Cimec
Home » Archivio tag: belgio

Archivio tag: belgio

Vallonia e Saison: un tour nell’Hainaut birrario

La provincia dell’Hainaut è una delle sette cinque province amministrative della Vallonia, situata nella parte occidentale del Belgio e confinante con la Francia. Storicamente spina dorsale industriale della Vallonia, terra di giacimenti minerari ma anche di agricoltura, attualmente vive una difficile fase di transizione iniziata con la chiusura delle miniere negli anni ’60 e mai definitivamente superata. Oggi appare come un sonnacchioso ...

Vai all'articolo »

È ufficiale: per l’Unesco la birra belga e la sua cultura tra i patrimoni dell’umanità

Come probabilmente vi sarà capitato di leggere in questi giorni sulle principali testate italiane, recentemente il Belgio ha avanzato all’Unesco la richiesta di inserire la cultura birraria locale nel novero dei “patrimoni intangibili dell’umanità”. La procedura di valutazione è terminata proprio nelle scorse ore e adesso abbiamo l’ufficialità: l’organizzazione internazionale ha accolto l’istanza del piccolo paese europeo, inserendo la birra ...

Vai all'articolo »

Un week end nel Pajottenland: Oud Beersel e De Cam

Il Pajottenland è una regione del Belgio a sudovest di Bruxelles, delimitata dai fiumi Dendre e Senne. Si tratta della regione famosa per la produzione delle birra a fermentazione spontanea chiamata Lambic. Le birre “acide” o si amano o si detestano. E per amarle ci vuole tempo. Ma vi assicuro che se si imparano ad apprezzare poi non si può più ...

Vai all'articolo »

Mezzo grado di separazione: così le culture brassicole si sono influenzate a vicenda

Qualche giorno fa mi sono imbattuto in un interessante articolo di Evan Rail sul suo Beer Culture, in cui documenta l’influenza della cultura birraria ceca sul mercato belga a cavallo tra XIX e XX secolo. La lettura è molto piacevole e dimostra come, nell’evoluzione dell’arte brassicola internazionale, il reciproco influsso tra birrai di diverse nazionalità abbia giocato un ruolo fondamentale, ben ...

Vai all'articolo »

Nel giorno del terrore una guida birraria a Bruxelles e al resto del Belgio

Gli attentati di questa mattina a Bruxelles hanno per ogni appassionato di birra un sapore particolare. Di solito la partecipazione emotiva per certi accadimenti è proporzionale alla vicinanza (geografica o affettiva) con la realtà colpita: così per chi ama la birra artigianale il Belgio è come una seconda casa, o quantomeno lo è per il sottoscritto. Personalmente ho visitato Bruxelles più di ...

Vai all'articolo »

Non solo Brussels Beer Challenge: ecco dove bere ad Anversa

Quest’anno il Brussels Beer Challenge si è tenuto ad Anversa e questo mi ha permesso di approfondire le mie conoscenze sulla città fiamminga. In passato infatti avevo avuto modo di visitarla in due diverse circostanze, ma sempre frettolosamente: la prima volta nel 2004 esclusivamente per passare il pomeriggio al Kulminator; la seconda qualche mese fa e per non più di mezza ...

Vai all'articolo »

Una visione parziale e personale dello stato della birra in Belgio

La scorsa settimana vi ho raccontato in due articoli distinti la mia recente trasferta nelle Fiandre, puntellata da visite per birrifici e locali e tour per città e luoghi splendidi. I quattro giorni di viaggio sono anche serviti per costruirmi una visione d’insieme dello stato attuale della birra in Belgio, sebbene sia impossibile non considerarla una visione parziale vista la ricchezza e ...

Vai all'articolo »

Westvleteren obbligata a etichettare, Palm si autodefinisce “craft”

Questa mattina il sempre ottimo Bere Birra ha rilanciato sulla sua pagina Facebook due notizie provenienti dal Belgio, che ho trovato molto interessanti. In entrambe il concetto centrale è quello di “sacralità” della birra artigianale, che purtroppo sta lentamente lasciando il passo alle logiche di mercato e di marketing. La prima notizia riguarda il più leggendario tra i pochi birrifici ...

Vai all'articolo »