Magut – Birrificio Lambrate, Milano; Sunflowers – Birrificio Valcavallina, Endine Gaiano.

Classifiche di categoria:

Blanche-weizen-farro-wizen dunkel-wizen bock:
Vudu – Birrificio Italiano (weizen dunkel)
Ambrosia – Birrificio Toccalmatto (blanche)
Manerba weizen – Birrificio Manerba (weizen)

Koelsh
Rodersh – Birrificio Bidu (koelsh)
Golconda – Birrificio Endorama (koelsh)
Forum Gallorum – Birrificio Emiliano (koelsh)

Pils
Magut – Birrificio Lambrate (pils)
Tipopils – Birrificio Italiano (pils)
Grigna – Birrificio Lariano (pils)

Blond e golden ale
Sunflowers – Birrificio Valcavallina (golden ale)
Blond Extraomnes – Birrificio Extraomnes (blond)
Ortiga – Birrificio Lambrate (golden ale)

Saison
Sibilla – Birrificio Toccalmatto (saison)
Temporis – Birrificio Croce di Malto (saison)
New Morning – Birrificio del Ducato (saison)

Bock-doppel bock-rauch-munchener-marzen-dunkel-vienna
Porpora – Birrificio Lambrate (bock)
Falesia – Birrificio Lariano (bock)
Ambershock – Birrificio Italiano (doppelbock)

Belgian ale-belgian strong ale – dubbel -tripel -belgian dark strong ale – barley wine
Winterlude – Birrificio del ducato (belgian strong ale)
Triplexxx – Birrificio Croce di Malto (tripel)
BB10 – Birrificio Barley (barley wine)

Erbe-spezie-miele-castagne-frutta-acide
Robinia – Birrificio san Paolo (miele)
Strada San Felice – Birrificio Grado Plato (castagne)
Zingibeer – Birrificio Doppio Malto (spezie)

Schwartz-porter-stout-imperial stout-milk stout-sweet stout-coffee stout-smoked stout
Confine – Birrificio Bidu (stout)
Pecora Nera – Birrificio Geco (milk stout)
Imperial Ghisa – Birrificio Lambrate (imperial stout)

Pale ale-ipa-dark ipa -apa-bitter-double ipa-mild- altbier
B Space Invaders – Birrificio Toccalmatto (dark ipa)
Backdoor Bitter – Birrificio Orso Verde (strong bitter)
IPE’ Hartvest – Birrificio San Paolo (apa)

L'autore: Andrea Turco

Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È tra i creatori del festival Fermentazioni e organizzatore della Settimana della Birra Artigianale. Nel tempo libero beve.

Leggi anche

vallescura

Ancora eventi a inizio dicembre: Vallescura Open Day, Christmas Beer Festival e altri

Con l’avvicinarsi delle festività il rush finale degli eventi birrari è ormai ufficialmente cominciato e ...

15-anni-macche

Eventi birrari per inizio dicembre: 15 anni Macche, Fresh Hop Festival e altri

Il calo di eventi birrari registrato con l’inizio dell’autunno registrerà una brusca inversione di tendenza ...

30 Commenti

  1. Che senso ha mettere nella stessa classifica una belgian ale con un barleywine?
    e una cascadian dark ale con una alt?? Blanche e weiss?

    • …già, considerando oltre tutto che la BB10 è (di base) una Imperial Stout, non certo un Barley Wine!

      • Ciao Nicola, sarà di base un imperial stout ma le sue caratteristiche non ha nè il colore nè i profumi nè i sapori di una imperial, quindi l’abbiamo messa nella categoria per noi giusta.
        p.s. anche perchè se l’avessimo messa nelle imperial stout i degustatori l’avrebbo penalizzata.

        • Ciao Paolo,

          mi spiace, ma hai preso una grossa cantonata su tutto ciò che concerne gli aromi e i sapori della BB10.E’ vero che la sapa di Cannoanu la caratterizza anche verso una certa vinosità(tipica di quel vitigno), ma ciò non esclude la connotazione di base aderente allo stile conferitagli dalla ricetta di malti.
          Insomma, da qui a metterla tra i barley wine ce ne passa!!!
          Sicuro che non volevi scrivere BB Evò, anzichè BB10 ? 😉
          In quel caso sarei stato d’accordo con te

  2. Concordo in parte con Anon qui sopra, ma sarei soprattutto interessato a conoscere i partecipanti al concorso

  3. Ma guarda che strano, chi era contrario a Birra dell’anno ora si ritrova in classifica. Sarebbe utile l’elenco dei partecipanti.

  4. wwwwwwwwwwwwwww!! BIDU-LAMBRATE abbiamo fatto il pieno!!!!!

  5. referenze degne di classifica, mi ci ritrovo abbastanza, però è vero, categorie un po’ strane.

  6. Beh che dire le birre premiate sono davvero una meglio dell’altra!
    Concordo sulla confusione delle categorie, stesso discorso per birra dell’anno.

  7. Le categorie non sono mai state il forte dell’evento, considerate che l’Imperial Ghisa l’anno scorso era nella categoria delle Rauchbier…..

  8. bergamo C’E’

  9. Paolo gli “esaminati” nelle varie categorie verranno pubblicati sul sito ADB?
    P.S
    Hai già i dati sulle presenze a questo IBF? A giudicare dalla quantità inusitata di gente che c’era sabato immagino sia stato fra i migliori di sempre

  10. @daniele
    Paolo gli “esaminati” nelle varie categorie verranno pubblicati sul sito ADB?
    —————————————————————————

    Le metteremo sul sito
    http://www.degustatoribirra.it

  11. tempo fa’ in un post di cronache birra dissi…la magut al momento come pils non ha rivali in italia…e diffatti….bravo fabioooooooooo!!

  12. Sinceramente se fosse come dici vuol dire che tutti i giudici non hanno capito niente ! Anche perche nel nostro campionato viene dichiarato lo stile prima di degustare. Se vuoi ti mando le schede con le osservazioni. P.s. La birra e arrivata terza quindi e chiaro che e stata ritenuta nello stile.

    • Paolo, così ti dai la zappa sui piedi!
      Non so se hai visto cosa c’è davanti alla BB10: 2 tripel!!!
      Hai ragione…a questo punto fare differenza tra barley wine e imperial stout non ha senso 🙂

      • Non hai letto come erano divisi i gruppi! nel tuo gruppo c’erano anche le tripel.

        questo è il gruppo:
        Belgian ale-belgian strong ale – dubbel -tripel -belgian dark strong ale – barley wine
        Winterlude – Birrificio del ducato (belgian strong ale)
        Triplexxx – Birrificio Croce di Malto (tripel)
        BB10 – Birrificio Barley (barley wine)

        • Certo che ho letto la suddivisione (assurda!!!) dei gruppi.
          La mia era ovviamente una battuta.
          Paolo, anzichè ammettere che hai fatto una boiata con ‘ste suddivisioni, almeno non far finta di non aver capito ciò che ti ho scritto.
          Continui a vedere solo la pagliuzza….occhio al travone bello grosso!!! 😉

          • @Nicola Perra
            Certo che ho letto la suddivisione (assurda!!!) dei gruppi.
            La mia era ovviamente una battuta.
            ——————-
            Paolo Polli

            Che fosse una battuta non ci credo, secondo me non sapevi il regolamento.
            —————-
            @Nicola Perra
            Paolo, anzichè ammettere che hai fatto una boiata con ‘ste suddivisioni, almeno non far finta di non aver capito ciò che ti ho scritto.
            ——————-
            Paolo Polli
            Secondo noi le suddivisioni vanno bene!se poi a te non piacciono pazienza
            —————-
            @Nicola Perra
            Continui a vedere solo la pagliuzza….occhio al travone bello grosso!!!

            ——————
            Paolo Polli
            Se mi traduci questa frase ti risponderò.

      • o tra smoked stout e rauchbier…. 😉

      • Penso che molta della confusione derivi dal fatto che si pensa a queste categorie come quelle di birra dell’anno dove, legittimamente, non si dichiara lo stile. La cosa per CIBA e’ ben diversa, se non e’ chiaro leggendo il regolamento speriamo di sistemarlo in modo che sia più evidente (anche se non e’ mai cambiato il metodo).
        Come sottolineato piu’ volte non ci sono categorie “finite” ma ad ogni birra e’ associato un suo stile di riferimento. Teoricamente potrebbero esserci 50, 100 categoria ma siccome alcuni stili sono poco coperti o in alcuni casi non riteniamo le birre in lizza nello stile X in grado di vincere, facciamo dei raggruppamenti di stili per avere un numero minimo di birre in lizza. Per questo motivo potete vedere che ora le Pils o le Saison sono da sole, in passato si accorpavano con altre. E’ chiaro che organoletticamente la Tripel non e’ una Dubbel, e infatti la Tripel partecipa come tale e la Dubbel pure. Diverso discorso poi come vengono raggruppati i risultati per i premi che possono piacere o meno ma per noi hanno un senso (es a chi chiede cosa ci fa una blanche con una weizen possiamo dire che in entrambe c’e’ il frumento).
        L’elenco degli stili per ogni categoria non e’ esaustivo ed e’ di sintesi altrimenti dovremmo scrivere 10 righe solo per la categoria. La Ghisa e’ stata valutata come smoked stout, cosi’ come l’anno scorso, nessuno ha mai detto che e’ una rauch (anche se su ratebeer e’ classificata come “smoked” generica e potrebbe trarre in inganno).
        Speriamo in futuro di poter avere piu’ categorie, significa che la qualita’ e’ aumentata e che ognuno puo’ essere valutato nel suo stile di riferimento. In ogni caso vedendo lo stile uno puo’ sempre dire con orgoglio che la sua era la migliore di quello stile, anche se non e’ arrivata prima nel raggruppamento.
        Categoria a parte, ci fa piacere che alcuni abbiano confermato che le birre premiate siano effettivamente di qualità alta.

        • Come ogni anno accampate sempre le stesse scuse, stando a quello che dici nella categoria di blanche e weisse potrebbero entrare pure i lambic (tralasciando il fatto che lambic veri e propri in italia non si producono) visto che anche questi ultimi contengono frumento, la questione delle categorie non è di lana caprina visto che sulla base di esse si struttura il concorso e si assegnano i premi. Se le cose per voi vanno bene così che dire, contenti voi contenti tutti, ma da un’associazione che si propone di diffondere cultura birraia ci si può e si deve pretendere di più.

  13. GuardingoRimango

    Sinceramente non capisco tutto sto baillame.. ogni birra viene valutata per lo stile (dichiarato dal birraio oppure definito dall’associazione, se l’etichetta non riporta alcunché) e non per la categoria in cui la birra viene fatta rientrare solamente nella fase finale, per l’assegnazione dei premi di categoria (e non per il premio assoluto). Se penso che ad esempio in altri concorsi ci sono delle birre che vengono penalizzate proprio perché il birraio le colloca in una categoria sbagliata.. direi che qui tale problema non sussiste, o perlomeno mi sembra che considerando ogni birra a sé si cerchi proprio di evitare problemi del genere.
    Non voglio fare paragoni, sia chiaro, sennò poi riparte la polemica sul concorso perfetto (che sinceramente non credo esista.. troppe variabili da tenere in conto). Credo però che il trattamento del CIBA sia coerente, anche perché nelle valutazioni singole si tiene anche presente che gli italiani sono “creativi” nella loro interpretazione di uno stile, così come accade in altri concorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *