Annunci

Birrificio vende impianto di maltazione da 500 kg di orzo per ciclo

Vendesi impianto di maltazione Braumaster Power-Malz del 2015 da...

Manifattura Birre Bologna è alla ricerca di un birraio con contratto full time

Manifattura Birre Bologna è alla ricerca di una figura...

Vendesi impianto di produzione completo e attrezzature

Birrificio in provincia di Milano vende intero impianto di...

La rivincita di Crak e tutti i risultati di Birra dell’anno 2023

Come forse saprete, nella giornata di ieri sono stati proclamati i risultati di Birra dell’anno, il più importante concorso birrario italiano organizzato da Unionbirrai. Il riconoscimento principale è andato al birrificio Crak, che ha conquistato il premio “generale” di Birrificio dell’anno superando gli oltre 300 produttori iscritti al contest. Ci è riuscito grazie al punteggio calcolato sulla base delle medaglie ottenute dalle singole birre: una specie di medagliere finale che serve per assegnare il titolo più prestigioso. Per il birrificio veneto si tratta del secondo trionfo dopo quello del 2018, che arrivò solo qualche anno dopo il debutto del marchio sul mercato. Da allora Crak ne ha fatta di strada e nel frattempo ha compiuto delle scelte commerciali fuori dal coro, che a fronte di vantaggi innegabili hanno provocato una certa freddezza da parte dell’ambiente della birra artigianale. La vittoria di ieri dunque può essere letta come una sorta di rivincita in un concorso in cui ha importanza solo ciò che è presente nel bicchiere, e nient’altro.

Crak si è aggiudicato il premio Birrificio dell’anno grazie alle tre medaglie d’oro (punteggio massimo previsto dal regolamento) ottenute da Giant Step nella categoria delle American IPA, Cantina Mansueto 2017 (occhio all’annata) nella categoria dei Barley Wine e Cantina Mansueto Riserva Whisky Barrel Aged 2019 nella categoria delle birre affumicate o torbate. Ad esse poi va aggiunto anche l’argento della Cantina Mansueto 2021, sempre nella categoria dei Barley Wine. Dai risultati emergono subito due aspetti. Il primo è che quest’anno – per pura coincidenza – non ci sono stati ex aequo, né la necessità di ricorrere a complicati calcoli. Era da qualche edizione che a Birra dell’anno non bastava semplicemente conquistare il punteggio più alto possibile (tre ori) per decretare il vincitore assoluto. Il secondo aspetto è il ripetersi della Mansueto tra le birre premiate: tre medaglie su quattro di Crak sono arrivate grazie ad annate o variazioni della stessa birra. Tutto lecito ovviamente, ma per ovvie ragioni questo elemento solleva qualche riflessione sul meccanismo del concorso.

- Advertisement -

In mancanza di birrifici capaci di ottenere tre ori come Crak, la vittoria di quest’anno è stata accompagnata da scarsa suspense. In realtà alcuni birrifici si sono avvicinati molto al risultato del produttore veneto: Ritual Lab, campione uscente, si è fermato a due ori, un argento e un bronzo, così come Birra dell’Eremo che in più ha portato a casa anche tre menzioni d’onore. Due ori anche per MC-77 (le uniche medaglie del birrificio marchigiano, oltre ad altrettante menzioni), gli stessi di Birra Elvo, a cui però vanno aggiunti anche due bronzi. Insomma, Crak non ha avuto un vero sfidante fino alla fine: se anche uno degli argenti di Ritual Lab e Birra dell’Eremo – i birrifici che gli si sono avvicinati di più – si fossero tramutati in oro, a fare la differenza sarebbe stato comunque l’argento della Mansueto 2021. In effetti quest’anno i risultati di Birra dell’anno hanno mostrato una maggiore “diluzione”, senza veri e propri exploit e con diversi nomi che hanno portato a casa bottini discreti, ma quasi mai eccezionali.

Tali considerazioni naturalmente nulla tolgono al valore della vittoria di Crak, che anzi conferma il costante lavoro di qualità compiuto dal birrificio in questi anni. Il concorso di Unionbirrai restituisce dignità a un produttore che, dopo aver deciso a inizio 2020 di affrancarsi dalle solite dinamiche distributive, aveva perso i favori dell’ambiente. Ne è un esempio il concorso Birraio dell’anno – un’iniziativa il cui meccanismo comporta valutazioni basate sulla simpatia e su logiche di distribuzione, oltre che sulla qualità intrinseca delle birre – dove Crak manca nella Top 20 dall’edizione 2019, dopo averla raggiunta con costanza negli anni precedenti. Per fortuna a Birra dell’anno gli assaggi vengono compiuti alla cieca, dunque si valuta esclusivamente il contenuto del bicchiere, che poi è ciò che più conta per il consumatore finale. Un’osservazione che a sua volta non vuole sminuire i risultati del contest di Fermento Birra, ma è chiaro che i funzionamenti dei due concorsi sono molto diversi tra loro.

- Advertisement -

Per il resto i risultati di Birra dell’anno hanno lasciato spazio a poche sorprese e a molte conferme, con una scarsa continuità rispetto a quanto emerse nell’edizione 2022. Qui e lì compaiono nomi inaspettati o poco conosciuti – cosa accaduta raramente nel recente passato – ma alla fine i bottini più sostanziosi sono stati quelli di nomi piuttosto conosciuti. La Lombardia è stata di gran lunga la regione più premiata (35 riconoscimenti), seguita dal Piemonte (18) e dal Veneto (16). Buona la prestazione dei birrifici del Centro Italia, con Marche (10) e Lazio (9) sugli scudi, seguiti subito da Emilia-Romagna e Trentino-Alto Adige (8 ciascuno). Staccatissime le regioni del Meridione: le prime in questa speciale graduatoria sono Campania e Puglia, con due premi ciascuna. Chi si lamenta di quanto il Sud Italia sia poco rappresentato in altre iniziative, dovrebbe cominciare a riflettere su questi dati.

In sostanza i risultati di Birra dell’anno 2023 sono stati interessanti perché hanno permesso di raccontare la particolare storia del birrificio Crak, tuttavia hanno mostrato scarsa coerenza rispetto a quelli del 2022. I motivi possono essere diversi – dalla composizione della giuria all’aumento considerevole delle birre iscritte, da una fisiologica variabilità a un regolamento con alcuni punti oscuri – quindi sarà interessante capire cosa emergerà dalla prossima edizione del concorso, in programma tra dodici mesi. Intanto complimenti a Crak e a tutti i birrifici premiati.

Cat. 1 – Birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca e ceca (German e Bohemian Pilsner)
ORO: BIRRIFICIO LEUMANN – Smemorata
ARGENTO: AGRIBIRRIFICIO SGUARAUNDA – Biologica
BRONZO: BIRRIFICIO BABYLON – Babylon Pils

Cat. 2 – Birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, caratterizzate da evidente presenza di luppolo da aroma e da amaro, di ispirazione tedesca (Italian Pilsner)
ORO: SORALAMA’ – Slurp
ARGENTO: BIRRIFICIO LEGNONE – Testa di malto
BRONZO: BIRRIFICIO MEZZAVIA – Parini 56

Cat. 3 – Birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione europea (European Lager, Helles, Zwickl, Keller, Dortmunder Export)
ORO: MICROBIRRIFICIO OPPERBACCO – RustHell
ARGENTO: CITTAVECCHIA – ANTIKORPO BREWING – Grommet – antikorpo brewing
BRONZO: BIRRIFICIO ESTENSE – Atheste Hell
Menzione:
BIRRIFICIO RURALE – Kellerpils

Cat. 4 – Birre chiare ed ambrate, bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate da evidente presenza di luppolo da aroma e da amaro, di ispirazione americana (Hoppy Lager, Imperial Hoppy Lager)
ORO: 50&50 – Mr Crocodile
ARGENTO: VERTIGA – Alchemy
BRONZO: MICROBIRRIFICIO BIRRA ELVO – After the pils

Cat. 5 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione anglosassone (English Golden Ale, English Pale Ale)
ORO: BIRRIFICIO BASEI – Drinky
ARGENTO: FABBRICA DELLA BIRRA PERUGIA – Golden Ale
BRONZO: LUCKY BREWS – Apollo

Cat. 6 – Birre chiare e ambrate, fermentazione ibrida, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca o americana (Kolsch, Alt, California Common, Cream Ale)
ORO: EASTSIDE BREWING – Bear Away
ARGENTO: BIRRIFICIO ARTIGIANALE LA VILLANA – Frisco
BRONZO: MICROBIRRIFICIO BIRRA ELVO – Alterelvo
Menzione:
MC77 – Mahlzeit

Cat. 7 – Birre ambrate e scure, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca (Vienna, Marzen, Munich Dunkel, Schwarz, Dark Lager)
ORO: MICROBIRRIFICIO BIRRA ELVO – Marzen
ARGENTO: ANBRA – ANONIMA BRASSERIA AQUILANA – Diamond
BRONZO: CITTAVECCHIA – ANTIKORPO BREWING – Lucky shoes – cittavecchia
Menzione:
BEHA BREWING COMPANY – Gaudio

Cat. 8 – Birre chiare, ambrate e scure, bassa fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione tedesca (Bock, Doppelbock, Eisbock, Hellerbock, Maibock, Strong Lager)
ORO: DOPPIO MALTO – Magnus
ARGENTO: BIRRA GAIA – Giargiana
BRONZO: BIRRIFICIO RENAZZESE – Sylvie
Menzione:
BIRRIFICIO LAMBRATE – Lambrate

Cat. 9 – Birre ambrate, alta fermentazione, basso e medio grado alcolico, di ispirazione britannica (Mild, British Bitter, Extra Special Bitter, Irish Red Ale, British Brown Ale)
ORO: RENTON – Bombay
ARGENTO: BIRRIFICIO ACME – Quadrofenia
BRONZO: BIRRIFICIO LEUMANN – Rubino

Cat. 10 – Birre chiare, bassa fermentazione, basso/medio grado alcolico, luppolate (India Pale Lager)
ORO: HAMMER – Modriki
ARGENTO: BIRRA DEL BOSCO – Karmaleon
BRONZO: EVOQE BREWING – Do not disturb

Cat. 11 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, basso/medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione anglosassone (English IPA)
ORO: BIRRIFICIO TORRE MOZZA – Ipamena
ARGENTO: OFELIA – Amitabh
BRONZO: GENAGRICOLA 1851 SPA – Birra 1851 IPA

Cat. 12 – Birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (Session APA, Session AIPA, Session IPA)
ORO: RITUAL LAB – Nerd Choice
ARGENTO: BIRRIFICIO LARIANO – New Age
BRONZO: 50&50 – God of laif
Menzione:
LA BREWERY – Weeknd

Cat. 13 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana (American Pale Ale)
ORO: BIRRIFICIO DELLA GRANDA – Aero
ARGENTO: HAMMER – Spring
BRONZO: JUNGLE JUICE BREWING – Extra Life
Menzione:
BIRRIFICIO UN TERZO – Another hop in the wall

Cat. 14 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana (American IPA)
ORO: CRAK BREWERY – Giant Step
ARGENTO: BIRRA BAJON – Euforia
BRONZO: LIQUIDA – Don Quisciotte
Menzione:
BIRRIFICIO LAMBRATE – Lbr American Ipa
REBEL’S GOLD – Teeth

Cat. 15 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (Double IPA, Imperial IPA)
ORO: BIRRA DUE TOCCHI – Trivella
ARGENTO: 50&50 – Django
BRONZO: BIRRIFICIO BLINK – Bala

Cat. 16 – Birre chiare, alta fermentazione, basso e medio grado alcolico, con uso di frumento e altri cereali, luppolate, di ispirazione angloamericana (White IPA, American Wheat)
ORO: BIBIBIR – White Shock
ARGENTO: BIRRIFICIO DEI CASTELLI – Extrema Ratio White
BRONZO: BIRRIFICIO LARIANO – Vergott

Cat. 17 – Birre ambrate e scure, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (Red IPA, Brown IPA, Black IPA)
ORO: IL MAGLIO BIRRIFICIO – Black IPA
ARGENTO: BIRRIFICIO DELLA GRANDA – Regeneration
BRONZO: JUNGLE JUICE BREWING – Jungle Fever

Cat. 18 – Birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (Speciality IPA, Rye IPA, Belgian IPA, AIPA e APA fermentate a bassa)
ORO: BIRRIFICIO VENTITRÉ – Black Out #5
ARGENTO: BIRRIFICIO MUKKELLER – Tulio
BRONZO: RITUAL LAB – Mango Split

Cat. 19 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, massicciamente luppolate in aroma, di ispirazione statunitense (New England IPA)
ORO: BIRRA GAIA – Alice
ARGENTO: PICCOLO BIRRIFICIO CLANDESTINO – Sorrypier
BRONZO: BIRRIFICIO LAMBRATE – Fa balà l’oeucc

Cat. 20 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione angloamericana (English Strong Ale, American Strong Ale, Scottish Ale Export, Heavy Scottish Ale)
ORO: BIRRIFICIO DEI CASTELLI – Extrema Ratio Red
ARGENTO: PICOBREW – Tiratardi
BRONZO: BIRRIFICIO LESSTER – Angiolina

Cat. 21 – Birre scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione anglosassone (Porter, Stout)
ORO: BIRRIFICIO LARIANO – Madiba
ARGENTO: BIRRA PUDDU – Porter
BRONZO: BIRRIFICIO DOPPIOBAFFO – Rodica

Cat. 22 – Birre scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione americana (American Porter, American Stout)
ORO: BIRRIFICIO MALARIPE – La Zoppa
ARGENTO: BIRRIFICIO MUKKELLER – Corva Nera
BRONZO: HAMMER – Bulk

Cat. 23 – Birre scure, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione angloamericana (Robust/Baltic Porter, Imperial Porter, Russian Imperial Stout)
ORO: RITUAL LAB – Four Brothers
ARGENTO: BIRRIFICIO SAN PAOLO SNC – Grako
BRONZO: BIRRIFICIO ESTENSE – Django

Cat. 24 – Birre scure, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione angloamericana (Barley Wine, Old Ale, American Barley Wine)
ORO: CRAK BREWERY – Cantina – Mansueto 2017
ARGENTO: CRAK BREWERY – Cantina – Mansueto 2021
BRONZO: BIRRIFICIO MENARESTA – Lamberwine

Cat. 25 – Birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazione con lievito Weizen, da basso ad alto grado alcolico, con uso di frumento maltato, di ispirazione tedesca (Weizen, Dunkelweizen, Weizenbock)
ORO: BIRRIFICIO MANERBA – Weizen
ARGENTO: BIRRAFON – Effe Weizen
BRONZO: BIRRIFICIO ITALIANO – Finisterrae

Cat. 26 – Birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, con uso di frumento non maltato, di ispirazione belga (Blanche, Witbier)
ORO: MC77 – San Lorenzo
ARGENTO: BIRRIFICIO MANERBA – Fiordalisa
BRONZO: BIRRIFICIO OTUS – Side B

Cat. 27 – Birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione belga (Belgian Blond, Belgian Pale Ale)
ORO: BEHA BREWING COMPANY – Giubilo
ARGENTO: REBEERS – Sweetly
BRONZO: BIRRIFICIO DI LEGNANO – Teresa

Cat. 28 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, di ispirazione belga (Saison, Biere de Garde, Farmhouse Ale)
ORO: BIRRIFICIO ELISSOR – Citrus
ARGENTO: BIRRIFICIO DICIOTTOZEROUNO – Ocra
BRONZO: CROCE DI MALTO – Temporis

Cat. 29 – Birre chiare, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione belga (Belgian Golden Strong Ale, Tripel)
ORO: MC77 – Ape Regina
ARGENTO: MFB – MANIFATTURA BIRRE BOLOGNA – Natale
BRONZO: BIRRIFICIO DI LEGNANO – Ciuca
Menzione:
STYLES BIRRIFICIO ARTIGIANALE – Simo’n

Cat. 30 – Birre scure, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione belga (Belgian Dark Strong Ale, Dubbel, Quadrupel)
ORO: CROCE DI MALTO – Magnus
ARGENTO: BIRRIFICIO DEL FORTE – Regina del mare
BRONZO: BIBIBIR – Vedo Doppio
Menzione:
MC77 – L’ Ape Regina in Inverno

Cat. 31 – Birre Chiare, Ambrate E Scure, Alta O Bassa Fermentazione, Da Basso Ad Alto Grado Alcolico, Con Uso Di Spezie
ORO: BIRRIFICIO TARÌ – Tari’ Malvarosa
ARGENTO: BIRRA MUTTNIK – Ryzhik
BRONZO: MICROBIRRIFICIO ARTIGIANALE INCANTO – 21 12

Cat. 32 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di caffè e/o cacao
ORO: BREWFIST – Spaghetti Western
ARGENTO: BIRRIFICIO LAMBRATE – Tiramisù imperial stout
BRONZO: HILLTOP BREWERY – Un americano
Menzione:
BIRRA DELL’EREMO – Effetto Notte
BIRRIFICIO BIO LA STECCIAIA – Impera

Cat. 33 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di cereali speciali (compresi grani antichi)
ORO: BIRRA ERETICA – Sorriso
ARGENTO: REBEERS – Fovea
BRONZO: GUGGENBRÄU – Guggosauerus

Cat. 34 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, affumicate e torbate
ORO: CRAK BREWERY – Cantina – Mansueto Riserva Whisky Barrel Aged 2019
ARGENTO: BIRRIFICIO RENAZZESE – Tosco
BRONZO: BIRRIFICIO ESTENSE – Smoky Bomb

Cat. 35 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, affinate in legno
ORO: MONPIER DE GHERDEINA – Imperial Smoked Porter
ARGENTO: PICCOLO BIRRIFICIO CLANDESTINO – Fortezza Barrel 1
BRONZO: BREWFIST – The Good – Il Biondo

Cat. 36 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di frutta
ORO: CHIANTI BREW FIGHTERS collaboration con LA DIANA – RubuSlurm
ARGENTO: BIRRA DELL’EREMO – Lunatica
BRONZO: BIRRIFICIO MANERBA – Lady Rose
Menzione:
BIRRA DELL’EREMO – Madue

Cat. 37 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di castagne
ORO: BIRRIFICIO GRADO PLATO – Strada San Felice
ARGENTO: BIRRIFICIO DEL VULTURE – Druda
BRONZO: 5+ BIRRIFICIO ARTIGIANALE – Castanea

Cat. 38 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di miele
ORO: MICROBIRRIFICIO BIRRA ELVO – Bock di Natale
ARGENTO: BIRRIFICIO DEL FORTE – Cintura d’orione
BRONZO: BATZEN – Batzen Honey

Cat. 39 – Birre chiare, ambrate e scure, fermentazione alta, mista, spontanea, Brettanomyces, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dalle note acide, con aggiunte di frutta (Sour Fruit Ale)
ORO: BIRRA DELL’EREMO – Get Back Journals
ARGENTO: MICROBIRRIFICIO OPPERBACCO – Nature Amarene
BRONZO: EASTSIDE BREWING – Bloody Side

Cat. 40 – Birre chiare, ambrate e scure, fermentazione alta, mista, spontanea, Brettanomyces, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dalle note acide, senza aggiunte di frutta (Sour Farmhouse/Sour Ale)
ORO: BIRRIFICIO MENARESTA – Birra Madre
ARGENTO: BIRRIFICIO MENARESTA – Madribulan
BRONZO: BEER IN – Sour Faire

Cat. 41 – Birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico salate e/o lattiche, di ispirazione tedesca (Berliner, Gose)
ORO: BATZEN – Batzen Gosexy
ARGENTO: RITUAL LAB – Gose
BRONZO: EVOQE BREWING – Evoqesour #1
Menzione:
BIRRIFICIO THE LURE – Der Himmel über Berlin

Cat. 42 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve bianche (White Italian Grape Ale)
ORO: RETHIA – Wild Side
ARGENTO: BIRRIFICIO ARTIGIANALE ALBA – IGA con uve bianche
BRONZO: BIRRIFICIO AGRICOLO J63 – Lips

Cat. 43 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve rosse (Red Italian Grape Ale)
ORO: BIRRIFICIO ARTIGIANALE FILODILANA – Fuori dal Gregge #2
ARGENTO: BIRRIFICIO UN TERZO – Sciatò Rouge
BRONZO: BIRRA DELL’EREMO – Madra
Menzione:
FABBRICA DELLA BIRRA PERUGIA – Insolita Rossa

Cat. 44 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve rosse o bianche, caratterizzate da note acide (Sour Italian Grape Ale)
ORO: BIRRA DELL’EREMO – Selva Sour
ARGENTO: MICROBIRRIFICIO OPPERBACCO – Nature 2019
BRONZO: FABBRICA DELLA BIRRA PERUGIA – Isterica Cerasa

Cat. 45 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, di ispirazione libera e non rientranti in nessuna delle precedenti categorie (Extraordinary Ale/Extraordinary Lager)
ORO: LA BUTTIGA – Bargnolina
ARGENTO: CARROBIOLO – Porcini Imperial Stout
BRONZO: BIRRIFICIO ITALIANO – Inclusio Ultima
Menzione:
BIRRA DELL’EREMO – Onnetempo
BIRRIFICIO DEL FORTE – Birrasanta

BIRRIFICIO DELL’ANNO: Crak Brewery

Andrea Turco
Andrea Turco
Fondatore e curatore di Cronache di Birra, è giudice in concorsi nazionali e internazionali, docente e consulente di settore. È organizzatore della Italy Beer Week, fondatore della piattaforma Formazione Birra e tra i creatori del festival Fermentazioni. Nel tempo libero beve.

Ultimi articoli

Nuovi birrifici e beer firm: Meltz, Birra di Mezzo e Pier Red

Qualche mese fa abbiamo aperto ai birrifici la possibilità...

Pastry Sour all’italiana: quando la birra dessert incontra l’acidità

Nella panoramica di ieri sulle nuove birre italiane abbiamo...

Nuove birre da Porta Bruciata, Opperbacco, Alder, War, Mister B e Eastside

Le Davidsbündlertänze sono una raccolta di diciotto brani per pianoforte scritti...

Il birrificio 620 Passi è stato ceduto al Gruppo SEM (acque minerali)

Negli scorsi giorni è passata un po' sottotraccia una...

Newsletter

Al bancone è la nostra newsletter quindicinale con notizie, iniziative ed eventi sulla birra artigianale.

Seguici

28,486FansMi piace
14,232FollowerSegui
6,355FollowerSegui
271IscrittiIscriviti

Ultimi annunci

Pastry Sour all’italiana: quando la birra dessert incontra l’acidità

Nella panoramica di ieri sulle nuove birre italiane abbiamo citato la Buffo (5,3%), prodotta da Mister B (sito web) in collaborazione con Antikorpo Brewing...

Nuove birre da Crak, Bibibir, Birrificio della Granda, The Wall, Boia Brewing + Bajon e Bandiga

Se ieri avete seguito la sfida della nazionale azzurra contro la Croazia agli Europei di calcio, saprete che la partita si è tenuta a...

Quattro cose della birra artigianale italiana che (per fortuna) non ci sono più

Come abbiamo segnalato in una delle nostre ultime panoramiche sugli eventi birrari, ieri si è festeggiata la Giornata nazionale della birra artigianale, ricorrenza voluta...

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui